Domanda di Prevenzione dentale

Risposte pubblicate: 7

L'importanza della prevenzione dentale per i soggetti cariorecettivi

Scritto da angelo / Pubblicato il
Salve Sono uno studente di napoli, cerco di essere sintetico nella descrizione del problema: fino all''età di 16-17 anni non ho mai avuto particolari problemi con i denti, è da quell''età in poi che è cominciata per me l''odissea della devitalizzazione. Mi trovo ad oggi ( 24 anni ) con 11 denti devitalizzati e 4 capsule. Ascoltando i pareri di altri professionisti e non, mi dicono che basta un pò di prevenzione ( di solito ogni sei mesi ) in modo da beccare la carie sul nascere ed evitare che si faccia strada nel dente. Ora, vista la mia particolare situazione e la paura dell'incombere di una nuova carie, mi reco dal dentista con la frequenza ( anche solo per visite di controllo ) al max ogni due mesi. Ora la mia domanda è: "è il dottore che non si accorge della presenza di una carie, dandoci inconsapevolmente più tempo per far danni e arrivare alla polpa, o è possibile che i miei denti hanno qualcosa che non và e quindi appena subiscono un attacco sono da devitalizzare?"
SIG. Angelo la prevenzione come in tutti i campi anche in odontoiatria è molto importante, se lei è particolrmente cariorecettivo bastano visite trimestrali di controllo e di igiene orale durante le quali si effettueranno radiografie (bite-wing) che evidenziano la presenza di carie. Intervenendo tempestivamente non ci sarà il coinvolgimento della polpa del dente e quindi non dovrà ricorrere a cure endodontiche. L'uso domiciliare di colluttori antiplacca inoltre la aiuterà molto, si faccia consigliare dal suo dentista circa il prodotto migliore per il suo caso. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Daiana Zuccaro
Frosinone (FR)

La risposta della collega Daiana è assolutamente perfetta, ed è alla base della odontoiatria.. Temo che non le siano state fatte periodicamente le rx di controllo per beccare le carie all'inizio. Oppure è davvero una di quelle situazioni tanto.. sfortunate. Anche se la fortuna ce la possiamo costruire da soli, con tanto spazzolino, filo e pochi dolci. Questo a patto che la salute generale sia ottima e non ci sia nulla che predisponga a tutti questi danni. E che la mamma abbia costruito inizialmente dei denti sani, senza difetti che abbiano poi portato a questo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gent Sig Angelo, condivido e mi unisco alle risposte precedenti.. cordialmente

Scritto da Dott. Franco Tarello
Torino (TO)

Gentile Angelo, è impossibile credere che il suo curante voglia farle rovinare i denti! Se lei mette in pratica un'igiene domiciliare efficace e corretta (spazzolino filo collutorio), il suo dentista al controllo non dovrà far altro che constatare lo stato di salute della sua bocca con una visita accurata supportata da uno status radiografico dove "si spacca il capello" e nulla sfugge! Saluti.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Sarebbe interessante valutare il tuo "gradiente" salivare per verificare la cariorecettività soggettiva. Il consiglio pratico che posso darti è cerca di avere una massima igiene alimentare che non significa solo evitare zuccheri e cibi cariogeni ma anche evitare di mettere continuamente qualcosa in bocca che eleva di molto il ph medio salivare...colazione-pranzo e cena, pochi caffè ed al massimo uno spuntino.

Scritto da Prof. Attilio Menduni De Rossi
Castellammare di Stabia (NA)

Sig. Angelo, mi trova in accordo con i colleghi che mi hanno preceduto. Le faccio una domanda, lei è masticatore di chewing-gum? Questo dolciume, può provocare della carie interdentale, con diagnosi precoce complessa e colpisce zone vicino alla polpa dentaria, che a volte devono essere trattate con la devitalizzazione.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Egregio Angelo, non posson che essere daccordo con i colleghi. Migliori in quantità e in qualità le sue tecniche di igiene orale domiciliare, chieda al suo dentista cosa deve fare. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia