Domanda di Ricostruzioni

Risposte pubblicate: 11

Mio figlio di 7 anni ha rotto 5gg fa i due incisivi superiori.

Scritto da Paolo / Pubblicato il
Mio figlio di 7 anni ha rotto 5gg fa i due incisivi superiori. Dalla panoramica fatta al pronto soccorso odontoiatrico della mangiagalli di Milano non emergono problemi interni ai denti che risultano vitali ai test del freddo. I frammenti portati in ospedale non sembravano combaciare perfettamente e non sono stati riattaccati. La domanda che volevo porre è : quando è conveniente procedere con una ricostruzione, considerato che i denti sono ancora in fase di estrusione? La ricostruzione può essere necessaria, oltre che consigliabile per il semplice fattore estetico? A che problemi vado incontro con la ricostruzione ? Che elementi devo considerare qualora volessi confrontare le proposte di ricostruzione di dentisti differenti ? Il materiale utilizzato? Tecniche ricostruttive particolari?
Caro Signor Paolo, i frammenti non avranno combaciato perfettamente ma li si sarebbe potuti usare lo stesso per ricostruire molto più esteticamente gli incisivi! In ogni caso si possono ricostruire lo stesso coi materiali estetici o con altri metodiche molto buone e con eccellenti risultati per portarlo alla fine dello sviluppo e poter quindi fare una doppia corona definitiva in materiale idoneo! Ricostruirli significa comunque andare incontro nel tempo a rifacimenti perchè si consumano, si possono fratturare etc, ma non è un problema. Non è solo una questione estetica ma anche funzionale e gnatologica di disclusione incisiva adeguata per proteggere i denti posteriori in protrusiva! Niente di particolare. Si ricostruiscono con compositi estetici normalissimi e con tecniche normalissime alla portata di qualsiasi Dentista!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Innanzitutto vanno considerate le condizioni generali del bambino. Visto che si tratta di 5 gg fa possiamo asserire che il fatto acuto del trauma sia passato e che adesso il paziente stia bene. Se non vi sono problemi gengivali, ovvero tutta l'energia cinetica dell'impatto che ha originato la frattura dentale si sia esaurita a livello coronale si può già procedere ad una ricostruzione in materiale composito. Non ha nessun senso procedere con una ricostruzione temporanea. Si prende una impronta parziale in alginato, si ricostruiscono i frammenti mancanti con cera e si prende un calco o mascherina in silicone, che portata in bocca consentirà di effettuare delle ricostruzioni con la corretta giustapposizione degli strati di colore che creeranno l'illusione della trasparenza e della profondità del colore. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile paziente, le suggerisco la possibilità di faccette dentali in ceramica: si incollano sul dente naturale recuperando le parti fratturate ed hanno 3 caratteristiche fondamentali: -estetica simile ai denti naturali -risultato estetico che si mantiene nel tempo -possibilità di funzione (mordere) senza eccessivi patemi d'animo. E' una terapia sostanzialmente definitiva che accompagnerà la parte più importante della vita di suo figlio senza alterare la sua immagine di sorriso. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Armando Ponzi
Roma (RM)

Suo figlio è stato comunque fortunato nell'incidente perche i denti hanno conservato la vitalità. E' quindi assolutamente necessario preservare questa vitalità e pertanto procedere immediatamente alla ricostruzione. Non è necessaria al momento una ricostruzione estetica, ma solo una protezione che protegga la sensibilità della polpa e la preservi dagli stimoli esterni. Se poi si può fare una ricostruzione estetica tanto meglio, ma questa potrà essere comunque fatta in avvenire. Mi spiace che i frammenti non siano stati considerati idonei per la ricostruzione, perché con questi la ricostruzione sarebbe stata sicuramente estetica fin dall'inizio prof.Giuliano Falcolini, già docente ordinario di Pedodonzia presso l'Università di Sassari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)

Sig. Paolo, i denti frontali permanenti fratturati andrebbero ricostruiti il prima possibile, per proteggerli dagli insulti chimico fisici consentendo di preservare la vitalità. Il non aver utilizzato i frammenti non congrui ritrovati è una scelta corretta, perchè la ricostruzione ben eseguita da risultati superiori. In questi casi un professionista che utilizza la diga è da preferirsi.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

La cosa migliore di tutti è il reincollamento dei frammenti. Anche se non combacianti perfettamente, il composito che farà da collante del colore giusto, colmerà le imperfezioni del combaciamento. Ma ora, dopo tutti questi giorni, i frammenti si sono disidratati ed hanno perso il colore originale. Andava fatto immediatamente. Sarebbe stato meglio da tutti i punti di vista possibile. Ora sinceramente non so se è possibile ancora reidratarli e reincollarli. Questo perchè io, se me li portano, lo faccio al'istante.. Ma un buon dentista pediatrico può tentare. Di certo non possono stare cosi', con la rima di frattura esposta che è porta di ingresso dei germi. Anche nelle grandi città c'è poco da sperare mediamente dal pronto soccorso odontoiatrico. C'è, in giro, qualche reparto davvero pronto e preparato ai traumi dentali, ma questa è un'altra delle innumerevoli "piaghe" della sanità nazionale. Ora però niente di particolarmente grave, va portato il bimbo per la ricostruzione, e per il controllo PERIODICO a date stabilite, per tutto il tempo necessario (anche a distanza di un anno e più) a fare i test di vitalità per prevenire la necrosi della polpa che se pur rimediabile sarebbe altra conseguenza da evitare. Forse il vero problema è che il bimbo era comprensibilmente agitato e il dentista non era in grado di fronteggiare il suo stress. Quindi ha desistito da quella che probabilmente anche lui sapeva fosse la terapia di elezione. Consiglio vivamente (conosco anche dove a MI) di portarlo dove si usa la sedazione con protossido. legga se vuole cosa è nei miei articoli qui nel sito. Se non c'è la possibilità di reidratare e reincollare i frammenti, al cosa giusta è un buon composito che ricostruisca le parti fratturate, per ora sconsiglio vivamente terapie meno conservative di questa vista la giovanissima età. C'è tempo per corone e faccette quando sarà grande se proprio necessario. Ma i compositi odierni se ben maneggiati fanno miracoli per lunghissimi anni..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Buongiorno, la frattura dei denti anteriori di suo figlio è una problematica da non sottovalutare, momentaneamente la ricostruzione va bene poi alla maturazione scheletrica si potrà decidere sul da farsi, il problema sta nella vitalità di questi denti in quanto dopo un trauma il dente può andare in necrosi anche dopo un periodo lungo di tempo quindi va fatto un controllo periodico della situazione in oggetto, va però anche compreso come è avvenuto l'incidente, se vi possono essere traumi all'articolazione temporomandibolare, se vi sono reponsabilità a carico di qualcuno, se l'infortunio è coperto da assicurazione o no. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Carlo Alberto Rossi
Milano (MI)

Gentile Sig. Paolo, i denti vanno ricostruiti in composito per evitare che batteri colonizzino la dentina. Nel tempo bisogna controllare la vitalità dei denti e in età più adulta, se l' estetica non è soddisfacente, si possono eseguire altre metodiche di ricostruzione. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

I denti devono essere ricostruiti e con le tecniche adesive si possono ottenere risultati estetici con approccio conservativo. E' importante che la vitalità dei denti venga costantemente monitorata negli anni a seguire poichè il trauma può creare la necrosi della polpa anche a distanza di tempo.

Scritto da Dott. Paolo Fulgenzi
Pescara (PE)

Caro Paolo, se i tessuti labiali non sono eccessivamente edematosi, la ricostruzione in materiale composito và effettuata immediatamente. Nei mesi successivi e per almeno due anni và controllata periodicamente la vitalità dei due denti. Faccette in ceramica od altri presidi esageratamente complessi vanno scartati a priori. Intanto bisogna provvedere ad un completo sviluppo dentale ed osseo del bambino. In età adulta si vedrà, a seconda delle esigenze del caso

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia