Domanda di Ricostruzioni

Risposte pubblicate: 20

Frattura incisivi superiori

Scritto da gregorio / Pubblicato il
Buongiorno dottore ! Sono il padre di una bimba di 10 anni che cadendo ha subito una frattura di entrambi gli incisivi superiori. Uno manca per ¾ quindi la parte di dente rimanente esterna è di circa 3 mm, mentre l’altro si è rotto per ½ , quindi la parte rimanente esterna è di circa 4-5 mm . Entrambi gli incisivi sono vivi, infatti la bimba avverte moltissimo il caldo e il freddo. Il problema è che nel giro di un anno abbiamo effettuato circa 5-6 ricostruzioni per dente, sempre dallo stesso dentista, poiché inesorabilmente le ricostruzioni cadono, in modo pressoché alterno, anche a volte dopo pochi giorni. Vorrei specificare anche che tali ricostruzioni si sono staccate di giorno , di notte, mentre mangiava, mentre beveva o semplicemente mentre guardava la televisione, questo fa capire che il problema non è da attribuire ad una causa di mordizione. Abbiamo anche provveduto a fargli fare un byte su misura, che puntualmente indossa ogni sera, poiché inizialmente credevamo che il distaccamento della parte ricostruita dipendesse da bruxismo che a volte in passato ha dimostrato di esserne affetta, ma ciò non ha risolto il problema. A questo punto non sappiamo più che fare, considerando che ad ogni ricostruzione il dentista è costretto ad intervenire con una leggera raschiatura sulla restante parte di dente per permettere l’attecchimento della resina ricostruttiva. Continuando in questo modo non facciamo altro che peggiorare il problema poiché si riducono sempre più i suoi denti oltre che a deprimere sempre più la bimba. Cosa ci consiglia ?
Sig. Gregorio, Lei ha centrato il problema nella sua vera essenza in quanto ripetute ricostruzioni degli incisivi fratturati non fanno altro che aggravare ulteriormente il danno. D'altra parte se le ricostruzioni sono state effettuate con moderni ed efficaci sistemi adesivi è poco spiegabile che cadano ripetutamente. Le suggerisco, pertanto, di suggerire al suo dentista di utilizzare sistemi adesivi più efficaci e/o di cambiare dentista e di far capire a sua figlia che deve evitare di addentare i cibi con molta forza. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sono d'accordo con la risposta del Collega Santomauro, in tutte le sue parti, specie quando consiglia di rivolgersi altrove! Io ho casi simili, ricostruiti con le primordiali tecniche di anni come il 1985, E STANNO ANCORA SU!! Io temo che si tratti non di un dentista, ma di un abusivo. Lei è sicura che è laureato??? Controlli bene, chiedendo al locale ordine dei medici ed odontoiatri. Se non è laureato, chieda all'ordine dei medici di sostenere ed aiutarla in una causa per risarcimento danni e denuncia per esercizio abusivo. Se l'ordine dei medici non la sostiene.. ce lo faccia sapere a noi!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente, come evince dalle risposte dei colleghi, si pone l'attenzione sulla qualità delle prestazioni erogate. Certamente la situazione è complessa ma non posso che esprimere anche io perplessità sulla tecnica adoperata. Richiedere un intervento ad un altro professionista - soprattutto quando non si ottengono i risultati sperati - non è sbagliato, anzi è indispensabile. Il suo dentista come giustifica il distacco? Normalmente queste ricostruzioni - anche se massicce - resistono nel tempo, quindi... Cordialmente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Scandale
Roseto degli Abruzzi (TE)

Salve signor Gregorio, le consiglio di rivolgersi ad uno specialista della conservativa. Credo ne troverà tanti nella sua zona.. cerchi anche qui nel portale. Le otturazioni che cedono dopo così poco tempo possono essere frutto di un errore di tecnica... o di una valutazione occlusale errata. Non mi viene null'altro.. cordialmente, Gianluigi Renda

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Concordo coi colleghi e suggerisco anche di verificare nel tempo la vitalità dei denti fratturati, soprattutto dell'incisivo dx che, a quanto dice, è molto sensibile agli stimoli termici... cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Elisabetta Farnararo
Fiesole (FI)

Gentile sig Gregorio, giustissime le perplessità dei colleghi sull'operato del collega. Chieda espressamente quale è stata la tecnica di adesione utilizzata, e soprattutto se è stata utilizzata la diga di gomma. Spesso nei piccoli pazienti, notoriamente poco collaboranti, viene omesso questo passaggio, e il risultato può essere solo questo. Anche nella sua zona comunque ci sarà un odontoiatra specializzato in pedodonzia che saprà ricostruire gli elementi fratturati in maniera congrua e duratura. Giustissima la considerazione della collega Farnararo di controllare la vitalità dei denti nel tempo. Spesso anche nel caso di ricostruzioni perfette si assiste a pulpiti irreversibili che portano a necrosi del dente anche a distanza di tempo dall'evento traumatico. Cortesi saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Non sarei così categorico nel condannare il collega curante. Probabilmente non ha considerato altre problematiche della piccola paziente come la malocclusione, certamente presente, dato che soffre di bruxismo. Inoltre, e parlo per mia esperienza pluriennale, i piccoli pazienti offrono scarsa collaborazione. Il caso é da valutare attentamente come tipo di frattura e come occlusione, prima di passare alla fase restaurativa.

Scritto da Prof. Vito Antonio Tomasicchio
Bari (BA)

Gentile Sig. Gregorio, i Colleghi che mi hanno preceduto le consigliano di portare sua figlia da un altro Dentista che utilizzi sistemi adesivi più efficaci, fino a mettere in dubbio la professionalità del Dentista (ha controllato la sua iscrizione sull'Albo?) al quale si è già rivolto. Certamente 5-6 ricostruzioni fallite in un anno sono tante, ma la base sulla quale effettuare il restauro è davvero piccola e non offre garanzie sicure per un restauro stabile nel tempo ed adatto alla vivace attività di una bambina di 10 anni! Esistono però metodi ricostruttivi più efficaci, anche se più costosi: l'applicazione di una faccetta adesiva sulla superfice frontale del dente, capace di tenere unito il restauro al monconcino naturale. Ci sono faccette ceramiche più sottili di una lente a contatto, fatte su misura del dente e col sistema "cad cam" (cioè non artigianali ma industriali), che si incollano sul dente così com'è, senza raschiarlo minimamente, e sono molto resistenti ed esteticamente bellissime. Un domani possono essere asportate per abrasione, sempre senza danneggiare il dente, per essere sostituite con altre o con ricostruzioni di altro genere. Un sistema simile è quello "Lumineers" (cerchi il sito, dove troverà anche i Dentisti abilitati a questa tecnica). Oppure faccia altri tentativi di semplice ricostruzione adesiva presso altri Dentisti, sperando di essere più fortunato. Intanto tenga presente che il dente incisivo di sua figlia sta per andare incontro a pulpite irreversibile, dato che comincia ad essere sensibile non più solo agli stimoli termici del freddo, ma anche del caldo, per cui il rimedio diventa la devitalizzazione...! Cordiali saluti ed auguri alla bambina per un'ottima risoluzione del problema.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Gregorio ... sono in piena sintonia con i 6 colleghi che hanno risposto prima di me ... vorrei sottolineare il fatto che non è possibile che i denti ricostruiti si fratturino così come da lei descritto, evidentemente c'è qualcosa di sbagliato nella tecnica o/e nei materiali usati... PERSONALMENTE ho esperienza di centinaia di denti ricostruiti in bimbi tanti anni fa che sono tutt'ora in bocca! Il bite in una bimba di 10 anni è presidio terapeutico da usare con grande cautela e professionalità, da uno gnatologo... anche se le posso dire che di regola non si usa... quello che lei chiama bruxismo non è niente altro che il digrignamento normalissimo che molti bimbi hanno durante la permuta dei denti....quinti ATTENZIONE!!! Per la ricostruzione, con adesivi adeguati e tecnica adeguata NON CI SONO PROBLEMI (incluso l'uso della diga per isolare i denti dall'ambiente orale, sua umidità (il respiro basta e avanza per compromettere una ricostruzione così vasta)... in quei rari casi in cui fosse necessario avere ritenzione ulteriore, esistono dei pernini parapulpari (ossia che non entrano nella polpa) che trattengono la ricostruzione estetica ... ...la raccomandazione è di affidarsi ad un Dentista meglio se Pedodontista, capace. Per mantenere la vitalità dei denti in causa, per non inficiare lo sviluppo e la chiusura degli apici ...una volta chiusi si possono fare ricostruzioni più sicure ancora con perni moncone e corone ovviamente singole e separate e da sostituire periodicamente per non interferire con la crescita dei denti e i loro rapporti gnatologici con gli antagonisti e tra di loro...questo in linea di massima...ma l'ho voluto specificare per farle capire che soluzioni ne esistono tante e che va usata "intelligenza", "preparazione", "cultura" "professionalità", "professionismo"......noi siamo medici e dobbiamo prenderci cura dei nostri pazienti....ossia curarli...semplice no?.........Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Gnatologia, Implantologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Caro paziente sono concorde con i precedenti colleghi a riguardo delle possibili tecniche ricostruttive proposte, ma suggerisco di osservare l'eventuale onicofagia della piccola paziente, infatti se la bimba ha questa abitudine viziata, peraltro facilmente individuabile, potrebbero spiegarsi i continui distacchi. In genere lo specialista dovrebbe sempre prima di eseguire restauri cosi importanti accertarsi della presenza di queste abitudini viziate cosi come il mordicchiare matite o bruxare i denti in modo parossistico. Segua tranquillamente i consigli ricevuti ma controlli eventualmente queste abitudini che dovrebbero essere risolte. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gianfranco Paolini
Milano (MI)