Domanda di Retrazione gengivale

Risposte pubblicate: 7

Esito di una ortopantomografia

Scritto da Michele / Pubblicato il
Salve vorrei un informazione su un esito di ortopantomografia. Nel referto si legge "iniziali manifestazioni di recessione alveolare ad entrambe le arcate". Segni di sofferenza radicolare 17,18,16 e 27. Chiedo a voi perchè non ho possibilità di consultare il mio medico per i prossimi 15 giorni, ho effettuato questo esame per capire (sempre sotto consiglio del mio medico) se il caso di alopecia alla barba poteva essere correlato. Grazie
Caro Signor Michele, anche se non è mia abitudine risponder su referti letti, visto che è in ansia e non può contattare il suo Medico ed il suo Dentista, cercherò di risponderle. Il referto descrive con terminologia inappropriata, una alterazione del profilo osseo che se confermato clinicamente dalla presenza di tasche parodontali, misurate con sondaggio parodontale potrebbe far pensare ad una Parodontite. La sofferenza periradicolare farebbe pensare ad una sofferenza plurima periapicale per infezioni endodontiche, granulomi o cisti. E' solo un sospetto diagnostico e dirlo è impossibile senza visitarla e senza farle delle analisi cliniche, in ogni caso la possibilità reale esiste: i Granulomi, come tutte le infezioni, come Parodontiti che il referto descrive in terminologia non appropriata e tante altre che sono in bocca, per definizione medica : tutte le infezioni che hanno un focolaio di partenza da una cavità dell'organismo comunicante con l'esterno, (tutte, quindi bocca, orecchio, faringe, apparato gastro enterico e tutti gli organi che vi si aprono dentro, apparato genito urinario, apparato ginecologico) possono dare delle malattie a distanza in altri organi ed apparati importanti tra cui Cuore, rene, fegato, cute, capelli etc,che si chiamano malattie focali proprio perchè hanno il loro focolaio di partenza altrove, per esempio in bocca in uno o più granulomi che sono espressione di infezione batterica,sono rare ma esistono e sono subdole perchè se si instaurano, sono di regola automantenentesi, ossia dopo un certo periodo più o meno lungo diventano malattie autoimmuni, quindi tutti questi focolai infettivi, come il suo, vanno curati molto bene e per fare diagnosi di malattia focale in atto occorre che la visiti un bravo Medico Clinico, ossia specialista in medicina interna, detto questo, ripeto sono molto rare, però è doveroso indagare a fondo, anche con analisi tipo ASLO, VES ,emocromo con formula, RA Test, Proteina C reattiva etc...e la presenza di una febbricola vespertina di cui non si riesc a rvare la causa, sarà più preciso l'internista! Come Parodontologo in 35 anni purtroppo ho diagnosticato con conferma poi dell'internista almeno una decina di malattie focali in vari organi ed apparati! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Non si conosce una correlazione tra malattia parodontale e alopecia, almeno al momento nel quale questa nota viene scritta. La sofferenza radicolare non è malattia parodontale, per ora. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Egregio Signor Michele, l'alopecia alla barba può essere correlata ad una infezione del cavo orale. Si chiama "malattia focale"! Il referto radiografico parla di appiattimento della cresta alveolare e di lesioni periapicali ai molari superiori, senza evidenziare la presenza di carie. » altamente probabile quindi che questi danni diffusi al tessuto osseo crestale (parodonto) ed al tessuto osseo periradicolare di alcuni molari (pulpite cronica) trovi la sua origine in una malocclusione, e che l'infezione pulpare, non trovando sfogo attraverso la corona del dente, come invece avviene quando è presente la carie, vada a diffondersi, mediante il torrente ematico, ad altri distretti del corpo. 15 giorni non sono determinanti, quindi può attendere! Poi cerchi un dentista "olistico", che è il più sensibile ed abituato a questo genere di patologie focali, e si faccia visitare, sia per la patologia orale che si evidenzia con la radiografia, che per escludere le eventuali implicazioni "a distanza" (alopecia alla barba). Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Michele, purtroppo si tratta di termini impropri che significano poco. Potrebbero riferirsi a problemi parodontali ed endodontici. Sarebbe meglio far vedere la lastra ad un dentista. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Buonasera sig Michele, e' vero che una delle cause dell'alopecia va ricercata nelle malattie focali, purtroppo non e'sempre cosi. Da persona che ha avuto l'alopecia in giovane eta'(20 anni, non solo della barba ma anche dei capelli, vorrei consigliarle di vivere la cosa non in maniera angosciosa, anche perché lo stress e l'ansia non fanno altro che alimentarla, ad esempio a me la barba non e' completamente ricresciuta, per cui non sono costretto a farla tutti i giorni(nota positiva). Quello che vorrei cercare di trasmetterle e' che se lei ignora il problema (psicologicamente) probabilmente esso si risolvera' piu' facilmente. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Maurizio Tabacchino
Roma (RM)

Gentile sig. Michele, è bene indagare sulla sofferenza apicale e risolverla con appropriate terapie che eseguirà il suo dentista appena tornerà. Nel contempo potrà analizzare anche eventuali situazioni di stress correlate con un bravo psicologo. Sicuramente troverà giovamento. Cordiali saluti.

Scritto da Dott.ssa Barbara Boniello
Ciampino (RM)

Sig. Michele, può attendere tranquillamente 15 giorni di alopecia alla barba non si muore.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)