Domanda di Protesi

Risposte pubblicate: 9

E' possibile aumentare lo spessore dell'osso e l'altezza per poter mettere una protesi fissa?

Scritto da MARCO COSTANTINO / Pubblicato il
Salve, con la presente vorrei esporvi il mio problema. Ho 41 e ho la protesi mobile da quando avevo 19 anni, ora purtroppo ho le gengive e le ossa finissime, consumante, uso delle paste adesive ma anche con queste ho problemi. Vorrei chiedervi se è possibile aumentare lo spessore delle ossa e l'altezza per poter mettere una protesi fissa, perché non né posso più di questa protesi che non riesco più a sopportare. E chiedo anche quanto potrei spendere per tutto il lavoro che c'è da fare. Vi ringrazio per la vostra risposta. Distinti Saluti.
E' possibile e solitamente si eseguono innesti di osso autologo per i casi mandibolari in cui sia necessario l'incremento in altezza o biomateriali ed osso omologo ( di cadavere ) oltre all'autologo, per i mascellari superiori o negli inferiori quando vi siano difetti da riempire. I costi sono ovviamente variabili da chirurgia a chirurgia. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Il miglioramento che lei si aspetta può venire dal posizionamento di impianti a vite dentro l'osso. Se questo osso non c'è più bisogna vedere se si può ricreare. Tenga presente che l'obbiettivo non è detto che sia rimettere i denti fissi. Anche STABILIZZARE una protesi mobile, accorandola su qualche impianto messo in punti strategici (anche se c'è poco osso che si è ritirato, c'è sempre qualche punto "buono") migliorerebbe enormemente la qualità della sua vita. Sempre un mobile, fatto bene, ma stabilizzato come una roccia da alcuni impianti. Provi a chiedere al dr. Gustavo Petti che sta nella sua regione ed è un luminare di queste tecniche. Lo trova qui nel sito.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Approfondimento del fornice secondo Edlan Mejchar e contestuale aumento dell'osso con osso autogeno. Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Caro Signor Marco Costantino, ringrazio il collega Dr. Passaretti per la Stima che ha in me e per non ripetermi e non tediare quindi pazienti e colleghi, legga la risposta appena data ora alla domanda "03-02-2012 Il dentista mi ha diagnosticato la piorrea cronica". Ovviamente non essendoci denti, e dovendo quindi intervenire su selle edentule per aumentare la cresta ossea e la profondità del fornice, la cosa è un po' diversa, ma di regola si può fare. L'osso ideale è l'autogeno, ossia quello prelevato da lei stesso. L'osso omologo, ossia delle banche di osso di cadavere, lo lascerei perdere per la non totale sicurezza medica nella possibile trasmissione di gravi malattie infettive, perchè i controlli vengono fatti a campione e soprattutto perchè esistono malattia quali HIV ossia AIDS che ha un periodo finestra in cui se avvenisse il controllo, l'osso risulterebbe non infetto anche se invece la malattia c'è! Ovvio che questi controlli vengono fatti bene. Ma la sicurezza assoluta non esiste. Poichè oltre l'osso omologo e quello autogeno esistono quello eterologo e quello artificiale riassorbibile che danno buoni risultati se mischiati con sostanze tipo amelogenine ed altro che ne stimolano la crescita, è meglio usare questi due ultimi tipi di ossa! Però non è solo un problema di altezza e spessore di cresta ma anche di profondità di Fornice che forse è anche più importante. Le lascio una foto per spiegarle un pò come si approfondisce un fornice affinche capisca. In ogni caso, tutto è fattibile, nei limiti dell'umano, ma bisogna visitarla per valutare la reale situazione Clinica! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sì è possibile effettuare degli innesti di osso per aumentare la cresta al fine di rendere più ritentive le protesi mobili che però, tesano mobili. Nei casi che riguardano l'arcata superiore si possono realizzare a parità di costo delle riabilitazioni con impianti zigomatici che le consentono di tornare ad avere una protesi fissa con probabilità di successo estremamente alte. Cordialmente

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Gentile Sig. Marco, è possibile ricreare una cresta idonea ad accogliere impianti, ma se l'atrofia è accentuate bisogna ricorrere a procedure complesse e costose. Può anche semplicemente stabilizzare la protesi mobile con alcuni impianti. E' una procedura meno complessa che garantisce un buon risultato. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig. Costantino, la sua domanda è molto concreta e senza fronzoli, le rispondo che una riabilitazione implanto protesica con rigenerazione ossea è senz altro molto costosa, se il suo fastidio deriva da una protesi ormai divenuta incongrua (di sicuro saranno molti anni che porta la stessa protesi!) Come primo passo, le consiglio di rifare la protesi mobile, ovviamente dopo consulto con il suo dentista.Tale scelta renderà l'impegno economico irrisorio ed è probabile che ne trarrà un buon beneficio tale da darle la possibilità di dilazionare a più in la una eventuale riabilitazione implanto-protesica. Buona giornata
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Antimo Perfetto
Sant'Antimo (NA)

Gentile Marco Costantino, l'odontoiatria oggi ha raggiunto notevoli progressi che, nella grande maggioranza dei casi, con interventi chirurgici adeguati, in mani esperte e (ahimè!) con costi esosi, potranno permetterle di poter avere una dentatura fissa che forse nella sua vita è stato un miraggio. Esistono, comunque, altre possibilità di protesizzazioni meno interventistiche e meno costose che sicuramente potranno migliorare la qualità della sua vita. Ne parli con il suo dentista di fiducia. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Se ha una protesi mobile da 21 anni, sempre la stessa, è evidente che la sua instabilità nel tempo ha funzionato come una pialla su legno. Lei ora deve decidere tra cosa è possibile e cosa è plausibile. Nella parte superiore della bocca non ci sono problemi, perché la protesi totale ha successo nel cento per cento dei casi. Servono mani esperte, specialmente nel bilanciamento occlusale. Al momento del collaudo, lei potrà finalmente masticare l'insalata. La protesi inferiore è problematica, e solo in qualche caso disperato si può affrancare con qualche impianto, e con spesa raddoppiata. L'impianto andrebbe fatto solo sul suo osso, perché la segatura di osso trapiantata dura tra i cinque e i dieci anni, e infine tutto si squaglia. Anche tutte le protesi mobili sono a ciclo rapido come le scarpe, e se vuole sempre il massimo deve rifarle ogni cinque anni. Servono mani esperte. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Marco, teoricamente è possibile, poi come dato di fatto ci sono molte complicanze, forse occorre ricercare una via di mezzo. Ricerchi un buon professionista su questo portale e segua i suoi consigli.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento

  • A chi rivolgersi?
    Ecco una serie di studi dentistici a cui chiedere informazioni sulle protesi fisse e mobili.