Domanda di Protesi

Risposte pubblicate: 4

ULTERIORE SEGUITO ALLA DOMANDA: Protesi mobile e bruciore insopportabile

Scritto da Anna / Pubblicato il

Salve a tutti. Qualcuno si ricorderà forse di me e della discussione sull'intolleranza alla protesi di cui soffre mia mamma: Bene, eccomi ancora qui in cerca di aiuto e consigli. Dopo tante peripezie e molti km abbiamo finalmente trovato un centro e effettuato i test per i materiali odontoiatrici ed il risultato conferma una allergia ai seguenti componenti: nichel, etil dimetacrilato, metil metacrilato e amalgama. Ricordo che i materiali usati prima dei test sono stati i seguenti e che l'intolleranza è stata fortissima al punto che le protesi sono state tenute in bocca per non più di 24ore: ProBase Hot - Ivoclar Vivadent componenti base: Resina metacrilato di metile, dimetacrilato di etilene, perossido di benzoile, ganci di metallo in cromo cobalto. Bre Flex 2° edition (dovrebbe essere poliammide) che nonostante tutte le promesse si è rivelato altrettanto inutile, l'intolleranza al prodotto è stata meno evidente rispetto al primo prodotto, ma comunque presente e non ha consentito a mia madre di tenere la protesi Ovviamente qui viene il bello, perché non sappiamo a chi rivolgerci per la protesi. Sarò lieta se qualcuno fra di voi potrà suggerirmi la strada migliore da prendere e soprattutto confermarmi che esiste un materiale effettivamente privo di queste componenti. Purtroppo dopo più di due anni il nostro problema rimane irrisolto. Avevo sentito parlare del Valplast come materiale completamente anallergico, ma il dentista assicura che il Bre Flex 2° edition (usato per la 4° protesi)è esattamente lo stesso, che la composizione non cambia di una virgola, ma mia madre, come dicevo, non lo ha tollerato. A questo punto non sappiamo più che fare. Confido in voi e nei buoni consigli che vorrete donarmi, grazie in anticipo!

 

Precedenti:

 

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/protesi/8199_protesi-mobile-e-bruciore-insopportabile.html

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/protesi/8202_seguito-alla-domanda--protesi-mobile-e-bruciore-in.html

Cara Signora Anna, a questo punto, dare consigli a distanza senza vedere sua madre non è proprio possibile. Nelle due risposte del 30-09-2013 sono stato più che esaustivo. Ora in linea di massima le posso solo dire che se in bocca esistono denti l'unico materiale che può usare è l'oro per uno scheletrato con denti in ceramica. Se fosse completamente edentula, impianti in materiale compatibile con sua madre, come titanio o ceramica e scheletrato protesi in oro con denti in ceramica. Ne parli col suo Dentista! Con uno studio attento sono però sicuro che si troverebbe un materiale alternativo adatto alla situazione. Tutte queste allergie, mah, bisogna che siano confermate in modo serio. Una cosa è l'intolleranza generica ed un'altra cosa è l'allergia. Sono proprio sicuri? Come hanno fatto questi test? Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Ovviamente senza visitarla non è semplice risponderle, anche se i dati che ha esposto non sono certo insufficienti. Premesso che non esistono materiali completamente anallergici, Il materiale maggiormente anallergico per eccellenza è l'oro, insieme al titanio e anche con la ceramica non dovrebbe avere grossi problemi. Il problema è il tipo di riabilitazione protesica: se sua madre non fosse edentula, potrebbe risolvere con uno scheletrato in oro; essendo edentula, e non potendo effettuare impianti...è necessario trovare un materiale per la realizzazione delle due protesi mobili complete a cui non sia allergica (generalmente queste sono realizzate nella sostanza a cui invece sua madre è allergica o comunque intollerante, la resina metil - metacrilato). Forse è il caso di appoggiarsi ad una Clinica Odontoiatrica di livello in una struttura Ospedaliera. Capisco la scomodità a raggiungerla, ma anche per fare diagnosi di esclusione (sindrome della bocca urente), e trovare un materiale comunque idoneo a sua madre, è la strada migliore.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Anna, se le allergie sono state certificate, basta realizzare una protesi priva dei materiali implicati ad esempio cromo-cobalto-ceramica.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara signora Anna, la situazione da Lei descritta è certamente singolare e certamente angosciante per Lei e Sua madre. Io non sono certo di poterle dare una soluzione, ma mi piacerebbe fare un tentativo. Sto utilizzando per casi di forti allergie un nuovo materiale che è composto di fibre di vetro (dovrebbero essere anallergiche) e materiale composito (quello delle otturazioni "bianche"..). Ovvio che una visita specialistica è necessaria. Il materiale di cui parlo si chiama commercialmente "TRINIA" e lo commercializza l'azienda BICON. La Bicon si occupa di implantologia e utilizza Trinia per protesizzare impianti, ma il materiale può essere usato anche per la realizzazione di scheletrati di protesi mobile. Sono a sua disposizione per ulteriori chiarimenti. Spero comunque che risolva il suo problema.. Buona Pasqua
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Piperno
Vibo Valentia (VV)

Sullo stesso argomento

  • A chi rivolgersi?
    Ecco una serie di studi dentistici a cui chiedere informazioni sulle protesi fisse e mobili.