Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 6

Ho 36 anni e sono una seconda classe scheletrica.

Scritto da Anna Rita / Pubblicato il
Gentili dottori, ho 36anni, sono una seconda classe scheletrica. Ho curato inizialmente con un apparecchio mobile, estraendo per poter mettere quest'ultimo, gli ottavi, sia quelli superiori che quelli inferiori. Ottenendo così l'allargamento delle arcate superiori e l'allineamento dei denti sopra e sotto. Ma restava comunque la sporgenza e la malocclusione delle mandibole, problema ancora presente, nonostante l'utilizzo di qualche anno fa' di apparecchio fisso previa estrazione premolari superiori!. Ad oggi, sono costretta ad indossare contenzione per la mandibola superiore e inferire..ma l'osso superiore è rimasto sporgente. Sono consapevole che alla mia eta'non e' possibile lavorare sull osso, in quanto gia' formato, rivolgendomi alla dottoressa che mi ha avuto in cura per la terapia dell apparecchio fisso, afferma che e' dovuta partire da una situazione, la mia, molto grave e che i risultati raggiunti, nonostante ancora l'aspetto protuso, e' il massimo dei risultati che si potevano ottenere, dopo esiste solo la chirurgia maxilo facciale, e che a qualsiasi possibile prospetto di ulteriore trattamento ortodontico non ci devo credere..perche' il possibile e' gia' stato fatto! Mi ha attenzionato da probabili e facili speculazioni..la mia domanda e':in cosa consisterebbe l'operazione nel mio caso.. come e' articolata, come si svolge, quanto e' la durata della degenza e se possono esserci complicazioni..e soprattuto se non sia recidiva come mi e' stato lasciato a intendere. Ringrazio molto per le risposte che mi vorrete dare. Saluti
Sig. Anna, la sua odontoiatra le ha dato delle risposte competenti al suo caso, non è possibile modificare la struttura ossea superata la fase di crescita e i denti non si possono spostare se non c’è osso. Prima di accedere alla chirurgia il caso deve essere ben valutato, dovrebbero essere considerate soprattutto le esigenze del paziente e soprattutto dovrebbero essere previsti eventuali cambiamenti del volto. Molte persone mantengono una buona masticazione e un amabile sorriso, pur mantenendo una seconda classe. Potrei descriverle un intervento secondo Le Fort, che potrebbe essere utilizzato per correggere una seconda classe, ma non ha molto significato in questa rubrica dedicata a dei pazienti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Signora Anna Rita....ma scusi...ma perchè non lo ha chiesto alla sua Dentista che conosce la sua situazione Clinica?...se io ora le rispondo che deve fare una frattura chirurgica tipo I di Le Fort o tipo II o tipo III ... cosa capisce?...e poi è solo una supposizione non conoscendo la sua situazione clinica....praticamente sto parlando di fratturare il mascellare superiore anteriormente nella zona frontale per riposizionarla più posteriormente in allineamento ed occlusione con l'arcata inferiore ... però il mio consiglio è che se funzionalmente ed esteticamente il suo overjet è accettabile...( overjet= di quanto gli incisivi superiori sopravanzano quelli inferiori....overbite= di quanto gli incisivi superiori coprono =positivo) o non coprono(negativo = morso aperto), gli inferiori...sono termini presi in prestito dall'architettura .....se sono accettabili e non causano patologie alle ATM...o malocclusioni con serie e reali patologie...lascerei tutto così...perchè va a "cercare" problemi ulteriori...perchè non è solo l'intervento...che è semplice...è riportarli in occlusione che non è semplice!!!..................Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Quindi lei per migliorare la sua estetica è pronta a farsi operare. Mi sembra sinceramente molto giusto. Infatti penso che il desiderio di avere una estetica più gradevole sia del tutto legittimo.. Le dico solo due cose: - nei reparti di maxillo dove fanno questi interventi, oggi sono talmente specializzati da minimizzare i fastidi di un intervento che prima, anni fa, richiedeva lunga convalescenza. - prima di farsi operare perchè non chiede il parere di un ortognatodontista funzionalista?? Infatti (mi sembra quasi impossibile da quello che lei ha descritto) ci sono dei casi che con una apparecchiatura cosiddetta ortopedica, si riesce a modificare seriamente il profilo osseo di II classe anche in età adulta. A me sono capitati alcuni casi risolti con buon successo. Ma, ripeto, non voglio generare false speranze, perchè dalla sua storia, sembra difficile nel suo caso..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Anna, anche per Lei è difficile darle una risposta senza avere nulla in mano e senza visitarla, comunque sull'home Page, c'è un articolo, scritto da me, sulla chirurgia Maxillo-Facciale che le potrà essere d'aiuto, e comunque se va sul mio sito personale tra i casi clinici di M.F., troverà un caso clinico che è l'opposto del suo, ma che le rende l'idea dei tempi chirurgici e della riuscita. www.studiodentisticoserafini.it Cordiali Saluti

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Cara sig.ra, come già le hanno illustrato i colleghi che hanno letto prima di me la sua domanda, si possono fare tante cose con la chirurgia associata all'ortodonzia. Nel suo caso si è cercato di dare un compenso dentale estraendo due premolari superiori:in genere questo basta per migliorare il profilo. Non avendo però presente elementi per fare una diagnosi, a seconda dei casi, si può portare avanti la mandibola, indietro la mascella, o entrambi gli interventi nella stessa seduta operatoria. Solo l'ortodontista, valutando i denti, il naso, il mento, le labbra, il sorriso, la posizione della mandibola e mascella, saprà suggerirle la soluzione migliore. Personalmente, non rivoluzionerei troppo la situazione, dopo le cure fatte, se però vuole sappia che può. Per quel che riguarda la recidiva, siccome un pò c'è sempre, in genere si ipercorregge chirurgicamente e dentalmente. cordiali saluti, DR Angelo Beghini Cassano d'Adda MIe Comazzo LO
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo Beghini
Cassano d'Adda (MI)

Concordo con il collega e amico dott. Petti, se il suo problema ora è estetico più che rintraprendere una strada del genere, ha valutato il discorso naso chirurgia plastica. Magari con questo camouflage potrebbe migliorare l'estetica, se a livello occlusale come dice la sua dentista va bene. Saluti Dott. Orazio Bennici

Scritto da Dott. Orazio Maximilian Bennici
Catania (CT)
Consulente di Dentisti Italia