Domanda di Retrazione gengivale

Risposte pubblicate: 17

Retrazione gengivale

Scritto da domenico / Pubblicato il
Mia moglie 56enne ha un problema di retrazione gengivale dovuto al continuo sfregamento della lingua contro i denti che compie di giorno. che si può fare per ridurre questo sfregamento? ci sono presidi da utilizzare? ho visto un apparecchio contro il bruxismo che è una specie di dentiera di gomma da interporre tra i denti superiori e inferiori ma non credo faccia al suo caso; consigli? grazie p.s. ha anche problemi di osteoporosi che cura regolarmente
Sig. Domenico, le retrazioni gengivali hanno una eziologia multifattoriale con cause e concause, troppo lunghe da spiegare con una semplice risposta, prima di entrare nel turbinio degli apparecchi da utilizzare e che Le farebbero spendere denari, le consiglio di far visitare Sua moglie da un Paradontologo e da un Ortodonzista.

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Gentile Domenico, il bruxismo è una parafunzione, di per se non patologica che però determina una usura del materiale dentario. La retrazione gengivale può essere causata anche da tantissimi altri fattori. Faccia controllare sua moglie da un collega di sua fiducia. Io sono contrario ai Bite preconfezionati, perchè come ogni altro presidio ortodontico ha delle controindicazioni in alcuni pazienti. L'argomento è vasto richiederebbe un'altra sessione. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Caro Domenico ho trattato quest'argomento in un articolo che potrai leggere nella home page di questo importante portale. Per approfondire le tematiche puoi entrare nel mio sito www.chirurgomaxillofacciale.it dove troverai ulteriori dettagli. Cordialmente

Scritto da Dott. Francesco Sacco
Salerno (SA)

Penso che la retrazione gengivale della Sua signora sia indipendente dal continuo sfregamento liguale, ma che dipenda invece da una patologia paradontale che vada vista da uno specialista in merito. Per quanto riguarda l'osteoporosi, la localizzazione alla mandibola è praticamente una evenienza insignificante.

Scritto da Prof. Amedeo Zerbinati
Sanremo (IM)

Gentile sig. Domenico, il problema da lei esposto ha delle cause molto più complesse del semplice sfregamento della lingua contro i denti. Solo un'attenta e completa valutazione del caso potrà spiegare e risolvere, ove possibile, i segni di danni parodontali o di altra natura. Per una visita gratuita può rivolgersi anche a me. 

Scritto da Dott. Daniele Moretto
Roma (RM)

Caro Domenico, mi trovo parecchio distante per far pubblicità al mio studio ma sono in perfetto accordo con i Colleghi in merito alla decisione da prendere. Inoltre vorrei consigliarti un buon neurologo perchè sono sicuro che la tua Signora assume abitualmente antidepressivi o sonniferi (En;Carbolithium,etc) ci sono farmaci che creano una sorta di secchezza della bocca chiamata xerostomia associato a sapori strani come (salato o gusto metallico) dove per necessità si cerca di muovere continuamente la lingua come se in bocca vi fosse una caramella per cercare di inumidirla creando delle vere e proprie recessioni gengivali da stimoli esterni. Sempre associato ai farmaci ci sono forme di macoglossia dove il soggetto spinge con forza la lingua verso le pareti dei denti, in tal caso dovrebbe controllare se il bordo della lingua ha una forma frastagliata come se fosse il calco degli stessi denti. Sappi inoltre che la xerostomia crea un aumento dei batteri parodonto patogeni responsabili di gengiviti e parodontite a volte deleteri per il supporto osseo. Quindi segua attentamente le indicazioni che ha precedentemente ricevuto dai Colleghi, io mi sono permesso soltanto di mettere la ciliegina sulla torta. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Antonello Sanfilippo
Marsala (TP)

Lo sfregamento della lingua non è bruxismo , che è sfregamento dei denti. Per il bruxismo consultare BRUXISMO: MITI E VERITA' - Dentisti Italia

Scritto da Dott. Gino Salvatore Galiffa
Teramo (TE)

Sig. Domenico non compri nessun apparecchio. Il problema della retrazione gengivale è di tipo parodontale ed è trattabile da un odontoiatra. Le consiglio di far visitare Sua moglie da un odontoiatra avvisandolo della cura per l'osteoporosi (bifosfonati?).

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Sig. Domenico, non deve fare né comprare niente, chiami il suo DENTISTA ODONTOIATRA di fiducia, Lui sapra' cosa fare. Non mi sembra utile farLe una lezione di retrazione gengivale, bruxismo, osteoporosi ecc. Il suo dentista si e' laureato per questo e si fa pagare la prestazione no?. Grazie.- P/S: Sig. Domenico, se dopo ciò ha bisogno sono a sua disposizione per ogni chiarimento. Di nuovo grazie.-

Scritto da Dott. Franco Saullo
Biella (BI)

Caro Sig.Domenico, oltre 20 anni di medicina mi hanno dimostrato ampiamente ciò che sosteneva un mio vecchio docente: la prima diagnosi è fatta dal paziente! Detto questo le consiglio di rivolgersi ad un collega esperto in Terapia Miofunzionale (che ovviamente essendo Odontoiatra è in grado di fare una corretta diagnosi differenziale!); la verifica della postura linguale di sua moglie e della relativa deglutizione (tecnica di Payne) consentirà di verificare un eventuale impatto Lingua-Denti. Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Messina
Bagheria (PA)