Domanda di Protesi

Risposte pubblicate: 9

Mia madre circa un anno fa ha messo una protesi fissa nell'arcata superiore

Scritto da ANGELA / Pubblicato il
Buonasera, espongo subito il mio problema. Mia madre circa un anno fa ha messo una protesi fissa nell'arcata superiore. Sin da subito ha avvertito una forte secchezza alle labbra ed una diminuita salivazione. Ha effettuato analisi allergiche ma i risultati sono stati negativi. Nonostante il tempo trascorso, il problema è sempre lo stesso. Vorrei sapere come è possibile risolverlo o avere indirizzi di centri o medici che possa aiutarmi. Grazie.
Salve Signora Angela, il fatto che sua mamma avverte questa secchezza delle fauci puo' essere una coincidenza, oppure il campanellino d'allarme di una sindrome che porta anche ad avere una dimunuita sudorazione ect. Le consiglio di effettuare una visita endocrinologica! Mi faccia sapere!

Scritto da Dott. Matteo Andresini
Lizzano (TA)

Cara Signora Angela, la Xerostomia, ossia secchezza delle fauci con diminuita salivazione ha tantissime cause mediche ed Odontoiatrice locali e sistemiche che sarebbe lunghissimo ed inutile elencare! A volte può essere solo una fisiologica reazione temporanea alla presenza della protesi, a cui però l'apparato Stomatognatico, si sarebbe già dovuto adattare. Rreazione che può essere anche di natura Psicologica! In OGI CASO: bisogna intanto che venga confermato che la protesi sia stata fatta con materiali nobili come oroporcellana o Zirconio porcellana o Porcellana integrale etc e che sia stata eseguita a regola d'arte! Poi bisogna valutare tutte le patologie delle ghiandole e dotti salivari di pertinenza Stomatognatica e Maxillo Facciale e poi tutte le stesse patologie da causa sistemica con una visita presso un Medico specializzato in Medicina Interna! Di più senza visitarla non posso dirle!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Angela, i materiali utilizzati in odontoiatria (marcati CE) sono di solito ben tollerati infatti gli esami hanno dato esito negativo. Escluderei pertanto una causa risalente ai materiali utilizzati. L'insorgenza della secchezza delle labbra associata a scarsa lacrimazione può essere il sintomo iniziale di altri problemi quali ad esempio una sindrome di Siogren. Approfondirei con esami più specifici richiedendo un consulto anche da un collega reumatologo per escludere malattie autoimmunitarie. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Angela, la secchezza della bocca non è da mettere in rapporto alla protesi ma si tratta certamente di una coincidenza in quanto questo sintomo è frequente nelle donne in menopausa e potrebbe trattarsi di una sindrome di Sjogren e/o di una sindrome di Mikulicz. A questo proposito puoi consultare gli articoli relativi (secchezza delle fauci e xerostomia) nella mia scheda di presentazione e troverai sicuramente spunti validi. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig. Angela la xerostomia, che è una delle poche patologie la cui diagnosi è dettata dal paziente, è curabile, anche l'iposalivazione può essere trattata. Le consiglio una visita presso un ambulatorio di medicina e patologia orale, dove saranno trattati i problemi di sua mamma. Se vuole può leggere il mio articolo" xerostomia" che ritrova su questo portale.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Sig.ra Angela, non vedo il rapporto tra la protesi fissa e la xerostomia; si ricordi comunque di chiedere al suo dentista il marchio CE sui materiali impiegati. Tuttavia sono incline a non ritenere che ci sia un rapporto con la protesi. Si ricordi infatti che qualsiasi materiale in bocca innesca la I fase della digestione, che comporta un aumento di salivazione, quindi il fatto di avere una protesi in bocca e non avere saliva disponibile, è un opposto. Si rechi presso un reparto di clinica odontoiatrica per i relativi approfondimenti e faccia anche eseguire un esame della saliva, anche allo scopo di valutare eventuali immunopatie a carico per esempio della parotide. E' anche possibile un'occlusione dei dotti escretori delle ghiandole sottolinguali, in questo caso un calcolo- a volte di tartaro- può determinare dolore e rigonfiamento anche modesto sul pavimento linguale. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Ritengo assai improbabile una ridotta secrezione salivare ascrivibile all'applicazione di una protesi inamovibile. In ogni caso verifichi la dichiarazione di conformità che l'odontoiatra ha consegnato a sua madre relativa ai materiali impiegati per la realizzazione della stessa. Chieda una consulenza presso un reparto di patologia orale ospedaliero-universitario per verificare l'esistenza di eventuali patologie sistemiche ovvero immunologiche-autoimmuni che potrebbero aver determinato la comparsa dei sintomi. Cordialmente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Ciro Russo
Frattamaggiore (NA)

Gentile Sig.ra Angela, non ritengo correlabile la protesi alla xerostomia; credo piuttosto, come la maggior parte dei colleghi, in qualche problema sistemico o autoimmune che merita di essere indagato a fondo. Consiglio una visita in un reparto di Odontostomatologia. Cordialmente

Scritto da Dott. Luca Baucia
Cavenago di Brianza (MB)
Milano (MI)

Cara Angela la xerostomia è una malattia che si può verificabile, dubito seriamente che sia dovuta alla protesi in quanto 1 nell'arcata superiore vi è solo lo sbocco di una ghiandola salivare maggiore, la parotide 2 le prove allergiche hanno dimostrato la compatibilità dei materiali io penserei di più ad un problema ghiandolare che può dare xerostomia le consiglio di andare a fare una visita in un reparto di patologia orale in cui le possono chiarire meglio la situazione distinti saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)

Sullo stesso argomento

  • A chi rivolgersi?
    Ecco una serie di studi dentistici a cui chiedere informazioni sulle protesi fisse e mobili.