Domanda di Retrazione gengivale

Risposte pubblicate: 7

Subito dopo una pulizia dentale ho iniziato ad avere problemi alle gengive

Scritto da anita / Pubblicato il
Gentili dottori, da aprile subito dopo una pulizia dentale ho iniziato ad avere problemi alle gengive,di cui non ho mai sofferto e tenete conto che da piccola ho portato anche l'apparecchio ortodontico....sono una donna di 28 anni, magari serve come informazione....in pratica è da maggio 2011 che sulle gengive nella parte aderente al dente ho dei puntini rossi di sangue, che non sanguinano spontaneamente ma solo se li tocco...in compenso ho notato e credo a causa di uno cattivo spazzolamento che ho molti colletti dentali scoperti e mi sembra di notare un assottigliamento delle gengive che nn erano già molto spesse....è da un pò quindi che ho iniziato ad usare prodotti alla cloredixina e da qualche giorno anche un antibiotico (spiramicina) per alleviare il bruciore delle gengive...sono preoccupata anche perchè nn conosco un dentista nella mia zona (Reggio Calabria) che sia esperto della materia e non vorrei rivolgermi a persone sbagliate...per qualunque suggerimento vogliate darmi...grazie mille! sentivo ad es parlare di trattamenti laser...ha utilità? cosa mi consigliate?
Gentile Anita, provi a cercare su questo portale un collega a lei vicino che possa visitarla e rassicurarla. Considerata la sua giovane età non credo che abbia dei seri danni parodontali. Il fatto che ci sia sanguinamento provocato da contatto è comunque un chiaro segno di gengivite che deve essere trattata nel giusto modo ma di solito di facile risoluzione. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Gengivite. Da casistica del Dr. Gustavo Petti e della Dr.ssa Claudia Petti di Cagliari
Cara Signora Anita, la pulizia dentale non può essere certo causa di Gengivite. Probabilmente lei soffriva già di Gengivite se non addirittura di Parodontite ed ha legato mentalmente le due cose! Infatti descrive delle gengive malate, sottili, con tendenza alla recessione (che è una patologia che non ha niente a che vedere con la Gengivite e la Parodontite. Deve semplicemente fare una visita da un bravo Parodontologo, tutto qui! Le lascio una foto di Gengivite! Tanti auguri. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Anita, premesso che una pulizia dei denti non può scatenare i problemi che lei descrive, è probabile che lei soffra di gengivite o di una malattia parodontale già in atto. Lei parla anche di tessuti particolarmente sottili che con il tempo possono portare a recessioni. Come vede il quadro è complesso e bisogna fare una giusta diagnosi con conseguente terapia. Posso dirle che è sbagliato auto prescriversi gli antibiotici, questo può farlo solo un dentista. Comunque qualunque buon dentista dovrebbe essere in grado di seguirla. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Anita, curare le gengive con il laser o con metodi tradizionali non c'è differenza di risultato, il laser può abbreviare i tempi di guarigione. Ricerchi su questo portale un professionista che si occupa di parodontologia.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile sig.ra Anita, non credo che la seduta di igiene orale che ha fatto un anno fa entri qualcosa con la situazione odierna, credo che un buon protocollo di igiene -spazzolino elettrico correttamente indirizzato, filo interdentale e colluttorio, variando la molecola - possa servire. Comunque la visita da un parodontologo potrebbe giovarle, auguri

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Non è corretto quello che sta dicendo, si faccia curare da un bravo dentista

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Gentile signora, senza poterla visitare è difficile dare un parere. Io separerei i due problemi:da una parte i "puntini" emorragici, come lei li definisce, dall'altra le recessioni e l'assottigliamento. Questi ultimi due potrebbero essere causati da un errato spazzolamento, come anche no.In ogni caso ci andrei piano con gli antibiotici, a meno che non le siano stati prescritti da qualcuno che conosca la materia.Rimango comunque a sua disposizione per altri chiarimenti e per un'eventuale visita presso il mio studio di Reggio Calabria. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Francini
Reggio Calabria (RC)