Domanda di Protesi

Risposte pubblicate: 8

La diga di gomma si usa anche per la cementazione di un ponte?

Scritto da Maxim / Pubblicato il
Salve, mio padre si è fatto fare un ponte in metallo (dal primo premolare fino al secondo molare) circa 9 anni fa. E 3 mesi fa ha dovuto cementarla di nuovo in quanto il cemento ha ceduto (mi sembra normale dopo un periodo così lungo in situ), ma il vero problema è che oggi, mangiando un panino, si è staccata di nuovo! Sospetto nella poca professionalità l'odontoiatra che glielo ha fatta quest'ultima cementazione e quindi volevo chiedere a voi: la diga di gomma si usa anche per la cementazione di un ponte? Non sono sicuro in quanto ho letto che la diga in lattice si usa in endodonzia e conservativa. E nella cementazione no? Grazie in anticipo!
Gentile Maxim, il vero problema è la decementazione del ponte avvenuta dopo 9 anni. E' necessario valutare con attenzione la causa di questo insuccesso che si è poi ripetuto a distanza di pochi mesi. Potrebbe trattarsi di un'infiltrazione cariosa al di sotto del ponte che ha determinato il parziale (?) deterioramento dei monconi protesici e quindi la mancata ritenzione del manufatto protesico. Se questa fosse la vera causa è ipotizzabile che le decementazioni potranno ripetersi, indipendentemente dall'uso della diga di gomma. Il suggerimento è di valutare con attenzione, assieme al suo dentista, i motivi del problema. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo De Carli
Majano (UD)

No, la diga non c'entra. Dopo tanti anni è come dice il dr. De Carli: forse qualcosa non va più bene. Oppure è stato cementato in maniera imperfetta. Non restra che riprovare e vedere cosa succede ancora. Ma il dentista, quando ricementa un ponte di ben 9 anni deve osservare e dire se tutto è a posto o no, e se si può rimetterlo ed andare avanti ancora, oppure se ci sono magagne sotto..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Carissimo sig. Maxim, verosimilmente i monconi non sono più ritentivi e quindi il cemento non è in grado di tenere in sede la protesi. NON è un problema di diga. In questi casi si rende necessario valutare se il dente residuo sia ancora adatto a sopportare il ponte. Cordialmente

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Ma chi le ha parlato di diga di gomma? Occorre valutare la situazione dei monconi residui e, se necessario rifare il ponte dopo una adeguata revisione. Se si scementa frequentemente può essere che qualcosa non vada più bene. Michele Lasagna

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Caro Signor Maxim, le hanno risposto molto bene i mie due cari amici Dottori De Carli e Passaretti! Possibile che il Dentista non abbia spiegato a suo padre se ci fossero patologie infiltrative cariogene o malaciche dei monconi? Possibile che suo Padre non abbia chiesto spiegazioni al suo Dentista? Almeno "perchè si è scementata?" e "Perchè si è riscementata dopo pochi giorni?" Che parli col Dentista anche se in realtà sarebbe dovuto partire dal Dentista il chiarimento e l'informazione sui "perchè e percome eventuali"! Poi dire protesi in metallo, può voler dire tutto e niente se non precisa di che metallo parla, se lega preziosa, lega aurea, lega vile (non nobile) e se con porcellana o no e se corone (tutte in metallo o con rivestimento in porcellana o veener (ossia tutto metallo e la parte esterna in resina o porcellana ) e quanti pilastri ci siano e quanti elementi di ponte e quanto è lunga (numero degli elementi e quali) la luce di ponte che riabilita la parte edentula!Legga nel mio profilo "Le protesi dentali fisse Excursus su i vari tipi di protesi fisse. Consigli e suggerimenti per i pazienti" Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

La risposta è si, la diga si dovrebbe usare anche nella cementazione delle corone parziali e totali. Il problema è che laddove è più necessaria, l'applicazione è più difficile o anche impossibile. Tanto è vero che chi fa corsi di protesi e cementazione su paziente (oggi si direbbe "live") sotto telecamera impietosa, si sobbarca a fare anche qualche centinaio di chilometri una settimana prima dell'evento per visitare il paziente che verrà presentato. Il giorno dell'evento, l'operatore è sicuro in anticipo che la diga è applicabile, senza girare l'affare in farsa come è già successo a Rimini. La questione di suo padre è diversa. L'accoppiamento tra parte biologica e parte protesica deve essere tanto raffinato, che anche il cemento più economico non dovrà mettere a rischio la tenuta per molti decenni. Contropartita? Il denaro. Come non esistono pasti gratis, così non esiste precisione gratuita. In questa sede, non andiamo oltre. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Maxim, mai dire che una protesi dopo 9 anni basta ricementarla. Le assicuro che spesso è colpa dei denti non più ritentivi per svariati motivi o il sopraggiungere di una malocclusione e/o parafunzione. Anche in questi casi una diagnosi accurata è fondamentale. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Maxim, faccia ritornare suo padre dall'odontoiatra che ha cementato il ponte, lui se è un iscritto all'ordine dei medici le darà tutte le corrette spiegazioni del caso.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento

  • A chi rivolgersi?
    Ecco una serie di studi dentistici a cui chiedere informazioni sulle protesi fisse e mobili.