Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 7

Devo stare attento a qualche segnale?

Scritto da Federico / Pubblicato il
Mia figlia di 3 anni è finita viso a terra su una pavimentazione in cemento liscio. Fortunatamente indossava il casco protettivo, che per via della "visiera" ha attutito una parte dell'urto. Prognosi: edema al labbro sup., lieve edema alla piramide nasale, dolore alla palpazione degli incisivi centrali superiori, non mobili nè sublussati. Non sembrerebbe quindi grave, anche se a quanto posso vedere, gli incisi si muovono molto più di quanto dovrebbero: applicando una LIEVE pressione ai lati dei due incisivi, è visibile ad occhio, per quanto piccola, la riduzione dell'interstizio tra i due denti. Ho letto qui sul sito che una simile situazione potrebbe rientrare anche da sola... Al PS. mi hanno detto che d'altra parte per i denti non si può fare niente, mantenere controllato l'eventuale evolversi della situazione... La terapia  che mi hanno consigliato, alimentazione morbida, clorexidina gel 2 volte/dì per 5 giorni. E' il caso di fare altro? devo stare attento a qualche segnale? la mobilità dei due denti, per non essere "patologica" si dovrebbe ridurre in brevissimo tempo? sarebbero possibili eventuali terapie odontoiatriche "preventive" rispetto alla comparsa di sintomi più seri? Al PS sono stati abbastanza rassicuranti, ma chiedevo se era comunque meglio il ricorso allo specialista.
Le hanno detto cose corrette. In un futuro se dovesse " morire" per il trauma il dente o i denti coinvolti il dentista, pedodonzista, dovrà devitalizzarli. Le consiglio controlli almeno semestrali. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Federico, con tutto il rispetto possibile, al pronto soccorso generale ( diverso sarebbe se fosse quello della divisione di Chirurgia Maxillo Facciale ed Odontostomatologia), al prontosoccorso generale di un Ospedale, dicevo, dove immagino sia stata portata la bimba, non "capiscono niente di Odontoiatria! Quindi faccia visitare sua figlia dal Dentista storico personale della famiglia o data l'età, meglio da un Dentista Pedodontista! Sicuramente non ci sarà niente di particolare ma almeno potrà essere sicuro e tra l'altro porre a lui tutti questi legittimi quesiti che la tengono in ansia! Poi, mi scusi, se mi permetto di dissentire come Genitore e come Medico, di portare sua figlia così piccola in moto o motorino che sia, almeno che non sia una biciclettina su cui fosse stata la sua bimba, nel qual caso mi scuso per l'ingerenza, ma lei non lo specifica ed è mio dovere pensare a tutto! Questo detto tra l'altro da un "Motociclista da sempre"! Quindi quel cemento era asfalto? Al prontosoccorso hanno valutato la eventuale necessità di fare una profilassi o una terapia antitetanica? Ne parli, magari anche solo col suo Medico Generico di Base! Attenzione perchè questa profilassi e/o terapia a seconda dei casi , va iniziata, se andasse fatta, il più presto possibile, specie nelle ferite al volto, specie se non sanguinanti, l'ideale entro 12/24 ore! Parlo di terapia oltre che di profilassi per cercare di evitare l'uso del siero antitetanico che ha diverse importanti problematiche, essendo siero umano! Qui entra la decisione del Medico e dei Genitori che devono o no dare l'autorizzazione a procedere, dopo adeguata informazione! Mi scuso se avessi creato un motivo in più di "ansia" , ma è mio dovere di Medico cercare cdi informarla sulle cose importanti!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Conviene in ogni caso per sicurezza far visitare la bambina da un dentista. In ogni caso, vista l'età, ogni eventuale terapia va rimandata nel tempo, perchè è molto difficile ottenere la collaborazione necessaria. Ciò che potrebbe verificarsi è la necrosi pulpare dei denti coinvolti, oppure dei problemi all'eruzione degli incisivi permanenti. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Alessandro Francini
Reggio Calabria (RC)

Il vostro dentista la deve vedere e valutare se i denti hanno la normale vitalità. Poi visite semestrali

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Si, ci vuole la visita dal dentista, che si occupi di bambini e di traumi. E' vero che di attivo ora come ora non c'è nulla da fare, ma va poi seguito nel tempo. Perchè se dovesse perdere vitalità ci sarà da prendere provvedimenti, mirati a non danneggiare il dente permanente sottostante. Le ricordo che la filosofia in caso di trauma dei denti da latte è quella di preservare l'integrità dei permanenti

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Federico, la figura professionale che deve valutare la situazione dei denti è un dentista e non un medico del pronto soccorso. Pertanto la porti dal suo dentista che valuterà nel tempo la vitalità dei denti da latte e un corretta eruzione dei permanenti. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Federico, una visita odontoiatrica tra 15 giorni è consigliata, su questo portale può trovare un ottima clinica dentistica della sua zona che si occupa di pedodonzia. ruffonidiego@virgilio.it

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento