Domanda di Restaurativa

Risposte pubblicate: 9

L'intarsio dentale è veramente necessario?

Scritto da alice / Pubblicato il
Buongiorno, Vorrei sapere quando è veramente necessario effettuare un intarsio. Essendomi trasferita da poco in un'altra città sono andata a curare una carie da un nuovo dentista convinta che si trattasse di una banalità, invece, a detta sua, la carie è abbastanza grande e poichè si trova tra 2 molari, dovrei abbattere in parte una parete del dente. Quindi mi ha consigliato un intarsio invece di una normale otturazione. Non molto tempo fa in una situazione analoga il mio dentista storico mi ha ricostruito la parte di dente (parete compresa) con una otturazione che mantiene. Ora approfittando di un rientro ho fatto una breve visita al mio dentista il quale sostiene che non sia necessario l'intarsio e che in realtà non vi è grande differenza tra una otturazione eseguita bene ed un intarsio se non per una comodità del dentista.. Insomma due pareri così discordanti mi hanno fatta assalire dal dubbio... Grazie per la disponibilità.
Cara Alice, gli intarsi sono delle otturazioni indirette, ovverosia sono delle otturazioni preparate al di fuori della bocca e poi cementate nel dente. Hanno una longevità superiore a quella di una otturazione diretta, soprattutto per il restauro di carie che hanno colpito le superifici interdentali. L'unico difetto è il costo notevolmente superiore. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Pasquale Venuti
Mirabella Eclano (AV)

Sig.ra Alice gli intarsi sono indicati nei casi di grosse otturazioni o quando sono compromesse le cuspidi dei denti. Per intarsio si intende la ricostruzione in laboratorio del dente da ripristinare, però non dici il materiale con cui il dentista ti ha proposto di eseguire il lavoro, quello è molto importante per fare una differenza con una semplice otturazione in composito. Le tecniche potrebbero essere tutte e due valide, ma la durata del lavoro è diversa a seconda del materiale, inoltre gli intarsi esteticamente sono perfetti ma di contro la preparazione di una cavità cariosa è molto più invasiva per l'intarsio che non per una otturazione. A livello economico un intarsio è più costoso rispetto ad una ricostruzione sia per il costo del materiale che per il semplice fatto che l'intarsio necessita di 3 sedute, mentre per una ricostruzione è sufficienete una seduta. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Daiana Zuccaro
Frosinone (FR)

Cara signora non è vero che non ci sia differenza fra intarsio e otturazione. L'indicazione per un intarsio è ben precisa e cioè: quando manca più di un terzo della sostanza dentale originale , in particolar modo se una o più cuspidi sono state perdute (molari). Le forze masticatorie saranno meglio assorbite da un solido blocco quale è un intarsio (ceramica , oro etc.) che non da una semplice otturazione. Naturalmente la procedura è più costosa, ma più durevole nel tempo. Distinti saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Adolfo Braga
San Giustino (PG)

Signora Alice hanno in un certo senso ragione tutti e due. La differenza è sostanzialmente economia (l'intarsio costa molto di più) e Igienica ...solo una persona capace di mantenere un'igiene orale perfetta può essere candidata ad un intarsio. Se è fattibile l'otturazione, per quanto estesa possa essere farei ... personalmente ... l'otturazione. Se fatta bene con un costo inferiore nettamente, avrebbe un risultato analogo! ...Cordialmente

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Alice, da pochi giorni ho inserito nel sito un articolo sugli Intarsi in composito. Lo legga e da sola capirà i vantaggi dell'intarsio, che sicuramente non sono le comodità del dentista. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gent sig Alice mi associo ai miei colleghi per la descrizione delle differenze e delle caratteristiche tra intarsio e otturazione.. è ovvio che entrambi i colleghi dentisti le hanno dato una loro proposta per risolvere il problema della carie.. personalmente con i prodotti oggi in commercio le consiglierei la semplice otturazione in composito.. fare un intarsio è forse di maggior prestigio, ma le otturazioni che ogni dentista fa tutti i giorni non hanno molto da invidiare all'intarsio soprattutto oggi che ci sono compositi, cioè otturazioni con nano tecnologia, cioè infinitamente piccoli.. il risultato è assicurato anche senza spendere molti soldi in più come per l'intarsio.. cordialmente..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Franco Tarello
Torino (TO)

Cara signora, la scelta è dovuta alla tecnologia dei materiali, non ai capricci del dentista. Il composito (il materiale da otturazioni "bianche") ha una retrazione durante l'indurimento (è un po' anche dopo). Questo comporta che, su una grande massa di materiale (grosso "buco">grosso "tappo") questa contrazione comporti una perdita di precisione sui margini che può causare un'infiltrazione (e quindi una recidiva cariosa). L'intarsio viene già "indurito" in laboratorio, quindi il solo composito che si usa in bocca è quello per "incollarlo". Trattandosi di una piccola quantità la sua contrazione è trascurabile e non inficia la precisione. L'alternativa economica (ma comunque duratura) è l'otturazione in amalgama, che però non è altrettanto estetica. Il top della durata e biocompatibilità sarebbe l'intarsio d'oro (però richiede operatori esperti, ha costi elevati ed è altrettanto inestetico dell'amalgama).
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Attilio Venerucci
Finale Ligure (SV)
Consulente di Dentisti Italia

Un intarsio in materiale composito potrebbe durare un po ' di più della ricostruzione. Un intarsio in oro durerà certamente infinitamente di più. Una corona anche. Ma davvero interessa al paziente questo??

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Buongiorno: aggiungo solo  che quando è indicato lo sa il medico, ma è sempre meglio un'otturazione diretta che un brutto intarsio.

Scritto da Dott. Luca Bolzoni
Milano (MI)