Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 6

SEGUITO ALLA DOMANDA : E' giusto aspettare e vedere come va?

Scritto da Rossella / Pubblicato il

Il bambino e stato valutato e tenuto sotto controllo dal dentista quando si è rotto i denti e fino a sabato non aveva avuto problemi. Per la diagnosi di etmoidite (dopo aver consultato 4 pediatri e un otorino..ognuno ha fatto una diagnosi differente da etmoidite a nevrite del trigemino..con la cura e rientrato tutto) quello che vorrei capire è: il bambino ha il labbro leggermente gonfio, non mi ha detto di far rx e all'interno gengiva un po infiammata. Il puntino bianco non si vede più perché si è rotto ecco perché scrivo che il dentista ha detto che è una fistola da quanto riferito da me. Mi ha detto che non devo far nulla se non aspettare. Essendo un mamma un po ansiosa vorrei sapere se è corretto così o devo cercare un altro consulto. Grazie

 

Precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/pedodonzia/7994_e-giusto-aspettare-e-vedere-come-va.html

Cara Signora Rossella, le è stato risposto abbondantemente e le è stato precisato che i denti vanno curati, perchè continua a girarci in torno? Se il suo Dentista non lo vuole curare, cerchi un pedodontista e faccia visitare per un consulto e terapia, il bimbo! Quanto alla Etmoidite, essendo l'infezione dell'osso etmoidale molto pericolosa ed avendo una etiopatogenesi particolare e dovendo essere confermata una diagnosi simile da valutazione di esami strumentali e radiologico molto precisi ed importanti, ho consigliato e consiglio di chiarire perchè sia stata fatta questa diagnosi per dimostrarne l'inconsistenza altrimenti non potrebbe rimanere con questo dubbio clinico! Chi ha diagnosticato una etmoidite deve assumersene la responsabilità e spiegare perchè e percome! Non si spara a zero, così, impunemente! Tutto qui!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Buon giorno Signora Rossella, per non convivere con il dubbio, un ulteriore visita presso una struttura con un buon pedodontista potrebbe essere risolutivo. Cerchi anche nel nostro portale tra i colleghi a Lei vicino, sono certo che ne troverà di eccellenti. Cordiali saluti Dott. Angelo Raffaele Izzi

Scritto da Dott. Angelo Raffaele Izzi
Lainate (MI)

Come precedentemente le ho detto, non e' niente di trascendentale; ci vuole solo un po' di pazienza per l'eta' molto piccola del bimbo. Ci sono pedodontisti in grado di risolverle il problema. Per quanto riguarda la altre diagnosi mi sembra folle arrivare a conclusioni senza approfondimento.

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Gentile paziente valuti l'ipotesi di sentire un bravo pedodontista. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)

Sig. Rossella, un controllo presso un odontoiatra che si occupa di pedodonzia è consigliato e le raccomando di farsi rilasciare per iscritto il quadro clinico e la diagnosi.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile sig.ra Rossella su una fistola con pu si fa l'antibiotico, almeno questo non traumatizza il bambino più di tanto. Quando rientra il gonfiore, si cerca di capire meglio come stanno le cose, cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento