Domanda di Protesi

Risposte pubblicate: 5

Direttiva 93/42/CEE - dispositivi dentali su misura: Adempimenti del settore odontoiatrico ed odontotecnico.

Scritto da gabriele / Pubblicato il
Salve, vorrei sapere se è obbligatoria la consegna del dentista al paziente della dichiarazione di conformità di una protesi prima del pagamento della stessa. Oppure se è il paziente a doverla richiedere (e se alla richiesta è obbligatoria la consegna) dopo aver pagato la protesi. Quale riferimento normativo affronta tale questione? Grazie
Direttiva 93/42/CEE
Gentile sig.Gabriele, alla consegna del manufatto viene rilasciata la dichiarazione di conformità a norma CEE, naturalmente dopo che il rapporto è terminato, significa saldato e consegnato. Non si rilascia fattura o dichiarazioni se il rapporto non è saldato, dal momento che i dentisti vanno per cassa. Cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Gabriele le ha risposto in modo esaudiente e preciso la Dr.ssa M. Di Palermo, che saluto:) conj simpatia e stima. Riguardo alle norme a cui si deve fare riferimento chieda ad un Commercialista o all'Ordine dei Medici della sua Provincia! Chiedo Scusa ma vedo solo ora dopo il Reload che La direzione Di Dentisti Italia aveva messo il Link alla normativa, facendo cosa molto Utile e Saggia!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Gabriele, copio e incollo il punto da lei richiesto: "La suddetta dichiarazione di conformità è conservata agli atti del mio studio ed è a disposizione dell’assistito per i prossimi cinque anni".

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Egregio Signor Gabriele, quando un medico o un odontoiatra riabilita una funzione del corpo, riproducendone artificialmente una parte anatomica (protesi), compie un atto medico che riguarda la terapia. Per la riproduzione della parte anatomica, cioè per la fabbricazione della protesi, il medico si fa aiutare da un artigiano che lavora i materiali, secondo le dirette indicazioni del sanitario. Con la consegna del manufatto protesico, da parte dell'artigiano al medico, l'artigiano è tenuto ad accompagnare il "dispositivo medico su misura" con un "certificato di conformità" col quale descrive tutte le fasi di produzione ed i materiali impiegati, così come ordinato e controllato dal medico durante il processo realizzativo per l'esecuzione della protesi. Il medico impianta quindi la protesi al paziente e conserva per cinque anni tutta la documentazione contabile e tecnica (dati sensibili) presso il suo studio. Se il medico vuole, o se gli è richiesto dallo stesso paziente, egli può consegnare una copia della dichiarazione di conformità al suo paziente, ma non ne è obbligato. Appare chiaro che l'utilizzatore della protesi è il medico stesso: infatti è lui che utilizza la protesi per riabilitare l'anatomia e la funzione dell'organo perso. Con questo il medico si obbliga a rispondere al suo paziente del risultato finale, cioè dell'esito della terapia, e non di un oggetto venduto. Capirà bene, quindi, che questo sistema è volto a fornire al paziente-utente di una prestazione sanitaria, le più alte garanzie. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento

  • A chi rivolgersi?
    Ecco una serie di studi dentistici a cui chiedere informazioni sulle protesi fisse e mobili.