Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 7

Ho notato che a mia figlia di 18 mesi, gli incisivi centrali superiori presentano delle macchioline di un bianco più scuro

Scritto da Mariateresa / Pubblicato il
Salve sono la mamma di una bimba di 18 mesi e sono preoccupata perchè ho notato che gli incisivi centrali superiori presentano delle macchioline di un bianco più scuro e la superficie è frastagliata, ruvida tanto che quando mastica cibi solidi si ci depositano frammenti. HO fatto presente questo problema al pediatra che mi ha detto che si tratta di un problema passeggero visto che la bimba non ha mai assunto antibiotici se non qualche suppostina di granplus e le ha prescritto una cura di fluoro molto blanda. Io sono comunque preoccupata e vorrei saperne di più. Grazie in anticipo MARIATERESA
Di norma i denti decidui appena erotti presentano questo tipo di discromie e questo tipo di forma. Metta da parte tranquillamente le sue paure e si preoccupi invece molto di aiutare la bimba nel pulire i denti, magari invitando a praticare l'igiene come se fosse una sorta di gioco. Questo è l'atteggiamento più costruttivo che mi sento di consigliarle per la salute orale della sua piccina. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Maria Teresa, difficile dire a distanza di cosa si tratti. Le consiglio di portare sua figlia da un bravo pedodontista che farà una diagnosi sicura. Non capisco cosa vuol dire una cura di fluoro molto blanda. Il fluoro si dà ad un dosaggio calibrato in base all’età ed eventuale presenza di fluoro nell’acqua che beve. Altrimenti a cosa serve? Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

La bambina va sicuramente visitata, da ciò che descrive potrebbe avere una "amelogenesi imperfetta" cioè un difetto della produzione dello smalto dei denti. tuttavia è solo un ipotesi e solo una visita da uno specialista potra' confermarla o meno. Saluti www.studiosicilia.it

Scritto da Dott. Maurizio Sicilia
Napoli (NA)

Cara Signora Mariateresa, faccia visitare la sua piccina da un Pedodontista, ossia il Dentista dei Bimbi! Potrà vedere, diagnosticare e curare se è il caso! Poi attenzione al Fluoro:Per quanto riguarda la Fluoroprofilassi, bene, ma la dose totale del fluoro da assumere deve tenere conto delle varie quantità di fluoro presente in liquidi e alimenti assunti dal bimbo e da lei in gravidanza,troppo fluoro fa male perchè può innescare patologie come la Fluorosi, non facili poi da trattare. Importante è anche la fluoroprofilassi topica per ionoforesi da iniziare alla comparsa dei primi denti permanenti a sei anni circa e anche 7 che sono gli incisivi centrali e i primi molari. Sui molari e poi via via tutti i posteriori, se sani, è opportuno fare la fluoroprofilassi topica con sigillatura dei solchi, questo fino all'età di circa 15-17 anni perchè poi lo smalto non è più in grado di trasformare il legame della idrossiapatite in fluoroapatite che è mille volte più resistente agli acidi ed ai batteri e noxecariogine, Fluoroapatite che invece in adolescenza e nell'età dell'' infanzia è molto forte ed utile!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

La terapia con il fluoro deve essere attuata in maniera locale, con il dentifricio al fluoro. Non è più considerata utile la terapia per via generale con le compresse. Pertanto dopo ogni pasto si devono lavare i denti sia quelli da latte che in futuro anche quelli permanenti. Il compito a questa età deve essere eseguito dagli adulti, usando un dentifricio per bambini di buon sapore prof.Giuliano Falcolini, già docente ordinario di Pedodonzia presso l'Università di Sassari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)

Gentile Mariateresa, la cura "blanda" al fluoro non è a mio avviso risolutiva. Le consiglio di avere lei l'abitudine di passare e detergere i dentini di sua figlia con un dito avvolto in una garza, bagnata con soluzione fisiologica, almeno dopo i pasti principali. E poi porti sua figlia da un pedodontista. Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Mariateresa, il pediatra non basta, occorre visita odontoiatrica.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento