Domanda di Ricostruzioni

Risposte pubblicate: 12

La durata delle ricostruzioni in composito di quanto può essere se si sta attenti?

Scritto da Angelo / Pubblicato il
Salve, ho deciso di ricostruire i 4 denti anteriori superiori (i due incisivi e i due accanto), in quanto spezzati, gli incisivi, e di forme irregolari gli altri. Ho sentito un dentista che mi ha consigliato dopo avergli detto che non ho le finanze per le faccette ceramiche, di ricostruirli in composito, senza limarli preventivamente, rendendo regolari quelli a fianco degli incisivi, chiudendo gli spazi in quanto sono anche piccoli. Inoltre mi ha detto che può ricostruirli da solo, oppure, con costo più alto ma con l'aiuto di un tecnico, cosa mi consigliate? Altri dubbi: - la durata delle ricostruzioni in composito di quanto può essere se si sta attenti? - Ingialliscono col tempo? - Se faccio una pulizia con sbiancamento, come si comportano? grazie in anticipo a tutti professionisti che risponderanno.
Queste ricostruzioni in composito, se ben fatte, possono avere un valore estetico e funzionale molto elevato, e durare tantissimo. Se si ingialliscono un po', lucidandole riprendono il colore buono. Se li sbianca, il composito non segue lo sbiancamento (meglio farlo prima semmai, ma poi va rifatto periodicamente e in ogni caso i compositi non gradiscono le procedure di sbiancamento, a parte il colore) . Se il tecnico prepara mascherine per aiutare il dentista a posizionare il composito di certo viene meglio perchè sennò, viceversa, tutto sta nella manualità e l'occhio del dentista che però lavora "live" e non in laboratorio..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Caro signor Angelo, che strana storia!" Inoltre mi ha detto che può ricostruirli da solo, oppure, con costo più alto ma con l'aiuto di un tecnico, cosa mi consigliate? " O si è spiegato male lei o si è spiegato male il suo Dentista! Non ha senso questa frase. IL tecnico nella ricostruzione conservativa in composito dei denti non centra niente. Non capisco. Forse intendeva dire che anzichè ricostruirli in composito li avrebbe potuti riabilitare con delle corone di protesi fissa in oro-ceramica o in zirconio ceramica o in altro materiale non prezioso per risparmiare, anche se inferiore come qualità. In questo caso occorre prendere delle doppie impronte di precisione dopo aver preparato i monconi e i relativi provvisori ed inviare il tutto in laboratorio dove il tecnico sui modelli sviluppati dalle impronte del Dentista, costruisce la cappetta in oro o in zirconio (in questo caso con tecnologia CAD/CAM) che il dentista prova in bocca, ritocca, controlla la gnatologia e la chiusura della spalla del moncone e con altra impronta di posizione e ribasatoli in materiali speciali, rinvia in laboratorio per fare costruire la porcellana che riprova in bocca grezza, per valutare estetica e funzione gnatologica e colore e forma e rapporti con le gengiva ed infine rinvia in laboratorio per la glassatura e l'ultima cottura in forno e rifinitura o correzioni da lui annotate per gnatologia. forma o colore o altro! Infine torna in studio ed il Dentista la cementa definitivamente sui monconi preparati. Questo tra l'altro è la soluzione secondo me migliore perchè non provoca sovradimensinamenti coronali pericolosi per la salute parodontale e per l'estetica come accade con le ricostruzioni in composito o con faccette estetiche.Legga nel mio profilo "Le protesi dentali fisse Excursus su i vari tipi di protesi fisse. Consigli e suggerimenti per i pazienti"Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Angelo, la ricostruzione in composito si può fare, ma essendo resine caricate è chiaro che nel tempo tenderanno a cambiare di colore. In caso di sbiancamento, è meglio non farlo, perché il dente vivo potrebbe sbiancarsi ma non così i restauri. Le consiglio per il momento di farlo fare. Non c'è bisogno di tecnico, ci vuole solo una buona mano da parte del professionista. Cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Salve Angelo, le ricostruzioni, devono di tanto in tanto essere lucidate e qual'ora fosse necessario devono essere rifatte. Ogni quanti anni? le linee guida parlano di 3-4 anni.. però fortunatamente questi tempi si dilatano sempre più sia grazie alle proprietà dei materiali, oggi ancor più tenaci ed estetici di un tempo, sia grazie alle tecniche conservative sempre più avanzate. Le visite periodiche sono l'unico modo per salvaguardare la durata delle otturazioni, arrivando così a durare molti più anni di quanto precedentemente scritto. Un saluto e buona fortuna.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Sig. Angelo, ha problemi economici, carie cervicale al canino e mi parla di sbiancamento! Lei non finirà mai di spendere soldi nella sua bocca e diminuendole condizioni della sua salute. A questo punto giocare al risparmio pensando di ottenere un’estetica senza masticare è deleterio, il mio consiglio è di curare seriamente la sua salute investendo inizialmente con delle corrette cure che potrebbero essere anche ortodontiche per arrivare a un mantenimento a vita dei suoi denti. Mi scuso per essere stato, forse, un po' troppo diretto nei suoi confronti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

La sua domanda è come se mi chiedesse quando durano le mie scarpe nuove, se ci cammino con precauzione. Dalla foto allegata, si tratta di un problema solamente estetico, una questione molto secondaria, per chi non è coinvolto emotivamente. Faccia la ricostruzione con la plastica adesiva che si chiama composito, che durerà tanto da giustificare la spesa. La plastica ingiallisce con il tempo, però le ricordo che niente è eterno, come la vernice della sua macchina. Quando rottamerà la macchina, rinfrescherà la plastica. Le faccette in vetro sinterizzato dette porcellana sono molto più care, e molto tecniche e se vanno a male, il guaio è grosso e le spese sono più alte. Non conoscendo il suo carattere e le sue priorità di spesa, non so cosa consigliare. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Egregio Signor Angelo, per ricostruire i suoi denti con faccette, metodo ideale nel suo caso, lei ha già compreso la differenza di qualità. Provo a farle una "scaletta": 1) le migliori sono quelle in ceramica feldspatica costruite a misura dei suoi denti col metodo CAD-CAM; 2) faccette in ceramica tradizionale lavorate artigianalmente in laboratorio su misura dei suoi denti; 3) faccette in ceramica feldspatica preformate ed adattate con composito ai suoi denti; 4) faccette in composito lavorate artigianalmente in laboratorio su misura dei suoi denti; 5) faccette preformate in composito ed adattate con composito ai suoi denti; 6) faccette o ricostruzioni in composito eseguite direttamente dal dentista sui suoi denti. Le faccette preformate sono industriali e vengono adattate dal dentista sui denti, mentre quelle artigianali vengono fatte dal dentista con la collaborazione dell'odontotecnico e vengono applicate dal dentista. Tutti i tipi di faccette possono essere pulite periodicamente presso lo studio del dentista. Tutti i tipi di faccette non cambiano il loro colore con i trattamenti sbiancanti, al contrario dei denti naturali. Le faccette in ceramica non ingialliscono col tempo, mentre quelle in composito si. Le faccette artigianali fatte a misura sono più costose di quelle preformate, e quelle in ceramica sono più costose di quelle in composito (costi dal tariffario nazionale ANDI fermo al 2008 e non vincolante per nessun dentista: 500-1000 euro); le faccette preformate ed adattate hanno un costo nettamente inferiore ma sono quasi altrettanto valide (costi 100-300 euro). Spero di averle dato una risposta esauriente, anche se molto schematica, sperando di averle fornito un valido indirizzo nella scelta e nelle valutazioni delle sue possibilità economiche. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Il composito, usato correttamente, nelle zone incisali, dove il carico masticatorio è minimo, ha un'ottima durata. Anche una decina di anni, o più con una buona manutenzione (non ci si deve spazzolare troppo energicamente sopra,...). Non ha senso sbiancare il materiale artificiale, quindi in caso di sbancamento domiciliare, nelle zone ricostruite non va applicato. Viceversa facendo uno sbiancamento dopo le ricostruzioni, queste se ben fatte, si noteranno di più perchè ovviamente non cambiano colore. Ne tenga conto.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Enrico Cauli
Roma (RM)

Gentile Sig. Angelo, si sbiancano i denti e non i compositi. Siccome poi lo sbiancamento non è definitivo, ma il colore tende a tornare come prima, rischia di dover effettuare uno sbiancamento a scadenze regolari. Comunque ricostruzioni in composito fatte in mani esperte possono egregiamente risolvere il problema. Se poi si costruisce un mascherina in silicone fatta in base a una ceratura diagnostica il risultato sarà migliore. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Buongiorno, se vuole può dare un'occhiata alle immagini che ho messo nel mio profilo. La ricostruzione dei denti anteriori con materiali compositi è una pratica vecchia di anni che, se ben eseguita, da risultati duraturi nel tempo, a patto che il paziente prenda l'abitudine di non mordere cibi duri, ma di spezzarli e inserirli in bocca per una masticazione con i molari. Resto, visto che siamo abbastanza vicini, a sua disposizione se volesse ricevere una visita e un preventivo gratuito in studio.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Pierluigi Scaglia
Calenzano (FI)