Domanda di Ricostruzioni

Risposte pubblicate: 17

Vorrei sapere se mi conviene rifare la ricostruzione in composito o agire in modo diverso?

Scritto da maddalena / Pubblicato il
Salve, da bambina mi ruppi l'incisivo sx, e feci subito la ricostruzione in composito. Dopo pochi anni mi sono ritrovata di nuovo con il dente spezzato (credo per l'usura), e l'ho lasciato così per diversi anni. Qualche mese fa ho fatto il test di vitalità del dente, e risulta sano. Vorrei sapere se mi conviene rifare la ricostruzione in composito, o se agire in modo diverso, magari più duraturo. Grazie per l'attenzione
Gentile Maddalena, alla sua età è lecito e giustificabile porsi tale quesito ma per poterle rispondere bisognerebbe conoscere l'estensione della frattura che solo il suo odontoiatra potrà rilevarla a seguito di visita obiettiva. Per non lasciarla, comunque, delusa le posso anticipare che oggi, e, qualora se ne ravvisino i presupposti, esistono ottime tecniche più estetiche della ricostruzione in composito, quali ad es. le faccette in ceramica ovvero quelle che già esistono in commercio preconfezionate e da adattare al dente successivamente e l'unico handicap è solo il prezzo più esoso. Cordiali saluti e buone feste
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Fratture denti e loro terapia. Da casistica del Dr. Gustavo Petti e della Dr.ssa Claudia Petti di Cagliari
Cara Signora Maddalena, dipende dalla estensione della frattura della corona, decidere se fare una terapia o altre terapie. Se è solo la parte del terzo-quarto incisale, ossia poco, può rifare la ricostruzione estetica che però col tempo tende a consumarsi o a fratturarsi perchè gli incisivi assolvono al duro compito di guida incisiva di disclusione in protrusiva, ossia portando i denti di sotto in avanti in testa con quelli superiori, caricandoli così e stressandoli. Per avere un lavoro "definitivo" bisognerebbe fare una corona protesica in porcellana integrale o oroporcellana o zirconio porcellana. Se poi la distruzione del dente fosse notevole tanto che il moncone preparato protesicamente sarebbe insufficiente in altezza per dare una buona e giusta ritenzione, allora bisognerebbe devitalizzare il dente, fare un pernomoncone in fibra o in oro e una corona come su descritta. Solo visitandola si potrebbe scegliere la terapia dopo avere fatto una diagnosi! Le lascio una foto di fratture di denti e delle loro terapie precisando che una faccetta in ceramica o altro materiale sarebbe buona ma a lungo andare, col passare del tempo avrebbe problemi proprio per quelle forze descritte che la faccetta non è in grado di sopportare a lungo, in linea di massima.Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Una corretta ricostruzione in composito eseguita da un collega esperto in conservativa estetica, può essere duratura ed esteticamente darle un risultato sicuramente soddisfacente. La faccetta o la corona in ceramica può avere una durata maggiore ma è più invasiva. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora, le ricostruzioni, tipo la sua, su centrali sono estremamente estetiche...il problema è che andrebbero usate con un pò di attenzione, cioè evitare di addentare alimenti troppo consistenti, non mangiarsi le unghie..... Darle un consiglio valido circa le migliori soluzioni è impossibile per chi scrive, non conoscendo la reale situazione odierna. Le alternative le sono già state suggerite dai Colleghi: tenga presente il parere del suo dentista che può valutare meglio di noi la situazione.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

Gentile Sig.ra Maddalena, visto la sua giovane età e la vitalità del dente io preferirei tecniche conservative. Non conosco però l'entità della frattura e se vi sono problematiche occlusali. Sicuramente una ricostruzione in composito non può usurarsi in pochi mesi, se è accaduto devono esserci dei motivi. Personalmente cercherei un bravo dentista e mi fiderei del suo giudizio. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

La ricostruzione in resina composita dovrebbe essere la sua prima scelta perché questa procedura ha il più basso costo biologico. Auguri!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig.ra Maddalena, sottoscrivo tutto ciò che hanno scritto i colleghi che mi hanno preceduto, pertanto non mi rimane che augurarle Buon Natale!!

Scritto da Dott. Antimo Perfetto
Sant'Antimo (NA)

Di faccette ne esistono di vario tipo..... Io le consiglio senza ombra di dubbio una faccetta in ceramica lumineers. La quale per essere montata non richiede nessuna limatura, nessuna anestesia e sono garantite 20 anni. L'unica controindicazione e' il costo........ Ma in 20 anni sicuramente le costerebbe di più rifare la ricostruzione in composito ( che durerà sempre di meno) ovviamente deve rivolgersi ad un collega certificato lumineers. Consultando il sito può trovare un professionista dalle sue parti. Ps consideri anche la soddisfazione estetica
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Franco D'Ambrosio
Marino (RM)

Gentma Maddalena, opterei per una ricostruzione in composito. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Gentile Maddalena, si deve fare un esame clinico per darLe il consiglio migliore. In linea di massima si può rifare una ricostruzione in composito o, se la perdita di sostanza dentale è estesa, anche una faccetta in ceramica che ricopre tutta la superficie esterna del suo dente e parte di quella interna. Segua il parere del suo dentista, cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Rosalba Pavone
Roma (RM)