Domanda di Prevenzione dentale

Risposte pubblicate: 6

Potrebbe trattarsi di condilomi causati da un probabile hpv?

Scritto da giuseppe / Pubblicato il
Salve, in seguito a un rapporto non protetto ho notato dopo qualche mese, una specie di mucocele nel labbro inferiore (foto 1), l'ho bucato e drenato ed è passato dopo due settimane, un mese dopo sopra l'ultimo molare inferiore è spuntato questo (foto 2). Potrebbe trattarsi di condilomi causati da un probabile hpv? o sono coincidenze non inerenti ad hpv? è anche vero che l'ultimo molare sta per spuntare è ho linfonodi ingrossati e palpabili da più di un anno. Grazie
Caro Signor Giuseppe, buongiorno. Mah, fare una Diagnosi via Web e non Clinica ed Anamnestica e Semeiologica non è possibile. Bisogna palpare la formazione, valutare la mobilità sui piani sottostanti, saggiarne la consistenza e dolorabilità e tanto altro. Ci sono varie patologie che possono avere, in quella zona della bocca, varia etiopatogenesi e bisogna quindi fare una Diagnosi Differenziale. La Diagnosi Differenziale dovrebbe essere fatta, in base al sospetto Diagnostico che può essere solo Clinico e non Virtuale, tra Flogosi verruche, condilomi, papillomi in particolare.Sappia che per esempio, il virus del Papilloma umano, HPV (Human Papilloma Virus) ha predilezione per le mucose genitali ed orali e per gli epiteli squamosi. Nella mucosa orale, il papilloma, si manifesta in tre varianti istopatologiche: Squamoso, verruca vulgaris (molto meno frequente) e Condiloma accuminato. Bisogna fare attenti esami sullo stato del suo sistema immunitario e attuare una "sorveglianza" preventiva e diagnostica perchè se ne possono formare altri. Il medico più adatto a questa sorveglianza è lo Stomatologo, il Patologo Orale, il Dermatologo o il Virologo o l'Immunologo o il Clinico Medico! Sarebbe importante anche avere un esame istologico su quelli tolti! Si rimane contagiosi fino a dopo l'ultimo di almeno due o tre controlli nel tempo di due mesi dall'ultima escissione. Aggiungo che si possono fare dei tamponi orali per la ricerca del virus HPV! Il tampone lo può fare anche il suo Dentista se è organizzato per farli avere integri ad un laboratorio di istopatologia e virologia!Valutare poi la sua immunità cellulo mediata dai Linfociti T. Ed ancora, dopo l’introduzione della HAART (highly active antiretroviral therapy), si è visto che le lesioni da HPV anziché diminuire, sono aumentate (in sede orale e genitale) ed anche in relazione al calo della viremia a seguito della terapia antivirale. Però stia tranquillo, si risolve tutto e tornerà la normalità, sicuramente e senza problemi, sia quindi molto sereno! In ogni caso ho parlato di diverse possibilità diagnostiche che vanno differenziate e confermate, ovviamente. La Diagnosi differenziale è doverosa e non semplice a volte con lesioni traumatiche delle mucose orali, Herpes zoster gengivite necrotica Etc. Coraggio quindi si faccia visitare, incominciando dal suo Dentista. Sono soldi spesi bene, mi creda! Diffidi di chi non fa pagare la Visita!Bisogna valutare poi la sua immunità cellulo mediata dai Linfociti T. Tra l'altro, noto che ha un sospetto lichen Ruber Planus (OLP), a meno che non sia un artefatto della fotografia che non è certo il massimo come qualità e che in ogni caso deve essere diagnosticato solo clinicamente. Lo segnalo per "dovere professionale" ma non è niente di grave. Le spiegherà il suo Dentista e le spiegherà l'importanza di differenziarlo da una leucoplasia o da altro e preciso che esistono 4 varianti di OLP: reticolare, atrofico, erosivo-bolloso e a placca.La forma erosiva e quella bollosa , evoluzione probabilmente di una forma nell’altra, rappresentano le varianti più sintomatiche e che più spesso si accompagnano o sovrappongono a Gengiviti particolari come quelle descritte,con una compromissione notevole della qualità di vita . Nella diagnostica differenziale di queste forme rientrano i tumori, la stomatite cronica erosiva,il lupus eritematodes ,l’eritema polimorfo, le candidiasi, le reazioni da farmaci . La onde ragion per cui, consiglio uno o più prelievi bioptici ed una diagnosi anche isto-patologica per valutare soprattutto se esistono note di acantosi ,ipercheratosi, ipergranulosi, degenerazioni varie etc e porre così una diagnosi certa istologica senza cui si andrebbe avanti solo per tentativi! Attenzione al Cortisone! E' ovvio che possa calmare temporaneamente i sintomi ma il suo uso, ripeto deve avvenire solo se è stata fatta una Diagnosi Differenziale Certa perché in alcune di queste patologie può essere addirittura controindicato ed aggravare la patologia! Giudicherà il suo Dentista se inviarla da un Dentista Esperto in Patologia Orale! Per i linfonodi, che non precisa dove, ma immagino siano quelli sotto mandibolari, dato che parla di un ottavo in disodontiasi, certamente possono essere legate ad esso ma anche qui bisogna valutarli nel contesto dell'intero organismo e palpare tutte le stazioni linfatiche più importanti come quelle del collo, retronucali, ascellari, inguinali solo per citarne alcune e a seconda della valutazione clinica si dovrebbero fare accertamenti ematologici come un semplicissima e velocissimo emocromo con formula rivolto soprattutto alla conta dei leucociti e linfociti! Non bisogna mai estrapolare la bocca e le sue patologie dal contesto dell'intero organismo umani e degli organi sistemici! Questa è la differenza tra un buon "Clinico" e uno "Superficiale", anche e soprattutto in Odontoiatria! Mi fermo qui ma ci sarebbe ancora tanto altro da dire sulla importanza di una accurata anamnesi e semeiologia da fondere con la clinica e la tecnologia! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Giuseppe, l'OMS ha stabilito che qualunque lesione ai tessuti molli del cavo orale che non regredisce spontaneamente in 10-15 giorni è da ritenersi sospetta, per cui dovrebbe recarsi da un odontoiatra per controllo e diagnosi.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Troppo difficile dirlo da qui. Meglio visita dal vivo. O un dermatologo, oppure uno stomatologo, cioè un dentista che lavori anche in ospedale ed abbia dimestichezza a diagnosticare questo tipo di patologie.. Infatti, tutti i dentisti dovrebbero capirle, ma la maggior parte vede raramente queste lesioni, e può avere difficoltà a capirle..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Vada subito da uno specializzato in stomatologia o a un reparto ospedaliero di patologia orale

Scritto da Dott. Domenico Ancona
Fasano (BR)

Una diagnosi via Internet, sulla base di un paio di foto, di eventuale patologia orale, non è attuabile. Superata la finestra delle due settimane, se la lesione, ovunque e qualunque essa sia, non regredisce, è sempre opportuno recarsi da un Dentista. Il Collega la valuterà e, nel caso giudichi sospetta la lesione (cioè non direttamente correlata a patologia dentale o parodontale "standard"), la invierà presso un centro di Patologia Orale all'interno di una Clinica Odontoiatrica o presso un reparto di Dermatologia.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Giuseppe, non si possono fare diagnosi da una foto. Si rechi da uno specialista in patologia orale. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia