Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 10

Mia nipote ha sei anni e ha i denti giallo/marrone e anche un pò ruvidi

Scritto da NANCY / Pubblicato il
SALVE...mia nipote ha sei anni e ha i denti giallo/marrone e anche un pò ruvidi, la mamma ha consultato più medici e dicono che non si può far nulla..... Da precisare che anche i denti di latte erano scuri .....da cosa dipende e c'è qualcosa da fare adesso? Grazie
Troppo difficile dire qualcosa da qui. Se ci manda una foto molto ben fatta, potremmo dire di più. Sul fatto che non ci sia da fare niente è del tutto discutibile: certamente invece si può fare qualcosa. Anche nella ipotesi forse peggiore che si tratti di difetti dello smalto, ci sono rimedi. Forse più avanti con l'età, non subito, ma a tutto si rimedia.. Ci mandi la foto.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Nancy, ha consultato Medici od Odontoiatri o Medici Specialisti in Odontoiatria? Meglio se Pedodontisti? Sa dire Medici è troppo generico ed infatti mi sembra strano che non abbiano fatto una Diagnosi!Faccio una premessa un po' lunga ma utile, ritengo.Bisogna sempre mantenere una dieta equilibrata in apporti di Proteine Animali e Vegetali, Carboidrati, Zuccheri, Vitamine, Sali, Minerali, grassi etc e quindi Pasta, Pane, Carni rosse e bianche, Pesce di mare, verdure, crude e cotte, frutta, acqua! L'importante è non eccedere ma soprattutto attivare una corretta Igiene Orale in Studio Professionale e Domiciliare personale: Bisogna che le parli un po' della Fluoroprofilassi:la dose totale del fluoro da assumere deve tenere conto delle varie quantità di fluoro presente in liquidi e alimenti assunti dal bimbo e da lei in gravidanza,troppo fluoro fa male perchè può innescare patologie come la Fluorosi ,non facili poi da trattare. Importante è anche la fluoroprofilassi topica per ionoforesi da iniziare alla comparsa dei primi denti permanenti a sei anni circa e anche 7 che sono gli incisivi centrali e i primi molari. Sui molari e poi via via tutti i posteriori, se sani, è opportuno fare la fluoroprofilassi topica con sigillatura dei solchi, questo fino all'età di circa 15-17 anni perchè poi lo smalto non è più in grado di trasformare il legame della idrossiapatite in fluoroapatite che è mille volte più resistente agli acidi ed ai batteri e noxecariogine, Fluoroapatite che invece in adolescenza e nell'età dell' infanzia è molto forte ed utile! Poi genericamente del Dentifricio: Occorrono almeno tre pulizie ai tre pasti principali (dopo) ed una, la più importante, la notte prima di dormire perchè la Placca Batterica "lavora" di più durante la notte. Non è il Dentifricio che pulisce i denti, ma l'azione meccanica dello spazzolino. Quindi è importante il metodo di spazzolamento ed il tipo di spazzolino, non il Dentifricio che ha solo la funzione di rendere più gradevole l'igiene orale, più "scivoloso" lo spazzolino e rinfrescare l'alito! Per lo Spazzolamento dei denti: non esiste niente di meglio del normalissimo spazzolino manuale,per l'igiene orale,ci sono delle pasticche colorate da sciogliere in bocca che evidenziano col loro colore la placca batterica non rimossa dallo spazzolino,spazzolino che deve essere in setole artificiali, a testa piccola, duro, e usato con la cosiddetta tecnica di Bass modificata,ossia orientato verso le gengive a 45° e usato con movimenti di rotazione, vibrazione e verticali che terminano con un movimento circolare deciso ; è bene usare degli idropulsori che completano l'opera di igiene domiciliare e il filo interdentale, se ci riesce vista l'età molto piccola, presentando nello spazio interdentale sempre una nuova parte mai usata ed abbracciando il dente come per lucidarlo! Infine esistono degli scovolini per chi avesse spazi interdentali un po' più larghi e lo spazzolino piatto per pulire il dorso della lingua che è grande ricettacolo di placca batterica e quindi di microbi. Detto questo se poi uno è "diversamente abile" o affetto da pigrizia immane, va bene anche lo spazzolini elettrico usato però come da istruzioni allegate! Non dimentichi poi i controlli periodici dal Dentista Pedodontista, la cui frequenza stabilirà Lui e l'Igiene Orale dal Dentista e con periodicità stabilita! Chiaro? Per quanto riguarda il suo problema, potrebbe trattarsi di tante patologie banali o serie come Amelogenesi imperfetta la cui diagnosi però deve essere precisa e veritiera perchè va differenziata da tante altre patologie molto più banali come la presenza di pigmenti comuni e rimovibili dal dentista con l'igiene orale. POI, che i pigmenti fissi e rimovibili possono essere dovuti a tante cose e le cause possono essere tante, dalle displasie dello smalto, alle alterazioni cromatiche per patologie batteriche, di miceti (funghi)e tanto altro e la visita comporta tante cose e tante domande e se fosse confermata la diagnosi che L'amelogenesi imperfetta è una malattia autosomica dominante, ossia ereditaria e provoca una grave ipoplasia dello smalto. Le dico che esiste un tipo ipocalcifico, uno ipoplastico ed uno ipomaturativo e si forma durante lo stadio a Campana dello sviluppo del dente. Per la terapia locale esistono tanti presidi terapeutici di cui si può parlare solo dopo avere visitato il bimbo clinicamente ed aver valutato eventuali cause locali della malattia! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Personalmente in un paziente di 6 anni rivolgerei l'attenzione alla presenza di carie, anomalie dello smalto, malocclusioni, suggerimenti per una dieta corretta, applicazioni di fluoro, sigillatura dei solchi, educazione all'igiene orale...poi magari crescendo...

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig.ra Nancy suo nipote potrebbe avere una "amelogenesi imperfetta" o un difetto simile, la diagnosi è abbastanza semplice e di conseguenza si può stabilire una cura. Talvolta la cura è solo di tipo estetico per eliminare il colore scuro e la ruvidezza, in altri casi le imperfezioni possono dare luogo a carie e quindi è fondamentale intervenire il più presto possibile. Distinti saluti

Scritto da Dott. Maurizio Sicilia
Napoli (NA)

Se cerca "tonlorenzi fluoro" c'è la mia opinione al riguardo. Tra le cause di colore giallo marrone ci potrebbe essere un aumento della quantità di fluoro nei denti (fluorosi) e poi tra le cause poco frequenti anche la celiachia. Ne parli con il suo pediatra. Anche alcuni antibiotici (es. tetracicline) possono colorare i denti. Saluti

Scritto da Dott. Daniele Tonlorenzi
Carrara (MS)

Sig. Nancy, sarebbe stato meglio una diagnosi, anziché un "non si può far nulla". Le consiglio di ritornare da un odontoiatra facendosi rilasciare una corretta diagnosi scritta.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Potrebbe essere una "fluorosi", nell'area del napoletano è piuttosto frequente a causa dell'acqua molto ricca di Fluoro. Quando la bambina sarà cresciuta si potrà provvedere.

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Gentile Sig. ra Nancy, dalle sue parole è difficile capire da quale patologia è colpita sua nipote. Comunque per prima cosa si fa una diagnosi e poi si prospetta una terapia. Oltre a dire che non si può fare nulla i colleghi consultati hanno detto da cosa è colpita sua nipote? Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Buon giorno Signora Nancy, nell'amelogenesi imperfetta i denti colpiti sono sensibili e possono scolorirsi o persino frantumarsi. Deve essere trattata con un intervento precoce, preventivo e restaurativo, e un regolare trattamento durante l'infanzia e l'età adulta. Importante nella permuta dei molari permanenti che vengano protetti con delle coroncine preformate posizionate sui denti posteriori, ai fini di preservarli e dare stabilità alla dimensione verticale tutelando la permuta degli ulteriori elementi dentari permanenti. Il non fare nulla non è corretto.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo Raffaele Izzi
Lainate (MI)

Cara signora dalla sua descrizione non è possibile darle una risposta certa, il colore giallo marrone potrebbe semplicemente essere dovuto ad una scarsa igiene orale, mentre la ruvidità della superficie dentaria potrebbe essere dovuta ad un difetto dello smalto. Qualora volesse potrebbe inviare una foto via mail alla sezione contatti del sito del Centro Medico Stomatologico di Napoli o anche prenotare un consulto in studio gratuito o in videoconferenza. Saluti ed a sua disposizione per ogni ulteriore chiarimento Dott. Francesco Stoppoloni
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Francesco Stoppoloni
Napoli (NA)

Sullo stesso argomento