Domanda di Protesi

Risposte pubblicate: 14

E' meglio un ponte in ceramica o in ceramica-zirconio?

Scritto da Anna / Pubblicato il
E' meglio un ponte dentale in ceramica o in ceramica-zirconio? Ho consultato vari dentisti:uno mi consiglia la ceramica, l'altro ceramica-zirconio. Esteticamente sono uguali? Lo zirconio costa di più, ma quali sono i reali vantaggi? Grazie
Senz'altro in zirconio ceramica poichè offre una maggiore resistenza meccanica. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Riccardo Della Ciana
Civitanova Marche (MC)

Probabilmente intende un ponte in oro ceramica vs ceramica zirconia ( è femminile). Dipende da vari fattori, che sicuramente il suo curante saprà valutare ed illustrare.

Scritto da Dott. Fabio Arpaia
Napoli (NA)

L'unione zirconio-ceramica ha dato vita ad un prodotto tecnologicamente avanzato che sinergicamente ha valorizzato gli aspetti di meccanici unendoli ad un'estetica avanzata che porta il manufatto finale a livelli di simulazione della realtà davvero sorprendenti. La lunghezza del ponte è ancora oggi legata, però, alla dimensione della barra madre di zirconio che difficilmente superare la lunghezza di otto elementi dentari a fine lavorazione. Il ponte costruito in questa struttura richiede però una preparazione del dentista assolutamente perfetta con una superficie di chiusura generosa e un'impronta ineccepibile, poichè la lettura con CADCAM dell'impronta sviluppata in gesso non permette successive lavorazioni di rimaneggiamento. Cordialita'
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Francesco Sacco
Salerno (SA)

Gentile Anna, quali e quanti denti interessano il trattamento? Saluti.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Salve, sono stato a lungo nel laboratorio odontotecnico per imparare la protesi anche e soprattutto nella camponente merceologica. L' ossido di zirconio-porcellana è, da un punto di vista estetico, bellissimo perchè produce un effetto naturale. Purtroppo da un punto di vista meccanico presenta una eccessiva rigità che lo rende estremamente fragile, quindi non è adatto per ponti lunghi ma solo per singoli elementi, il rischio è la rottura del ponte stesso cosa che ho visto accadere in una percentuale troppo ampia di casi. Il miglior materiale, almeno per quanto mi concerne, è oro 525-porcellana. Per qualunque altro consiglio sono a disposizione.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Pierpaolo Capodiferro
Policoro (MT)

Sig.ra Anna, il collega Sacco le ha spiegato molto bene i limiti della " zirconio-ceramica ", ma ritengo importate la domanda del collega, Del Deo Cristoforo, perché i vantaggi sorprendenti sono una fantastica estetica. Prima di iniziare la protesi, è consigliato valutare se esistono eventuali allergie ai metalli. L'odontoiatra che pratica entrambe le tecniche, dopo visita clinica saprà consigliarla al meglio.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sig.ra Anna, Il collega Sacco, le ha fatto una disamina eccellente, che non saprei aggiungere altro, ma le sottolineo che la bravura del dentista, a preparare i monconi dei suoi elementi dentali, fa la differenza, perchè ha bisogno di spessori ben precisi, affinchè non si rompino. Cordiali Saluti

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Io vado in controtendenza in quanto la preparazione dentale sia per un ponte metal-ceramica, sia per un ponte in ossido di zirconio e ceramica devono comunque essere adeguate; sulla preparazione professionale non si discute. Il vantaggio dell'OZC e senz'altro l'estetica. Un professionista esperto in protesi è in grado di eseguire correttamente una riabilitazione protesica di ogni tipo e soprattutto saprà consigliarla al meglio.

Scritto da Dott. Andrea Lorini
Firenze (FI)

Gent.le Sig.ra Ana, in che zona della bocca deve eseguire il ponte? zona posteriore ( molari e premolari ) o anteriore ( canini incisivi )? La possibilità di eseguire un ponte in CERAMICA-ZIRCONIA in zona posteriore, dipende non solo dalla lunghezza e dal numero di elementi che i pilastri del ponte devono "portare ", ma anche dalla dimensione in altezza dei denti e della dimensione verticale di chiusura della sua bocca. Infatti tra un dente e il dente contiguo, una volta limati e rimpiccioliti, deve rimanere uno spazio utile per creare una dimensione di Zirconia, adatta a dare resistenza meccanica alla masticazione, ma anche deve rimanere uno spazio corretto, tra un dente e l'altro, per l'igiene domiciliare con scovolino. In zona frontale la zirconia, nelle mani di un bravo odontoiatra che sappia preparare i denti nel modo corretto, e di un bravo odontotecnico che sappia di estetica dentale, da risultati migliori come estetica e naturalezza della solita oro-ceramica. Le faccio una domanda provocatoria : Lei deve sostituire un vecchio ponte o la richiesta è conseguente alla mancanza di uno o più elementi e i denti vicini sono sani e non già ricoperti? In quasto caso potrebbe essere interessante studiare la possibilià di eseguire degli impianti per sostituire gli elementi mancanti senza toccare i denti contigui. Mi faccia sapere. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Lazzari
Cernusco sul Naviglio (MI)

Anna, in effetti la tua è una domanda interessante. Mi occupo di protesi da sempre, e quello che posso dirti è questo: Esteticamente non c'è alcuna differenza. Si possono fare lavori meravigliosi sia con la ceramica che con il zirc.ceramica. In Effetti il risultato estetico è simile perché esternamente al manufatto, trovi sempre la ceramica. Lo zirconio ci dà una opzione in più. E' molto piu resistente e quindi piu difficile a fratturarsi. I ponti in ceramica integrale, non ho problemi a confessarlo, qualche volta mi si sono spezzati.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Giglio
Roma (RM)

Sullo stesso argomento

  • A chi rivolgersi?
    Ecco una serie di studi dentistici a cui chiedere informazioni sulle protesi fisse e mobili.