Domanda di Restaurativa

Risposte pubblicate: 7

L'asportazione di una parte del tessuto della gengiva provoca una lesione permanente oppure il tessuto si rigenererà da solo?

Scritto da Luca / Pubblicato il
Salve lunedì sarò sottoposto ad allungamento della corona per curare un dente cariato in profondità. La mia domanda è la seguente: l'asportazione di una parte del tessuto della gengiva provoca una lesione permanente oppure il tessuto si rigenererà da solo tornando alla dimensione originaria? e se sì, in quanto tempo? infine, ci sono dei possibili effetti collaterali di varia natura dopo un intervento di questo tipo? grazie!
Sig. Luca, la miglior risposta la troverà dall'odontoiatra che ha eseguito il trattamento, noi non conosciamo il caso clinico e radiologico per sapere se lei avrà una restituzio a integrum.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

L'allungamento di corona clinica si fa per esporre i bordi della lesione cariosa se questa è molto profonda e si spinge sotto gengiva.. Se non si procedesse a questo intervento, l'otturazione, la ricostruzione o la corona verrebbero imprecise, debordanti, o non chiuderebbero bene su questo bordo sotto-gengiva, e tutto durerebbe molto meno o pochissimo per reinfiltrazione distacco etc etc. La lesione permanente quindi non sarà stata determinata dal chirurgo che le praticherà l'allungamento, ma dalla carie trascurata a tal punto, che lo ha reso necessario. Il bordo della gengiva in quel punto tenderà ad essere ben retratto permanentemente perchè è proprio quello che è necessario e quello che si cerca per quanto spiegato sopra. Alternative: estrazione del dente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Allungamenti di corona clinica in varie patologie serie parodontali ed odontoiatriche. Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Caro Signor Luca, è incredibile: lei si sottopone ad un intervento parodontale gengivale o mucogengivale e non le è stato neanche spiegato in cosa consiste e cosa succederà! Ma il consenso informato non lo ha dato? Informato vuol dire che è stato informato di tutto! In ogni caso se si trattasse di una gengivectomia-gengivoplastica, come mi pare di aver capito che sia, per un allungamento della corona clinica, esso serve per "tirare fuori" la zona cariata o fratturata o lesionata del dente per far si che una volta curato, la gengiva si attacchi al dente, più apicalmente e non al materiale artificiale. Questo per motivi di salute parodontale e per evitare che si formi una tasca parodontale iatrogena, non potendosi "attaccare" la gengiva al materiale artificiale! Ovvio che per fare questo la gengiva sarà modellata ad un livello più basso in ragione della profondità di questa lesione dentaria. Ed è ovvio per i motivi su spiegati che non DEVE rimodellarsi come prima se no non si sarebbe raggiunto lo scopo che si prefigge l'intervento che lei definisce:"lesione permanente" dimostrando di non avere nessun concetto di quello che le deve essere fatto, perchè non è una lesione ma una terapia. Ovviamente va saputa fare da mani esperte perchè deve essere ricreata la festonatura estetica e raccordata coi denti vicini perchè non si creino inestetismi. Le lascio una foto di allungamento di corona clinica per varie situazioni molto gravi, però!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Da quello che scrive, l'asportazione della parte di gengiva verrà eseguito con l'intento che non ricresca, e quindi come risultato voluto e terapeutico. Vi sarà un leggero gemizio ematico, dolorabilità per qualche giorno e necessità probabile di assumere preparati topici e sistemici che possano aiutare il decorso. Il resto dovrebbe sentirlo dalla voce di chi eseguirà il tutto. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile paziente, l'allungamento di corona clinica viene effettuato per rendere possibile un restauro che altrimenti sarebbe incongruo e raffazzonato. Denota nel dentista che lo propone ,una attenzione e una precisione che gli fà onore e per questo non credo che meriti i suoi dubbi, che per quanto legittimi, andavano discussi col suo dentista.

Scritto da Dott. Giuseppe Murruni
Giussano (MB)

La gengiva non viene asportata, bensì "traslata" in direzione dell'apice della radice e poi fissata in quella posizione, , in modo da conservare tutta la banda di gengiva aderente, almeno dal lato vestibolare (esterno); quello che viene asportato e non ricrescerà è l'osso (un paio di mm.)e non deve ricrescere, altrimenti vanificherebbe l'utilità dell'intervento. Questo intervento rende possibili procedure ricostruttive altrimenti impossibili o con risultati scadenti. Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

L'allungamento di corona clinica si fa in stato di necessità, per evitare guai peggiori. Questo allungamento ha un costo biologico che bisogna ricordare come monito per le future trascuratezze. Questo intervento non mette in pericolo la sua vita. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia