Domanda di Protesi

Risposte pubblicate: 6

Cosa ne pensate di questa soluzione?

Scritto da debora / Pubblicato il
Buongiorno, sono andata dal dentista per rifare la mia protesi che ho da molti anni circa 20. L'ho voluta rifare perchè masticavo male e ho notato un progressivo avanzamento del mento, che causa una anomala fossetta. Il dentista mi ha detto che l' osso inferiore si è ritirato e che ci sarebbe la possibilità di rimetterlo tramite un'operazione chirurgica. Escludendo questa opzione, ho sentito parlare di " osso sintetico" che andrebbe a risolvere il mio problema. Cosa ne pensate di questa soluzione? Grazie
Chirurgia ossea ricostruttiva ed in fondo Rigenerativa in Parodontiti con Difetti ossei complessi a più pareti. Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Cara Signora Debora, non basta un'occhiata per dire e programmare quanto dice di avere, anche se qualche collega "superficiale" dirà del mio scritto che è un trattato di Parodontologia! Occorre una Diagnosi seria che si fa solo con una Doppia Visita Parodontale con misurazione delle eventuali tasche parodontali e valutazione dei difetti ossei prima e dopo una preparazione parodontale iniziale atta a rimuovere il tessuto di granulazione e ad abbattere la carica batterica locale del 98-99%, con un curettage e scaling e root planing, Rx endorali serie completa parodontale e Modelli di studio e tanto altro! Solo così si arriva ad una Diagnosi certa e a poter programmare una adeguata e seria terapia eventuale!Le lascio una foto di ricostruzioni e rigenerazioni (che sono due cose diverse) di osso in difetti ossei parodontali diversi!Il Parodontologo deve avere una "Cultura Odontoiatrica completa con conoscenze altissime di tutte le altre specialità dell’Odontoiatria, supervisionate da questa Mentalità Parodontale" Per rispondere in modo completo alla sua domanda, cercherò di spiegarle brevemente in cosa consista la TERAPIA PARODONTALE. Essa consiste nel ricostruire ciò che la malattia parodontale ha distrutto: osso e gengiva ed ottenere una rigenerazione di questi tessuti, ossia la neoformazione di nuovo osso, nuovo, nuovo ligamento parodontale, nuova gengiva che si attacchi a nuovo cemento radicolare con un attacco epiteliale corto e non lungo…nel primo caso si ha una rigenerazione….quello che gli Statunitensi chiamano New Attachment = con Le metodiche rivoluzionarie GBR (Guided Bone Regeneration = Rigenerazione ossea guidata) GTR (Guided Tissue Regeneration = Rigenerazione tissutale guidata), che impedendo la proliferazione cellulare di elementi indesiderati e stimolando quelli desiderati, portano ad una rigenerazione parodontale profonda nel secondo caso si ha una ricostruzione, sempre biologicamente valida, ma molto più "fragile" e soggetta a recidive. Questa terapia la si fa con membrane, PRP, PRF (Piastrine ottenute dal sangue centrifugato, prelevato dal paziente stesso, in passato prima dell’avvento dell’HIV si usava la colla di fibrina umana omologa = Nel PRP le piastrine sono integre e vengono iniettate nel sito chirurgico, senza l’avvenuta degranulazione, in quanto non attivate col Cloruro di Calcio e solo lì, per la superficie ruvida del sito, che si rompono e rilasciano i Grow factors = fattori di crescita,nel PRF è avvenuta la degranulazione, per rottura delle piastrine durante la centrifugazione tale che il risultato ottenuto è il coagulo di fibrina, che viene innestato a mo di membrana) , amelogenine, Acido Ialuronico, solfato di calcio, fosfati di calcio etc, osso autogeno, osso omologo, meno bene eterologo ed artificiale, usati a seconda della situazione, della profondità ed ubicazione dei difetti ossei e delle tasche parodontali.Legga per favore il mio Articolo o Pubblicazione su questo stesso portale facendo così: clicchi sul mio nome in questa risposta ed entri nella mia pagina di INFORMAZIONI GENERALI, qui clicchi su PUBBLICAZIONI e si aprirà la finestra con da sin a dx ARTICOLI, CASI CLINICI e VIDEO e cerchi i seguenti titoli sotto Articoli: VISITA PARODONTALE da questa lettura sulla visita Parodontale capirà se chi ha fatto gli interventi è un Parodontologo o un Dentista che si opccupa di Parodontologia (cosa molto diversa),quindi è importante che lei la legga. Mio Sito Web di Parodontologia, POI, sempre sotto gli ARTICOLI, La 'tasca parodontale,questa sconosciuta!, poi,TRA I MIEI CASI CLINICI, seguenti sotto Casi Clinici (guardi che continuano aprendo "TUTTI I CASI CLINICI", in fondo in basso, sono 4 pagine): a Pag 1, LA RIGENERAZIONE PARODONTALE GUIDATA CON MEMBRANA AMNIOTICA E COLLA DI FIBRINA (TECNICA PERSONALE) 1°PARTE - Considerazioni Istologiche e Sperimentali e le altre tre parti, a Pag 2. Dalla parodontologia alla protesi, attraverso tutta l'odontoiatria e poi Riabilitazione Orale Parodontale e Protesica Completa, in un Caso Complesso di Compromissione Grave Parodontale ossea, conservativa, endodontica, protesica in presenza di insufficienza di gengiva aderente, infine vada sul mio sito, le sarà molto utile: le ripeto si faccia visitare da un vero parodontologo. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Debora, ma che tipo di protesi è la sua? Fissa, mobile? Me lo sappia dire e le risponderò senza farle studiare un trattato di parodontologia, che magari non centra nulla nel suo caso. Michele Lasagna

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Suppongo che si tratti di una protesi mobile ventennale, neanche mai risuolata. Per rifarla servono adesso mani esperte, anzi molto esperte. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Debora, non ci dice se si tratta di una protesi fissa o mobile. Generalmente il tipo di riassorbimento che descrive è tipico delle protesi mobili, ma per dare una risposta bisogna esserne sicuri. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Non creda che l' "osso sintetico" si possa inserire senza un intervento chirurgico e, comunque, non si può aumentare la tenuta di una protesi totale con questo metodo. Forse dovrebbe farsi dare dal suo dentista maggiori spiegazioni.

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Sig. Debora, lei non ha ben compreso le parole del suo odontoiatra, per cui ritorni da lui per eventuali chiarimenti.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento

  • A chi rivolgersi?
    Ecco una serie di studi dentistici a cui chiedere informazioni sulle protesi fisse e mobili.