Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 12

Da circa un anno ho una carie al dente del giudizio superiore

Scritto da Elisa / Pubblicato il
Gentili medici, da circa un anno ho una carie al dente del giudizio superiore ( il dente è anche un pò rotto da un lato). Ho rimandato l'intervento più volte ma adesso mi son decisa. Volevo chiedere qualche informazione: Il dentista da cui ho fatto la visita, mi ha parlato di una terapia con antibiotico augmentin a partire da un giorno prima. E' possibile utilizzare lo zimox invece dell'augmentin? Un altro medico mi ha prescritto un macrolide, la roximicina o una cosa del genere, come mai questa differenza nella scelta? Riguardo l'anestesia è possibile utilizzare quella senza adrenalina? (Considerato che sono già un pò ansiosa di mio e ho letto che l'adrenalina può causare tachicardia) Grazie mille.
Sig. Elisa, lei si deve sottoporre a un intervento chirurgico ambulatoriale e deve seguire tutte le indicazioni che le sono prescritte dall'odontoiatra che procederà all'intervento, evitando tutti gli altri inutili consigli. Anche la scelta del tipo di anestetico e di competenza del medico e non del paziente che non ha conoscenze nella materia. Si sottoponga all'intervento con tranquillità, dimenticando tutti e quello che dicono tutti, altrimenti la sua ansia aumenterà in modo esponenziale.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Paziente, se la sua domanda è "quale antibiotico assumere per l'estrazione dell'ottavo?" la risposta è NESSUNO! A meno che lei non abbia particolari rischi, ad esempio, di endocardite batterica, ma questo è un altro problema a cui solo il suo dentista può rispondere. Se invece la sua domanda è "quale antibiotico assumere per curare l'ottavo?" la risposta è NESSUNO! Per curare un dente non è necessario assumere nessun antibiotico. Riguardo all'anestesia, può fare tranquillamente l'anestesia con adrenalina proprio perchè è ansiosa: infatti questo anestetico è più efficace nel suo effetto e non comporta nessun rischio specifico superiore all'anestetico privo del vasocostrittore. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo De Carli
Majano (UD)

Cara Signora Elisa, l'antibiotico da assumere e SE assumerlo, lo decide solo il Dentista che l'ha visitata clinicamente. Si attenga alla sua prescrizione e basta e se avesse dubbi li esterni a Lui! Gli antibiotici sono centinaia e ogni Medico ha il suo preferito o i suoi preferiti o ha la sua esperienza che gli ha insegnato che in quella situazione clinica c'è un gruppo di Antibiotici che fa effetto più di altri ed ognuno ha la SUA esperienza, diversa da quella di altri. Ecco perchè c'è diversità di antibiotici tra diversi Dentisti! Per quanto riguarda l'anestetico il discorso è apparentemente più complesso ma provo a farglielo!l'anestesia locale in Odontoiatria con vasocostrittire, ossia adrenalina, assolutamente innocua le fa paura. La letteratura scientifica internazionale ha ormai da tanto tempo dimostrato questa innocuità dell'adrenalina eppure l'evidenza scientifica fatica molto ad affermarsi e pazienti, ma soprattutto Odontoiatri, Medici e addirittura Cardiologi rimangono inspiegabilmente legati a vecchie e superate idee senza alcun fondamento e continuano a pretendere, i pazienti, e a somministrare e raccomandare i Medici, Odontoiatri e Cardiologi, l'uso della anestesia senza adrenalina, impropriamente chiamata "verde"!Vorrei poi spendere due parole per questa pessima abitudine di non utilizzare il vasocostrittore nei cardiopatici o in altre patologie, in particolare in interventi che possono essere "dolorosi" infatti la parte dell'anestetico che è pericolosa è la carbocaina (o altro anestetico) che ha un effetto inotropo negativo sul cuore , non solo ma non dando anche la Adrenalina che ha lo scopo di ischemizzare localmente i vasi sanguigni e quindi trattenere più a lungo in loco l'anestetico, esso passa il sistema vascolare periferico più velocemente, viene assorbito in massiccia quantità e agisce negativamente sul cuore o su altro, ottenendo quindi l'effetto contrario, non solo ma di regola si sente più dolore , questo perchè l'anestetico è stato assorbito subito e l'organismo sa come risponde? Risponde con la massiccia increzione di adrenalina che è in quantità estremamente più alte della adrenalina normalmente presente in un anestetico; quindi in un intervento potenzialmente doloroso come una avulsione dentale o come un intervento chirurgico parodontale o di altra natura, anche una semplice cura conservativa restaurativa , anche in cardiopatici e in quelle situazioni in cui sarebbe preferibile non far arrivare al tal organo o cuore o rene o altro o feto, adrenalina , il sistema migliore è non far soffrire minimamente affinchè l'organismo non immetta in circolo quantità massive di adrenalina endogena e il sistema più efficace è usare anestetico con adrenalina che tra l'altro, rimanendo più a lungo in loco per il vasocostrittore, ha un effetto inotropo negativo sul cuore più leggero! Questo concetto purtroppo non è recepito dalla maggior parte dei Dentisti, dei Medici e addirittura dei Cardiologi ma col conforto degli studi e pubblicazione scientifiche e argomentazioni portate dai più grandi Cardiologi Italiani e del Mondo, è dimostrato che è così.Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gli antibiotici sono tutti buoni, a largo spettro, quindi adatti a prevenire le infezioni dovute alla estrazione e a minimizzare i sintomi successivi. Consiglio nettamente augmentin perchè più efficace. Gli altri citati sono.. acqua fresca. L'anestesia senza vasocostrittore è controindicata proprio nei casi di ansia e tachicardia: ne crea di più di quella con vasocostrittore!!! Proprio per il meccanismo mirabilmente descritto dall'Amico, il Collega Dr. Petti. Quindi molto meglio quella CON proprio per i disturbi di cui lei soffre..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Elisa, nel suo caso è altamente consigliata l’anestesia con adrenalina. Per eventuali farmaci associati all’estrazione è compito di chi effettua l’intervento prescriverli. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Elisa, il Suo dentista avrà avuto le sue valide ragioni per adottare questa terapia farmacologica...e l'adrenalina è consigliata poichè mantiene più a lungo la molecola anestetica nel sito di iniezione..si fidi del Suo dentista. Cordialità Dr. Luca Baucia

Scritto da Dott. Luca Baucia
Cavenago di Brianza (MB)
Milano (MI)

Signora si affidi al suo dentista e segua quello che le dice, in quanto è un medico e sa cosa deve fare. Riguardo all'ansia non si preoccupi e stia serena l'adrenalina anzi è proprio consigliata nei soggetti ansiosi. Rimango a sua disposizione per ogni chiarimento

Scritto da Dott. Benedetto Luca Rappa
Palermo (PA)

Gentile Elisa, perche' tutte queste remore? Si affidi al suo dentista. Lui e solo lui fa la diagnosi, sceglie la terapia, e decide i mezzi. I suoi dubbi solo leciti ma ne deve parlare con il collega che le ha prescritto la cura. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Si affidi alle indicazioni del suo dentista. Cordialità

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Elisa non si faccia condizionare dall'ansia per un intervento di assoluta banalità. Lo Zimox va benissimo tenendo presente che la copertura antibiotica è un di più utilizzato per prevenire eventuali complicanze settiche nel post-operatorio. L'estrazione del suo molare del giudizio è cosa semplice ... la scelta dell'anestetico è di competenza del medico che eseguirà l'intervento. Le assicuro che con una seduta davvero molto breve lei risolverà definitivamente il suo problema. Alessandro Sassi spec. in Odontostomatologia e Chirurgia Orale ed Implantologia in Casale Monferrato.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Sassi
Casale Monferrato (AL)