Domanda di Protesi

Risposte pubblicate: 9

Da circa 1 mese il dentista mi ha fatto un ponte a bandiera

Scritto da FRANCESCA / Pubblicato il
Salve ho 42 anni, e da circa 20 anni mi manca il molare dell arcata sup sx. Da circa 1 mese il dentista mi ha fatto un ponte a bandiera appoggiato su un solo dente il premolare, da allora avverto dolori, inoltre il premolare non è attaccato bene alla gengiva ma c'è un piccolo solco di spazio, non so se è una cosa normale. Volevo dei consigli su cosa fare adesso, se tenerli toglierli o rifarli. Grazie
Gentile Francesca, non conoscendo il suo caso non è possibile darle una risposta esauriente ed il consiglio che posso darle è quello di fare presente al suo dentista il suo problema in quanto se è un professionista abilitato certamente sarà in grado di risolverlo. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Francesca, spero si sia confusa, il dente che manca è il premolare e il suo dentista ha fatto un ponte a bandiera usando il molare. Questo tipo di protesizzazioni andrebbero fatte con cautela e dopo un attento studio dei carichi masticatori. Se invece non si è sbagliata, mi dispiace ma è un lavoro che assolutamente non si può fare. E' impensabile che un premolare possa reggere questo lavoro. Distinti saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Mi manca la palla di cristallo. In base alle cose che lei scrive, un dentista che legge ne sa molto meno di chi ha visto e fatto, come tutti capiscono. Purtroppo - lo dico con dispiacere - bisogna tenere conto del fattore economico e chiudere il libro dei sogni. Il dente a bandiera può servire come estetica, ma quasi niente come funzione, altrimenti in tempi brevi può, e ripeto può, crollare il dente pilastro. Non so dire altro, se non avvertirla di prepararsi a spese più importanti. Auguri.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Mi associo totalmente al parere dei Colleghi Tabasso e Carpinteri: se le cose stanno come lei dice.

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

Ponte in Zirconio porcellana. Da casistica della Dr.ssa Claudia Petti di Cagliari
Cara Signora Francesca, come spiegarle? E' protesicamente scorretto. Le leggi che regolano la progettazione di una Protesi fissa sono simili a quelle ingegneristiche dei ponti su pilastri con tratti senza pilastri. Per farle capire, sarà passata qualche volta su un ponte autostradale. Questo ha dei pilastri che lo sorreggono e delle parti di strada sospese ma con alle estremità dei pilastri. Immagini un "pezzo" di strada sospeso tra un pilastro e niente. Crollerebbe. Lo stesso accade in bocca. L'elemento di ponte, appeso, poichè è sottoposto ad un vettore di forza Fisica (nel senso che segue le leggi Fisiche delle leve) sfavorevole, è destinato a fratturarsi o fratturare il dente o la corona a cui è "appeso" o a causare una lesione ossea dell'osso a se sottostante con la formazione di un difetto osseo ed una tasca parodontale che porta alla perdita del parodonto, ossia delle "fondamenta " della protesi.Spero che le sia chiaro che è assolutamente sbagliato costruire una protesi a bandiera. In alcuni casi, aumentando i pilastri, se proprio non se ne potesse fare a meno, per situazioni particolari, magari la si fa anche, ma con almeno due tre pilastri, partendo per esempio dal canino, i due premolari che portano il primo molare, ridotto di dimensioni. Questo se non ci sono gli altri molari dietro! Perchè se ci fossero si farebbe il tradizionale ponte a tre elementi, due pilastri ed un elemento di ponte, il dente portato. Sempre che non si decidesse di fare un impianto! Le lascio come esempio un ponte di due pilastri estremi ed un elemento di ponte in zirconio-porcellana.Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Francesca, i ponti definiti "a bandiera" non trovano quasi mai indicazione, se non in limitatissimi casi e spesso risultano essere un compromesso per evitare altri tipi di trattamenti più appropriati. Al di là di quanto già detto credo sia opportuno che vada a farsi controllare dal suo dentista perché il dolore ed il solco del quale faceva riferimento non dovrebbero esserci.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Francesca, lei ci chiede cosa fare? Controllare se chi ha operato su di lei, è iscritto all'ordine dei medici.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Il ponte a bandiera è importante che sia ben studiato dal punto di vista delle forze: se un dente deve fare un lavoro per due (se stesso e quello che tiene a bandiera) può cedere ben presto..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Ne parli con fiducia al suo dentista

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Sullo stesso argomento

  • A chi rivolgersi?
    Ecco una serie di studi dentistici a cui chiedere informazioni sulle protesi fisse e mobili.