Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 9

Io vedo che mio figlio ha un problema e anche quando parla si percepisce

Scritto da federica / Pubblicato il
Mi chiamo Federica e ho un bambino di sette anni e ho un problema Mio figlio è stato visitato da più dentisti e da un podologo esperto nella postura. Solo che lui e un dentista mi hanno detto che si tratta della lingua che, essendo bassa, gli crea infiniti problemi e la soluzione sono delle palline da applicare sui denti superiori per sistemare la postura dei denti. Il suo dentista, invece, dice che dipende dalla respirazione e mi vuole mandare da un otorino, ma per lui queste palline non servono e al massimo posso portarlo da un logopedista. Ma io vedo che mio figlio ha un problema e anche quando parla si percepisce. Cosa devo fare?
Sig. Federica, porti suo figlio dall'otorino, poi si faccia rilasciare dal podologo che collabora con l'odontoiatra, dove può trovare bibliografie e documentazioni scientifiche, che dimostrano che i casi come suo figlio dovrebbero essere trattati con queste palline. Il frenulo linguale è stato valutato? Ci tenga informati.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Signora Federica, utilissimi tutti, in particolare il logopedista che mi sembra, insieme al Dentista Pedodontista ed Ortodontista, non Generico, il più adatto a diagnosticare la patologia di suo figlio e a curarla. La postura della lingua è importantissima ed il dentista deve valutare anche se i movimenti non siano impediti da un frenulo linguale troppo corto che allora bisognerebbe recidere chirurgicamente con un interventino semplice semplice! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sicuramente hanno ragione (palline a parte) tutti e due: la respirazione orale determina forte alterazione della postura linguale. Quest'ultima determina malocclusione e poi di conseguenza può esserci difetto della postura vertebrale. C'è bisogno di queste tre figure, urgentemente, senza aspettare nemmeno un giorno in più (siamo in tempo a far tutto a 7 anni, purchè ci si impegni tutti a fondo): - Otorino che aiuta a ripristinare la corretta respirazione - logopedista che aiuta a correggere la postura linguale e la respirazione pure verificando se il frenulo linguale, come dice il dr. Ruffoni, è esageratamente corto - ortognatodontista che con un apparecchio funzionalizzante (dopo aver fatto diagnosi cefalometrica completa) faccia recuperare al bambino la salute tramite riposizionamento della lingua ad opera di questa classe di apparecchi, correzione della occlusione, della forma e funzione dell'articolazione temporo mandibolare, dei cicli della masticazione, della postura della colonna etc etc etc Non sono molti quelli che usano apparecchi (semplicissimi) in grado di ottenere questo, purtroppo.. Tutto questo è descritto lungamente nei miei articoli nel sito e nei miei siti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Signora a me sembra che lei sia sulla buona strada per curare suo figlio. Solo... quanta confusione! Tutte le figura professionali finora nominate ( dentista, ortodontista, otorino, podologo-posturologo, logopedista) oggi sono concentrate in una sola figura, che si chiama Gnatologo! Comunque, se ha difficoltà a trovare uno gnatologo, può anche continuare a rivolgersi a tutti questi professionisti, sapendo bene la funzione di ognuno di questi: il "direttore d'orchestra, cioè il medico di riferimento per questo problema della bocca di suo figlio, dev'essere l'ortodontista, cioè quel dentista che dovrà seguire suo figlio fino all'età di circa 12 anni, quando il bambino avrà terminato la permuta dentaria. Intanto porti subito suo figlio dall'otorino, per una visita completa per valutare eventuali alterazioni anatomiche e funzionali alla corretta respirazione e deglutizione, e si faccia consegnare un referto scritto che dovrà dare all'ortodontista. Poi, sempre sotto la supervisione dell'ortodontista, porti suo figlio da un logopedista-posturologo, che terrà il bambino in FISIOTERAPIA MIOFUNZIONALE per 8-10 mesi e che dovrà riferire per iscritto all'ortodontista tutte le fasi ed i progressi di questa terapia (è in questo ciclo di fisioterapia che il bambino utilizzerà le "palline" per educare la punta della lingua allo "spot palatino"). A questo punto suo figlio (che avrà passato gli 8 anni), avrà imparato ad utilizzare meglio la funzione linguale in deglutizione ed in fonazione, e sarà pronto all'eventuale terapia ortodontica funzionale che sarà eseguita direttamente dall'ortodontista e che terminerà quando tutti i denti permanenti saranno al loro posto tra le arcate dentarie. Cara Signora, faccia così e stia tranquilla che suo figlio crescerà bene! Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora, suo figlio dovrà rieducare la deglutizione quindi riposizionare la postura della lingua. Ciò può essere fatto solo se il respiro nasale è buono. Se non lo fosse non si può rieducare la lingua. Ecco quindi l'importanza dell'otorino. Se questi trovasse le vie aeree superiori pervie si può chiedere l'intervento del logopedista. Non è il gnatologo che deve guidarci nella ricerca ma l'ortodontista con le sue conoscenze inevitabili di gnatologia. Non si preoccupi perchè con pazienza riuscirà a venirne a capo. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Federica, da ciò che Lei dice suo figlio presenta alterazioni funzionali determinate da una scorretta postura della lingua, molto comune, identificata come ''lingua ipotonica''. Sono irrinunciabili in tali casi A) Visita otorino per stabilire difetti respiratori che inducono una prevalenza dalla via orale rispetto a quella corretta nasale, B) trattamento rieducativo da parte di esperto logopedista onde correggere una possibile permanenza di deglutizione infantile. C) ortodonzia intercettiva da condursi durante tutto il periodo della dentizione mista. Revisione strumentale da effettuarsi su dentizione definitiva alla scopo di convalidare un corretto rapporto cranio-mandibolare dal punto di vista neuro-muscolare e possibile successivo perfezionamento dell'occlusione tramite riposizionatore mandibolare che, con un semplice movimento ortodontico estrusivo, completerà il raggiungimento di una posizione occlusale fisiologica,stabile per tutta la vita. Il resto rimane tutto solo nel campo delle ipotesi. Cordiali saluti ed auguri Michele Lasagna
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Carissima Federica, non è possibile formulare una diagnosi sulla base della sua descrizione perché bisogna vedere il bambino. In casi analoghi mi comporto in questo modo: a) se ritengo che il problema sia legato ad una postura non corretta postura o ad una parafunzione linguale invio il bambino al foniatra perché valuti il quadro ed eventualmente suggerisca la terapia adatta; b) se il problema è legato a problemi di respirazione invio il bimbo all'otorino. In ogni caso preparo sempre una lettera per lo specialista cui mi rivolgo per spiegare il mio dubbio.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Gentile Sig. Federica, penso che per risolvere il problema di suo figlio 3 figure devono collaborare, un otorino, un logopedista, un ortodontista. Lascerei perdere le palline. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora, immagino che le palline che le sono state proposte siano delle perle di composito che vengono applicate sui denti con lo scopo di modificare la propriocezione labiale e linguale. Non le ho mai adoperate, ma ho visto casi di colleghi che hanno migliorato notevolmente la situazione delle arcate solo con queste. Chi le propone le sa adoperare. Confermo comunque come gli altri colleghi che la situazione linguale è in rapporto alla respirazione, alla posizione dentale e alla postura del rachide cervicale e non solo. Da qui la necessità di avere pareri da altri specialisti non prettamente dentisti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Stefano Corti
Firenze (FI)

Sullo stesso argomento