Domanda di Sedazione Cosciente

Risposte pubblicate: 9

Al posto del protossido di azoto mi hanno consigliato l'anestesia generale

Scritto da Deborah / Pubblicato il
Buongiorno a tutti, Sono nuova di questo forum e vi ringrazio anticipatamente per i consigli che sarete in grado di fornirmi. Sono una ragazza della zona di Varese di 25 anni e i denti del giudizio da estrarre. Vi spiego la mia situazione: dopo aver consultato diversi dentisti, mi è stato detto da tutti che i due denti del giudizio inferiori (38 e 48 ) sono, per l'appunto, da estrarre così come il secondo molare destro (47) perché troppo compromesso. Il problema è questo: nonostante tenga molto alla mia igiene orale e ai miei denti, sono una paziente altamente fobica ma, quando si tratta delle classiche cure dentistiche, resisto senza fare troppe storie riuscendo a controllare la mia fobia. Ora però, visto che l'estrazione dei due denti del giudizio, in parte inclusi, comporta sedute lunghe (mi hanno detto che lo farebbero in due volte) e non è una classica visita, il mio problema mi blocca. Ho già fatto OTP e TAC e mi hanno detto che l'estrazione si può fare comunque senza problemi. Mi sono allora rivolta in due centri che praticano la sedazione con protossido di azoto ma mi sono state fornite le seguenti risposte: in uno, dopo avermi fatto un preventivo che comprendeva la sedazione cosciente, mi hanno detto che la applicano solo ai bambini e di rivolgermi quindi in ospedale dove opterebbero per la sedazione profonda o l'anestesia generale; nell'altro studio mi hanno detto che la sedazione cosciente non basterebbe dato il tipo di lavoro da fare e quindi mi hanno consigliato anche loro la sedazione profonda. Ora, a parte il costo di quest'ultimo tipo di anestesia, mi sono informata anche presso alcuni medici al riguardo e non sembrano molto convinti poiché sostengono ci sia il rischio che il paziente smetta di respirare e comunque la collaborazione, sempre da parte del paziente, è scarsa. Tuttavia la cosa che non riesco a comprendere è il motivo per il quale mi è stato detto che la sedazione cosciente non basta. Ho letto tantissimo al riguardo e ho ormai compreso che serve per rilassare il paziente, per evitare l'ansia e la fobia e per "ridurre" la percezione del tempo al paziente in modo che anche il dentista possa lavorare al meglio con questa tipologia di persone. So benissimo che il problema sono io ma questa volta, dato il tipo di intervento, non riesco a farmi passare l'ansia come invece succede le altre volte. Potreste spiegarmi perché, nonostante mi sia rivolta in centri che utilizzano questo tipo di anestesia, sono così restii e scettici al riguardo? Sembra che nessuno la voglia utilizzare tanto che, al posto del protossido di azoto mi hanno consigliato l'anestesia generale ovviamente non priva di rischi. Vi ringrazio anticipatamente per tutte le informazioni che mi saprete fornire. Deborah
Cara signora Deborah, buongiorno. Il suo esordio "dopo aver consultato diversi dentisti" non mi piace, devo essere sincero. Perché mai consultare tanti dentisti? Per un solo motivo: non ha pagato la Visita. Ed allora incominciamo da questo.Diffidi di chi non fa pagare la Visita! La Visita Gratis propende a far pensare che il Dentista sia "mediocre". Non esiste qualità a costi bassi! Come in un centro low cost, a basso costo dove fanno la visita gratis, la panoramica gratis etcetcetc! Ma purtroppo come accade anche da molti Dentisti Privati che non capiscono che La visita Odontoiatrica, ripeto , è un atto medico essenziale e "carico della cultura del medico e non può non essere fatta "pagare" con un giusto Onorario! Quindi se vuole un consiglio, scelga solo chi inizi una terapia o proponga o pianifichi una terapia, qualsiasi essa sia, solo dopo una adeguata visita Odontoiatrica completa e "colta"! Una visita Odontoiatrica è un atto medico importante e colto che richiede almeno un'oretta oltre un'altra mezzoretta per informare il paziente (consenso informato). Questo comportamento (della visita Gratis "che purtroppo è figlio di questi nostri tempi malsani e di questa nostra Società decadente" deve cessare! Io faccio il possibile. Una Visita Odontoiatrica è la massima espressione Culturale e di conoscenza Medico-Odontoiatrica e, se fatta come si deve , impegna il Cervello del Dentista per un'ora circa più una mezzora per le informazioni doverose di "consenso informato"! Legga come faccio io una Visita leggendo sul mio Profilo "VISITA PARODONTALE", ma vale come visita Odontoiatrica generale, perché la visita che si fa nel mio studio, a prescindere dal motivo per cui è venuto il paziente, è questa! E stia certo che tutte le patologie "saltano fuori"! Vada dal Dentista, scelto per Fiducia e Stima e non in base a visite gratis e preventivi apparentemente convenienti! Segua la "Vox Populi" o cerchi su questo portale in "Trova Dentista " in Home page digitando la città e leggendo i curricula. Poi digiti il nome del Dentista su un motore di ricerca e se il Professionista è uno studioso, troverà curriculum, foto di interventi, corsi, congressi, pubblicazioni. Saprebbe così che sta recandosi da un Dentista colto e che fa cultura, il ché è già un buon inizio! Ed ora veniamo alla sua domanda. I denti del giudizio in disodontiasi parziale o totale non richiedono "tempi lunghi" ma solo "manualità e capacità". Basta ed avanza una anestesia locale tronculasre potenziata con plessiche, a nestesie subperiostee ed intra ligamentose nello spazio parodontale o anche intraossee e si può procedere alla avulsione chirurgica ambulatoriamente con tutta tranquillità e relativa velocità! Ovvio che bisogna prima fare una Diagnosi prechirurgica clinica, semeiologica, anamnestica e radiologica in particolare per valutare i rapporti con le strutture ed organi importanti ed "intoccabili" viciniori. La sedazione con protossido di azoto può essere utile ma non è assolutamente indispensabile. Lei parla di "Centri" e non vorrei che fossero Low Cost! In ogni caso se hanno la Sedazione cosciente e non la usano, probabilmente l'hanno solo per "ichiamo delle allodole" oppure i suoi denti hanno rapporti talmente stretti col canale mandibolare che non "sanno" procedere alla loro avulsione! Parla poi di costi per una anestesia profonda e totale che non è assolutamente necessaria qualsiasi patologia avesse in relazione ai due denti, ovviamente. Vada in Ospedale allora , in un Reparto di Chirurgia Maxillo Facciale. La cureranno e pagherà solo il tecket sanitario! Se viole un consiglio , vada invece da un Odontoiatra chirurgo Orale o Maxillo Facciale, titolare di uno Studio Professionale Privato e avrà le avulsioni, sicure, tranquille, con o senza Sedazione che mi creda non è indispensabile. Tenga inoltre presente che la visita Odontoiatrica deve essere totale. Legga, nel mio Profilo "Visita Parodontale" che poi è la Visita Odontoiatrica che io Parodontologo ma anche Odontoiatra ed anche Medico faccio sempre, così come mia figlia Claudia, per qualsiasi motivo un paziente venga da noi! Tutto qui! Per venire alla sua domanda, l'ansia e soprattutto gli attacchi di panico immotivato, sono una Patologia Seria che deve essere compresa e non sottovalutata. Le consiglio, precisandole che la Fobia che lei descrive, è una vera e propria patologia psichiatrica dato che è indominabile ed irragionevole e che può essere espressione di patologie psicogene che non devono essere prese sottogamba come sembrerebbe avesse fatto fino ad ora, perché potrebbe essere la punta di un iceberg che ha base nell'inconscio e le cause in eventi traumatici, in genere dell'infanzia e che il suo io più profondo ha rimosso ed esteriorizzato in comportamenti diversi da quelli che avrebbe in situazioni di salute e benessere dell'inconscio! Ha bisogno quindi di una terapia Cognitivo Comportamentale Psicoanalitica ad opera di uno Psicoanalista se no per tutta la vita si porterebbe dietro queste patologie che le rendono difficile affrontare la realtà di tutti i giorni. Quindi la soluzione non è certo la Sedazione Cosciente per combattere e curare il Panico e i disturbi caratteriali presenti, perché sarebbe come prendere un antidolorifico per non sentire il dolore senza interessarsi delle cause e senza curarle! Spero che il concetto sia chiaro! Quindi, a prescindere dalla utilità della sedazione Cosciente che le consente giustamente di sottoporre se stessa ad una terapia che, ora, data una relativa certa urgenza, deve fare, la via corretta dal punto di vista medico per il bene della sua Salute è quella indicata! Per fare l'Odontoiatra occorre "polso" (polso che dipende dall'autorevolezza ed autorevolezza che dipende dalla Cultura, Preparazione, Professionalità). "Polso" e "Dolcezza"!Personalmente useremmo, mia figlia che esercita anche la Pedodonzia ed io, solo un approccio giusto, calmo, affabile con lei e riusciremmo a curarle il dente in modo tradizionale. In 36 anni di Onorata Professione non ho mai avuto bisogno di sedare un paziente anche il più "difficile", Fobico e con attacchi di panico o anche molto piccolo! Basta saperlo "prendere, per così dire"! Poi affrontata la sua eventuale "Patologia Psicogena", niente e nulla le vieta di avere la Sedazione Cosciente con Protossido d'Azoto se lo desiderasse, che può indubbiamente esserle di aiuto collaterale o magari anche solo con una blanda sedazione con benzodiazepine ma solo dopo accurata visita Clinica ed Anamnestica Locale e Generale Sistemica! Restando fermo quanto detto! Le dico però che col giusto approccio del Dentista, che deve avere pazienza, rispetto, "dolcezza" ma anche "polso" ed autorevolezza, si superano queste paure! In 36 anni, come le ho già detto, non "è fuggito" mai nessun paziente da me semplicemente con le "doti" su descritte! Ben venga comunque la Sedazione Cosciente che la seda tranquillamente se serve per superare questa fase acuta. La Sedazione Cosciente ha il pregio di poter affrontare la cura in una sola seduta e non in molte sedute come avviene con l'approccio Psicologico e Lei ha bisogno di una Terapia Immediata. Se immediata debba essere perché è tutto da dimostrare clinicamente e nella "realtà"! Per concludere sono "centri" evidentemente "sbagliati" queli che ha scelto. Cari saluti e stia tranquilla. Le sue avulsioni sono normalissima routine, qualsiasi fosse la situazione anatomo chirurgica presente. Ci mancherebbe altro. Si sta fasciando la testa prima di essersela rotta, come si suo dire e la sta "sbattendo" in posti sbagliati con Professionisti, per così dire, sbagliati!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Deborah come lei ha giustamente detto la sedazione con protossido serve a rilassare ed evitare momentaneamente ansia e fobia e potrebbe essere di aiuto a lei come a tutte le persone fobiche e si può applicare indipendentemente dall'età del paziente se non ci sono altri problemi di salute. Il perchè ed il motivo del rifiuto rimane un mistero poichè la tecnica della sedazione cosciente potrebbe essere assolutamente indicata per lei. Le posso dire che comunque situazioni simili alla sua si possono risolvere anche senza sedazione. In trenta anni di attività ho eseguito innumerevoli estrazioni del dente del giudizio senza ausilio alcuno della sedazione basta eseguire un colloquio preliminare, spiegare per bene tutte le fasi dell'operazione e soprattutto fare una giusta anestesia locale. Escluderei nella maniera più assoluta l'anestesia generale per questo tipo di problematiche poichè come giustamente lei dice non è priva di possibili complicazioni che non ne giustificano l'uso che deve essere riservato ad altri tipi di patologie. Cerchi su questo sito un dentista a lei vicino che sicuramente saprà aiutarla. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Deborah, perché perde tempo richiedendo ai medici quello che non è indicato nel suo caso? Le cose sono semplici: diagnosi, anamnesi e proposta di cure, tutto qua senza interferire, questa è la strada che le darà meno complicanze.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Prima dovrei vedere la radiografia, poi valutare che sintomi le danno i suoi denti del giudizio, terzo fatto un discorso sereno, si chieda cosa vuol fare, l'estrazione dei denti del giudizio non necessita di alcuna anestesia, se è agitata basta che assuma un ansiolitico qualche ora prima dell'estrazione, io le impongo di stare tranquilla l'estrazione in oggetto è per un chirurgo serio un intervento semplice, ben altri sono gli interventi cui dobbiamo preoccuparci

Scritto da Dott. Luigi Malavasi
Castiglione delle Stiviere (MN)

Signora Deborah, lei ha avuto la sfortuna di consultare gente, scarsamente informata e/o incompetente. Vi è un dato reale e che solo recentemente L'Italia si sta aprendo alla Analgesia Cosciente, che mi sembra faccia proprio al suo caso. Io utilizzo questo metodo fin dai primi giorni post Laurea (in Svizzera nel lontano 1967!!) e ha sempre funzionato bene e con grande soddisfazione da parte dei miei pazienti. (Quella specie di terrorista che le ha detto che la paziente "potrebbe smettere di respirare" andrebbe denunciato !!!). Si faccia aiutare dalla locale Associazione Dentisti Italiani per trovare chi pratica questo metodo seriamente e vada tranquilla. Cordiali saluti 
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Adolfo Braga
San Giustino (PG)

Solitamente l'approccio con sedazione cosciente è sufficiente, anche nel paziente fobico, per eseguire interventi chirurgici medio - complessi. L'anestesia generale è riservata solo a pazienti assolutamente non collaboranti e "terrorizzati" dal dentista, e comunque capisco che siano restii i colleghi a volerla effettuare (comporta un maggior rischio biologico, oltre ai costi ovviamente).

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Dobbiamo distinguere due tipi di sedazione cosciente. La prima è inalatoria con protossido d'azoto e ossigeno. La seconda è endovenosa farmacologica. Quella con protossido è estremamente efficace, del tutto innocua, e di facilissima fruizione per il paziente (che potrà tornare a casa sulle sue gambe e guidando la macchina. Pochi la usano per tanti motivi, anche culturali (mancanza della cultura della ANSIOLISI) o economici etc. La invito a leggere i miei numerosi articoli su questo sito e sui miei siti per vedere cosa è. Poi se mi vuole contattare, forse io posso trovarle uno studio a lei vicino dove facciamo sedazione inalatoria e buona chirurgia. La farmacologica va fatta da personale addestrato (dentista con master in sedazione o anestesista etc) e richiede macchinari per il monitoraggio delle attività vitali (altrimenti è pericolosa, come le hanno detto). La inalatoria con protossido no. La totale è estremamente rischiosa in proporzione alle estrazioni che deve fare
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gent.ma Deborah La sedazione cosciente inalatoria è un trattamento semplice che richiede da parte del paziente un pò di esercizio (respirare col naso ma con la bocca aperta ovviamente) ed è efficacissimo, la utilizzo personalmente cioè anche su me stesso. Abbia fiducia in chi la propone. Cordialmente

Scritto da Dott. Luigi Piola
Legnano (MI)

Nel paziente fobico il protossido d'azoto ha dei limiti e sicuramente la sedazione endovenosa permette di ottenere dei risultati del tutto sovrapponibili all'anestesia generale senza avere gli stessi rischi, necessario che lei trovi strutture autorizzate all'esecuzione di trattamenti in sedazione endovenosa importante sapere che noi chirurghi lavoriamo meglio nel paziente collaborante e quindi sedato che nel paziente che dorme per l'anestesia generale Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento