Domanda di Sedazione Cosciente

Risposte pubblicate: 11

Mi è stato diagnosticato un malassorbimento ai sedativi locali.

Scritto da GABRIELLA / Pubblicato il
Mi è stato diagnosticato un malassorbimento ai sedativi locali. In sostanza l'anestesia inoculata non seda la parte dove è stata fatta e spesso mi anestetizza altre parti del corpo. La dentista in collaborazione con l'anestesista hanno provato molti farmaci. Ho fatto una devitalizzazione in ospedale. La mia dentista mi ha detto che è stata fatta male. Dove mi posso rivolgere? Pare che la mia particolare allergica faccia paura a molti dentisti.
Cara signora Gabriella, chi ha diagnosticato una simile patologia e come l'ha diagnosticata? "Mi è stato diagnosticato un malassorbimento ai sedativi locali. In sostanza l'anestesia inoculata non seda la parte dove è stata fatta e spesso mi anestetizza altre parti del corpo." Oltre ad essere assolutamente errata la terminologia perchè "malassorbimento di sedativi locali riferendosi ad un anestetico è patologia che mi risulta sia inesistente, è la modalità della patologia in sè che non esiste, sempre che io sappia! La Devitalizzazione in ospedale allora, scusi come è stata fatta? Senza anestesia? Cerchi un bravo e competente Dentista Privato, Libero Professionista e gli chieda un consulto. Eventualmente per sua sicurezza racconto l'accaduto e la diagnosi ad un Allergologo che faccia Diagnosi certa! Se essa esiste! Ma io sono scrupoloso e le suggerisco lo stesso di farsi visitare da un buon allergologo visto che l'hanno vista la sua Dentista ed un Anestesista. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

L'anestesia locale fa sempre effetto. Se si cerca di addormentare un dente in preda ad un ascesso o infezione (più o meno nascosta) allora può non fare effetto e bisogna prima sfiammare con antibiotici. Ma se la esecuzione della locale è ben fatta, e l'anestetico di buona marca, deve fare effetto. Se c'è associato un fatto di ansia, le consiglio di farsi curare in sedazione con protossido, del tutto maneggevole pratica ed innocua, che permetterà relax totale e maggiore effetto dell'anestetico con minor dose. Se vuole posso provare a trovarle un dentista che la usi. Legga sui miei articoli di cosa si tratta...
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Gabriella, deve farsi mettere tutte queste diagnosi per iscritto, l'allergia e il malassorbimento degli anestetici, poi le indicherò molti seri odontoiatri pronti a trattarla. Potrebbe invitare la sua odontoiatra a iscriversi al nostro portale, in modo da poter portare nel forum a lei riservato, il suo caso particolare, dove sicuramente troverà una soluzione con l'aiuto di colleghi più esperti.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Sig. Gabriella, premesso che un malassorbimento all’anestetico non esiste, esistono rarissimi casi in cui l’anestetico non funziona o fà effetto dopo molto tempo (mai in altre parti del corpo). La devitalizzazione in ospedale è stata fatta senza anestesia? Comunque una soluzione potrebbe essere una sedazione con protossido o farmacologia. Anche se avverte ancora dolore, non le provocherà disagio e comunque si ha un ricordo molto sfumato dell’intervento. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Gabriella, devo confessarle che non ho mai sentito parlare di ''malassorbimento ai sedativi locali''. Forse, venendo a conoscenza di sede, modalità, tipo di anestesia effettuata ed altre precise informazioni potrei esserle di aiuto, ma così stando le informazioni del caso non posso che esternare tutte le mie perplessità. Michele Lasagna.

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Lei parla di "particolare allergia" pero' i sintomi non sono quelli dell'allergia. Il malassorbimento non mi e' chiaro come si manifesta e mi sembra un po' improbabile, pero' ammetto la mia ignoranza non avendo mai sentito una storia cosi'. Comunque se le e' stata fatta una devitalizzazione non corretta credo che si possa ritrattare il dente senza anestesia, o, al massimo, si fa nel canale che non credo vada in circolo

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Nella mia esperienza mai, e sottolineo mai l'anestetico inoculato non ha fatto effetto. Posso aver raggiunto in (ahimè) moltissimi casi un picco di anestesia tale per cui il paziente avvertisse ancora qualcosa, ma sono sempre riuscito a portare a termine le cure che mi ero prefissato. Ci sono moltissimi normalissimi motivi per cui l'effetto dell'anestetico risulta tamponato o ridotto ma non è questo il posto per decriverli. Preferisco che un buon dentista la visiti e glieli spieghi. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Non conosco il malassorbimento che riferisce...in merito alla terapia endodontica giudicata incongrua è sempre possibile ritrattare il dente correttamente, anche senza anestesia.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig.ra, forse sono ignorante, ma non conosco la patologia da "malassorbimento da anestetici locali" e mi chiedo come possa anestetizzare altre parti del corpo una molecola, che è un sale, ad esclusivo uso topico,cioè locale. Se il sale non arriva in altre zone, come può anestetizzare questi siti lontani dal luogo di iniezione? La presenza tuttavia dell'anestesista suggerisce un ulteriore approfondimento, di natura allergologica. Tuttavia, in assenza di prove chiare, si rivolga ad un bravo specialista dentista, cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora è la prima volta in 30 anni di carriera che sento riferire questo problema. Sarei curioso di provare a farle l'anestesia per vedere se è vero!

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Sullo stesso argomento