Granuloma

Granuloma

La parola granuloma, in generale, indica una neoformazione di natura infiammatoria caratterizzata dall’abbondante proliferazione cellulare, che si accompagna in misura più o meno evidente a neoformazioni di connettivo e di vasi sanguiferi. Il granuloma è un focolaio infiammatorio circoscritto, costituito da tessuto di granulazione, cioè da un tessuto composto da vasi capillari e cellule connettivali proliferanti che si formano in sostituzione di un tessuto perduto. Il termine viene utilizzato per indicare una raccolta di cellule infiammatorie (macrofagi) che assumono un aspetto simile a quello di cellule epiteliali (dette perciò cellule epitelioidi), spesso fondendosi tra loro e formando cellule giganti (come nel granuloma tubercolare o in quelli che si formano in risposta alla presenza di corpi estranei).

 

 

Articoli

 

Granuloma

 

Granuloma apicale o dentale o granuloma periapicale: infiammazione cronica non suppurativa dei tessuti che circondano la parte terminale della radice del dente, in altre parole un infezione cronica sviluppatasi nella sede dell’apice radicolare...

 

Domande/Risposte

 

Presunto granuloma su un molare superiore

 

Avevo già scritto una decina di giorni fa per un presunto granuloma sul penultimo molare superiore (a destra nella foto) ma riscrivo potendo allegarvi la radiografia. Riassumo le due domande, sperando almeno una risposta sulla seconda vista forse la non chiarissima foto allegata. 1. Siete anche voi in grado di dirmi se è presente il granuloma? 2. Su uno dei due denti (entrambi devitalizzati e con corona da almeno dieci anni) sono presenti delle viti. E' vero che non si possono togliere, come mi ha detto il dentista, e che conviene procedere con l'apicectomia oppure un buon endodonzista può riuscirci? A me il dente non fa male perché "spurga" grazie a una fistola. Grazie ancora per la Vostra utile consulenza.

 

 

Granuloma apicale

 

Volevo porre una semplice domanda. Qual è il decorso nel tempo di un granuloma apicale? E' vero che se non dà fastidio in un dente devitalizzato, il granuloma potrebbe anche non aumentare di volume e rimanere stabile mantenendo le tossine bloccate? Io devo partire per un po' di tempo per lavoro e non posso fare subito l'intervento di ritrattamento dei canali. Grazie e buona giornata.

 

Estratto dalla domanda granuloma apicale

 

Caro Giorgio forse per meglio capire il decorso di un granuloma è opportuno spiegare cosa è un granuloma. Altro non è che una cicatrice, una reazione del nostro fisico, del dente in questo caso, ad un insulto esterno come la carie. Il processo infettivo di questa viene circoscritto in un agglomerato di tessuto infiammatorio di granulazione. Si forma cosi una barriera che blocca il passaggio dei germi dal dente all'osso. Ci sono diversi tipi di granulomi a seconda delle caratteristiche istologiche. Ci sono granulomi sterili, cioè che non contengono batteri, infetti o cistici. Questi ultimi contengono grappoli di cellule epiteliali che, avendo caratteristiche secernenti possono nel tempo trasformare il granuloma stesso in cisti (apicale in questo caso). Ora: perche si forma un granuloma? O è l'esito di una vecchia carie, ma avresti avuto nel tempo dolori e fastidi, o è l'esito di una vecchia cura canalare che puo' essere stata anche perfettamente eseguita. Questo è molto importante. Il granuloma si puo formare malgrado la cura, a nche se è stata fatta in modo magistrale, perche è impossibile meccanicamente, cioè con i nostri strumentini, asportare dalla radice del dente tutte le cellule dannose. Ora, poiche pero' l'evolversi dei granulomi è lentissima e poiche i granulomi possono restare invariati per anni, GRANULOMI STERILI E NON CISTICI APPUNTO, il mio consiglio è questo: se ti sei accorto di avere dei granulomi su denti trattati anni fa le cose sono due. Se Hai dolore o fastidi non ci sono dubbi che il tuo dentista debba intervenire, ma se non hai alcun fastidio, non fare nulla, confronta le vecchie radiografie con quelle recenti. Se il granuloma non si è mosso cioè è rimasto sempre uguale, non cè motivo di intervenire. Interverrai solo se, in qualche controllo radiografico il tuo medico si accorge che il granuloma si è ingrandito e QUESTO POTREBBE ACCADERE ANCHE TRA 20NNI. Cordiali saluti dott Andrea Giglio

Vedi anche