Menu

Riabilitaziore parodontale e protesica completa

Il presente Caso Clinico Complesso costituisce un esempio interessante di terapia "Globale"

Riabilitaziore parodontale e protesica completa by Dott. Gustavo Petti 12-03-2009 7980 visualizzazioni

Ogni restauro, anche il pi



Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Situazione Iniziale dopo Preparazione Parodontale con Curettage e Scaling e Rivalutazione del Caso Clinico
RISISTEMAZIONE DEI PILASTRI PER LA RIABILITAZIONE DEI FRONTALI: Studio sui modelli per ottenere un riallineamento del gruppo frontale. Il modellino in cera realizzato ingrandendo i centrali e mantenendo come elemento di ponte solo il laterale mostra un risultato scadente
Si decide pertanto di utilizzare lo spazio destinato al laterale per inserirvi, quali elementi di ponte, il laterale e il canino, trasformando il canino naturale in primo premolare. Visione Vestibolare della protesi parodontale e della protesi provvisoria scheletrata.
La stessa Protesi Provvisoria Fissa Parodontale vista palatalmente ... Si notino le battute metalliche in Titanio lucido (che ha la funzione di mantenere la dimensione verticale e "bloccare i denti con mobilit
CHIRURGIA OSSEA RICOSTRUTTIVA: Dopo curretage e scaling si procede all'osteotomiaosteoplastica con fresa ossivora lontano dalla radice e con scalpelli in prossimit
Si evidenziano i difetti ossei circumferenziali palatalmente ai centrali e un emisetto mesialmente all'1.3
Si procede alla terapia ricostruttiva innestando una idrossiapatite biocompatibile
I Difetti Ossei sono stati ricostruiti. Si sutura la ferita con punti staccati e, inserita la protesi,si protegge la zona dell'intervento
Guarigione vestibolare, dopo 18 mesi.
Guarigione palatale dopo 18 mesi. Si realizzano poi i perni monconi in dura-lay e poi fusi in oro sui canini, per meglio trasformarli in premolari (vista anche la grave compromissine coronale)
Trattamento dei difetti gengivali: Gengiva aderente insufficiente e in zona 2.3
Si prepara il letto ricevente, saturando il lembo mucoso precedentemente scollato con punti di sicurezza
Sutura dell'innesto, prelevato dalla zona iuxtagengivale del palato, con colla di fibrina
Protezione del sito donatore con membrana amniotica innestata con colla di fibrina
Controllo della zona donatrice, a novanta giorni dopo l'intervento
Controllo dell'innesto libero di gengiva al novantesimo giorno. Notare il Perno Moncone d'oro nel frattempo realizzato.
Verifica a distanza della guarigione e riuscita del trattamento: Realizzazione del manufatto protesico in oro - platino - porcellana, con scheletrato rimovibile su attacchi di precisione; Il paziente ha rifiutato la riabilitazione implantologica!
CONTROLLI: O.P.M. iniziale
Radiografia all'inizio della terapia parodontale endodontica-protesica.
Radiografia dopo 23 mesi dalla terapia chirurgica parodontale ricostruttiva, endodontica e protesica
Particolare, 18 mesi dopo l'intervento, del notevole recupero osseo a livello del 2.1
Rx all'inizio della cura e dopo 23 mesi nella Rx sucessiva.
... dopo 23 mesi dalla terapia parodontale.
Particolari delle tre cartelle cliniche parodontali con le misure delle tasche rilevate in diversi momenti del trattamento
Stesse misure, all'inizio e alla fine, trasferite su carta millimetrata

TAG: Riabilitaziore parodontale e protesica completa

Sullo stesso argomento