Domanda di Protesi

Risposte pubblicate: 14

Il dentista consiglia il ricovero in ospedale e sotto anestesia totale di togliere tutti i denti e mettere una protesi.

Scritto da Gabriella / Pubblicato il
Mia madre ha 76 anni e presenta asma bronchiale, piccolo male, epatite C ed è un tipo depresso-ansioso. I suoi denti sono quasi tutti malati, spezzati, cariati, parecchi mancanti, non riesce più a mangiare normalmente. Il dentista le consiglia di ricoverarsi in ospedale e, sotto anestesia totale, toglierli tutti e mettere una protesi. Avrei bisogno di un vostro parere: anestesia totale? dentiera? quali alternative ci sono? prognosi?. Grazie mille.
Gentile Gabriella, l'anestesia totale può essere indicata in particolari casi quale può rientrare anche quello di sua madre, anche, se, personalmente, tenterei di effettuare l'intervento ambulatoriamente in sedazione cosciente. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Riabilitazione Orale completa in Un caso clinico Orale e Parodontale Complesso Da Casistica del Dr. Gustavo Petti di Cagliari
Cara signora Gabriella, ci sono decine di alternative. Una, la più ovvia e banale, curare i denti curabili, estrarre quelli incurabili e protetizzare con protesi fisse o miste fisse e rimovibili con attacchi di precisione, fresature e bracci d'appoggio o impianti se l'osso di sua madre lo consente come qualità. La presenza di Asma, Epilessia ed Epatite C non costituiscono controindicazione ad una cura in anestesia locale in Studio privato! Ovvio che il Dentista debba contattare i Colleghi Specialisti che hanno in cura sua madre per le altre patologie, a seconda di quella che sarà la terapia! Questo per completare la anamnesi clinica doverosa e seria! Nel mio studio si curano malati odontoiatrici praticamente con qualsiasi patologia presente. Dagli scompensi cardiaci alle allergie, diabete scompensato, epilessia etc Per la presenza dell'Epilessia i cui farmaci creano spesso delle ipertrofie iperplasie gengivali e per la presenza della epatite C che sconvolge il sistema immunitario e crea quindi delle patologie Parodontali spesso gravi, è bene che la faccia visitare da un Parodointologo bravo per vedere se ha Parodontiti, tasche parodontali, difetti ossei o semplici gengiviti da curare prima! Estrarre tutti i denti e metterle due protesi, così senza aver chiarito tutto questo, non va per niente bene, significa "laversene le mani come Ponzio Pilato" e un Medico questo non lo deve fare. E perchè? Solo perchè sua mamma ha 76 anni? Quando ci arriverete lei e il suo dentista a 76 anni vi accorgerete di essere ancora giovani e di avere diritto alle cure odontoiatriche migliori! Le posto una foto di riabilitazione orale completa e poi legga nel mio profilo in pubblicazioni ed articoli:"La protesi dentali mobili: miste e rimovibili Excursus su i vari tipi di protesi dentali mobili: miste e rimovibili. Consigli e suggerimenti per i pazienti" e Le protesi dentali fisse Excursus su i vari tipi di protesi fisse. Consigli e suggerimenti per i pazienti e Riabilitazione orale completa, parodontale, implantologica e protesica, in un caso complesso pluridisciplinare, con Follow up di 19 anni. PRIMA PARTE: CHIRURGIA PARODONTALE, CHIRURGIA PREPROTESICA, CHIRURGIA IMPLANTOLOGICA. e Dalla parodontologia alla protesi, attraverso tutta l'odontoiatria. e tanto altro! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Gabriella, per poterle rispondere esaurientemente è necessaria una visita accurata. Ritengo comunque esagerato praticare anestesie totali, peraltro non prive di rischi, per effettuare cure che si fanno tutti i giorni in tutti i tipi di pazienti che hanno diverse problematiche. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Parlando in termini molto pratici e poco teorici, se effettivamente la situazione generale di sua madre è così compromessa, ed il suo dentista consiglia un'anestesia generale per completare le estrazioni multiple in Clinica Odontoiatrica, probabilmente è la soluzione migliore...anche perchè altrimenti immagino la seguirebbe il collega nel suo studio. In ogni caso, se ha ulteriori dubbi in proposito, le posso consigliare il parere di altri specialisti (ma non sui forum, di persona), per valutare eventuale interventi ambulatoriali. Le alternative alla protesi totale rimovibile sono diverse, ma dipende dal paziente...
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora se il collega le ha prospettato un simile intervento terapeutico sicuramente ha dei validi motivi. Noi non avendo il quadro clinico di sua madre, difficilmente riusciamo a darle un consiglio obbiettivo. Certamente la cosa migliore sarebbe mantenere i denti ed effettuare la terapia ambulatorialmente con anestesia locale, ma ciò è possibile? Non siamo certo noi a distanza a poterle togliere ogni dubbio. Ne parli con il suo dentista, le sarà spiegato perchè intende procedere in un certo modo. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Piero Puppo
Imperia (IM)

Cara Gabriella, per poter rispondere alla tua domanda è necessario fare una visita ed eventualmente una radiografia che sua madre può fare in modo del tutto gratuito e senza impegno presso il mio studio di Roma. Cordiali saluti. Dott. Gentile Alessandro tel. 3384169353.

Scritto da Dott. Alessandro Gentile
Tivoli (RM)

Date le condizioni generali della signora penso che la scelta migliore sia il trattamento chirurgico in ambiente ospedaliero protetto, vale a dire con la consulenza di un cardiologo di un anestesista e di un internista il problema non sono le estrazioni multiple, ma l'impegno generale dal punto di vista medico, che inquadra la signora come paziente a moderato rischio medico, cordialmente Giuseppe Sepe

Scritto da Dott. Giuseppe Sepe
Fondi (LT)

Gentile signora Gabriella, se effettivamente le condizioni di salute di Sua madre sono quelle che Lei descrive e se, soprattutto, non ci si può aspettare dalla paziente un adeguato grado di collaborazione e/o motivazione, allora è preferibile seguire il consiglio del Suo medico riferendosi a una struttura ospedaliera adeguata al caso. Distinti saluti. Dott.ssa Loredana Lupoli

Scritto da Dott.ssa Loredana Lupoli
Frattamaggiore (NA)

Mi sento di dirle che le estrazioni dei denti, se sono molti e incurabili è consigliabile farla in ambiente protetto, come le ha consigliato il suo dentista. Magari delle cure conservative e paradontologiche possono essere fatte in studio, semprechè sua mamma sia disponibile a, eventuali più sedute per fare terapie che richiedono costanza. Non credo che il suo dentista abbia preso quella decisione a cuor leggero. Molti auguri

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

Se decide di levare tutti i denti e fare una dentiera è giusto e più sicuro il ricovero.Se si può salvare qualche radice ,anche malridotta e mettere dei pernini che stabilizzano la dentiera il trattamento è meno invasivo e la protesi finale sarà più stabile e meglio accettata dalla paziente.

Scritto da Dott. Massimiliano Trubiani
Roma (RM)

Sullo stesso argomento

  • A chi rivolgersi?
    Ecco una serie di studi dentistici a cui chiedere informazioni sulle protesi fisse e mobili.