Domanda di Sedazione Cosciente

Risposte pubblicate: 5

A mia figlia di 3 anni i dentini davanti stanno perdendo smalto e si vanno sgretolando

Scritto da Stefania / Pubblicato il
Salve, ho una bimba di 3 anni. I suoi dentini davanti stanno perdendo smalto e si vanno sgretolando, mi hanno detto che probabilmente è dovuto al reflusso gastroesofageo avuto da neonata. Ora comunque ha una carie bella grande su un molaretto, ma in ospedale (Bambin Gesù ) non sono riusciti a praticare la sedazione cosciente perchè era spaventata e urlava, quindi nn respirava col naso il gas... Sono molto preoccupata perchè non voglio le pratichino l'anestesia totale. Come posso aiutarla? potrei somministrarle un tranquillante che la renda disposta a inalare il gas per i primi minuti permettendo alla sedazione cosciente di fare effetto?? Grazie
Cara Signora Stefania, buongiorno a Lei ed alla sua bimba. Beh, dire che l'etiopatogenesi sia da attribuire al reflusso deve essere Diagnosticato correttamente e dimostrato. Parla di Reflusso avuto da neonata, ma quando? L'età neonotale è da riferirsi al primo mese di vita poi dal secondo mese il Neonato diventa Lattante! Quindi se avesse avuto un Reflusso in età Neonatale, i dentini non c'erano ancora. Il primo incisivo centrale, infatti erompe intorno ai 5-8 mesi. Il secondo incisivo, intorno ai 7-10 mesi. Ovviamente parlo di incisivi decidui. Il primo molare è erotto intorno ai 10-16 mesi e sarà sostituito dal primo premolare intorno ai 10-11 anni. Giusto quindi curarlo ora per mantenerlo in bocca e non dover mettere un mantenitore di spazio! Per la Sedazione Cosciente, a Civitanova Marche Alta (MC) c'è il Dottor Paolo Passaretti, carissimo amico ed esperto in Sedazione Cosciente. Se non fosse troppo disagevole,porti la sua bimba da Lui, non lo dico perché amico ma perché è realmente uno dei massimi esperti e studiosi della Sedazione Cosciente ed è , anche se non vicinissimo, nella sua zona, più o meno! Per quanto riguarda la alterazione dello smalto e discromia, per risponderle seriamente bisogna prima fare una Diagnosi sulla natura della Discromia di cui soffre. I pigmenti fissi e rimovibili possono essere dovuti a tante cose e le cause possono essere tante, dalle displasie dello smalto, alle alterazioni cromatiche per patologie batteriche, di miceti (funghi)e tanto altro e la visita comporta tante cose e tante domande . Può essere una Amelogenesi imperfetta. L'amelogenesi imperfetta è una malattia autosomica dominante, ossia ereditaria e provoca una grave ipoplasia dello smalto. Le dico che esiste un tipo ipocalcifico, uno ipoplastico ed uno ipomaturativo e si forma durante lo stadio a Campana dello sviluppo del dente. Per la terapia locale esistono tanti presidi terapeutici di cui si può parlare solo dopo avere visitato il bimbo clinicamente ed aver valutato eventuali cause locali della malattia! Amelogenesi imperfetta è precisa e veritiera perché va differenziata da tante altre patologie molto più banali come quelle dette sopra. Capirà ora, spero, perché non sia possibile rispondere alla sua domanda. Mi sembra semplicistico e forse errato" dire "è dovuto tutto al reflussogastroesofageo verificatosi in età neonatale ed anche se si fosse esteso all'età di Lattante sarebbe molto discutibile. Lo smalto non si "rovina così facilmente" E' durissimo ed in natura l'unico materiale che lo può tagliare è il diamante. Infatti le frese delle turbine che usiamo noi Dentisti sono diamantate, ossia rivestite di polvere di diamante! Cari saluti e spero di esserle stato utile :) un sorriso per la sua bimba gentile mamma giustamente preoccupata!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Stefania, che il reflusso abbia corroso i denti senza provocare la minima lesione ai tessuti molli mi genera qualche dubbio. Perché la bimba è spaventata e urla? Ci vuole pazienza e esperienza, poi si può fare di tutto sedazione orale endovenosa, chiudergli la bocca per farla respirare dal naso ecc., ma non è lei che deve decidere, questo spetta al medico che curerà la bimba.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Si. Cara signora l'idea di abbinare un blando calmante è buona. Bisogna anche vedere la dose di pazienza e di abilità che ci mettono i dentisti ed il personale che si occupa della sua bimba. Analizzi molto accuratamente l'alimentazione della bimba per vedere quali sono gli alimenti zuccherini sbagliati di cui si nutre.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

L'elemento positivo da considerare è che si tratta di denti decidui, da latte, e quindi andranno persi col tempo. L'aspetto negativo è che difficilmente si tratta di reflusso gastro-esofageo (molto giovane la paziente), forse si ha una condizione di amelogenesi imperfetta oppure sindrome da biberon etc etc (il fatto che il molaretto sia molto cariato fa propendere per quest'ultima ipotesi). Mi raccomando, anche se sua figlia è piccola, seguirla con attenzione e scrupolosità per l'igiene orale. Il mio consiglio è di non accanirsi con le cure dentali fintanto che il paziente è così piccolo e poco collaborante, e di abituare sua figlia al contatto con il Dentista in generale a poco a poco, gradatamente e vedrà che andrà in porto anche la sedazione cosciente stessa.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Ci sono strutture organizzate che abitualmente effettuano sedazioni profonde per curare anche pazienti non collaboranti come i bambini molto piccoli non é necessaria la respirazione assistita ( intubazione) ma l'uso di farmaci atti a non richiedere alcuna collaborazione da parte del piccolo pazienete

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento