Domanda di Retrazione gengivale

Risposte pubblicate: 12

SEGUITO ALLA DOMANDA: Il dottore mi ha riscontrato erosione dentale e retrazione gengivale

Scritto da chiara / Pubblicato il

Salve a tutti, anzitutto vi ringrazio per le risposte che mi avete dato precedentemente;tempo fa infatti vi ho esposto il mio problema relativo alla erosione dentale. Dopo tanti cambiamenti di dentista e visto che il problema sensibilità persisteva, l'ultimo mi ha devitalizzato due molari ( la polpa dentale era vitale e non in necrosi) e il paradontologo mi ha ricostruito la parte erosa.; ma dopo tutto ciò il problema si è accentuato in quanto: avverto fastidio quando tocco i due molari; inoltre soprattutto quando bevo cose calde e dolci avverto la sensazione che il liquido penetri nei molari, forse attraverso la parte erosa ricostruita, provocandomi non proprio dolore ma un brutto fastidio. Riferito tutto ciò al dentista e paradontologo, mi ha rifatto la terapia canalare, non ha riscontrato nulla di anomalo e temendo ci fosse precontatto, mi ha abbassato l'altezza dei molari. Il tutto inutilmente, peggio di prima ed ora anche esteticamente brutto. Sono disperata, temo di non arrivare mai ad una soluzione e ho iniziato a mangiare cose non liquide, non calde, non dolci e ad ingoiare tutto dalla parte sinistra della bocca. Aiuto!

 

Precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/odontoiatria/3728_erosione-dentale.html

Gentile Chiara, non posso rispondere alla sua domanda in quanto non conosco il caso clinico, però, voglio darle un consiglio che è quello di trovare un bravo dentista e di tenerlo anche come riferimento per esporgli tutte le sue domande, il quale, si assumerà la responsabilità della salute della sua bocca e, se non esperto in uno specifico settore, potrà indirizzarla presso un altro collega. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara signora io concentrerei il tutto sul operato del parodontologo, tolga il colluttorio che sicuramente le ha dato ed opti per degli sciacqui con acqua ossigenata

Scritto da Dott. Umberto Tricomi
Segrate (MI)

Cara Signora Chiara, le ho risposto abbomdantemente il 14-02-2011 precisandole letture di mie pubblicazioni con titoli e dove trovarle e spiegandole esaustivamente tutte le sue patologie e come devono essere affrontate. Il suo è un problema banale, comune e mi stupisce che non ne vengano fuori! Che dirle, al suo grido di aiuto a questo punto rispondo con la mia disponibilità di visitarla e risolverle i problemi. Nel mio profilo troverà tutti i miei recapati. Deve sapere però che a Bari c'è un bravissimo Dentista che è il Dott. Enrico Deodato, Consulente Scientifico come me di questo Portale, lo contatti e si faccia visitare da Lui, vedrà che risolverà tutti i problemi!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Se non si individua la causa dei suoi problemi con certezza si continuerà a "sparare a caso" nella speranza di fare centro, ma magari con molti colpi a vuoto. E' necessaria una diagnosi certa, e finché non la si individua non è possibile fare terapia. Anche se credo che lei abbia un buon dentista, non è "alla dr. House" che si risolvono i problemi. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Sig.ra Chiara, l'operato del suo dentista è corretto, pertanto è strano che perdurino i fastidi. Il consiglio che posso darle è di affidarsi a un bravo clinico e non cambiare continuamente dentista. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig.ra Chiara se ha ancora i problemi da lei descritti sicuramente non è stata ancora individuata la causa. Io credo che i denti responsabili di questi fastidi non siano i denti devitalizzati ma probabilmente altri o "anche altri".... Può succedere che i fastidi si irradino in distretti diversi da quelli di partenza. In tutti i modi io credo che con un po' di pazienza si possa localizzare l'origine (diagnosi certa) e poi procedere con la giusta terapia. Quando si è certi della terapia endododontica effettuata è assolutamente inutile rifarla; inoltre un dente devitalizzato (anche male)non da la sintomatologia descritta da lei ma eventualmente altri disturbi. L'intervento del parodontologo in questa fase acuta non mi sembra prioritario. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Leonardo Resta
Gioia del Colle (BA)

Gentile Signora, non conoscendo specificamente il suo caso qualsiasi professionista si troverebbe in seria difficoltà nel darle delle risposte confortanti. Neanche dalla descrizione si riesce a chiarire il o i tipi di interventi eseguiti. Le consiglio di consultare un buon clinico cercando anche in questo sito un collega bravo a lei vicino che possa seguirla con attenzione e risolvere i suoi problemi. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Il dente devitalizzato, di per sè, proprio perchè devitalizzato, non può dare fastidio. quindi, o il problema si riferisce ad altri denti oppure si tratta piu' che altro di un problema parodontale, anche se non è facile farle una diagnosi senza poterla vedere.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Chiara, lei si è rivolta a più professionisti terminando in uno studio dove opera un’equipe che ha rivisto le terapie eseguite, ma le cose continuano a peggiorare forse il convivere con queste lievi problematiche e la corretta visita semestrale, evitano nuovi danni iatrogeni.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentilissima sig.ra Chiara, ritorni dal suo dentista e rispieghi bene quello che avverte, vorrei anche aggiungere anche che spesso, dopo una devitalizzazione può residuare del fastidio che normalmente si risolve spontaniamente. Distinti saluti.

Scritto da Dott. Enrico Deodato
Bari (BA)
Consulente di Dentisti Italia