Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 12

Vorrei un parere professionale sul caso di avulsione di un incisivo centrale subìto da mia figlia di 4 anni

Scritto da Fausto / Pubblicato il
Gentilissimi Dott.ri di Dentisti-Italia, vorrei un parere professionale sul caso di avulsione di un incisivo centrale, completo di radice, subito da mia figlia di 4 anni. Venerdì sera 28/10 subito dopo cena mia figlia e' caduta a faccia in giu' sbattendo la bocca a terra perdendo cosi' un incisivo. Dopo aver chiamato il 118 il dente e' stato immerso in soluzione fisiologica ed il medico ci ha consigliato di farla visitare al pronto soccorso da un pediatra. Recatoci all'ospedale il pediatra di turno ci ha detto di non poter fare nulla e di farsi vedere da un Odontoiatra. Purtroppo essendo gia' mezzanotte e essendosi la bambina tranquillizzata abbiamo deciso di andare a letto e rimandare tutto a Sabato mattina. Alle otto in punto con le Pagine Gialle alla mano ho iniziato a telefonare fino a quando non ho trovato uno studio aperto disponibile a visitare mia figlia. L'Odontoiatra che l'ha visitata ci ha riferito che purtroppo essendo gia' passate svariate ore era impossibile reinserire il dentino, dato che si era formato gia' il coagulo e per rimuoverlo avrebbe dovuto sedare la bambina. Avendo mia figlia gia' compiuto i 4 anni vedeva piu' i contro che i pro di una tale procedura. Oltretutto essendo la bambina fresca di trauma non si e' voluta far fare nemmeno una RX per vedere se ci fossero stati danni interni, soprattutto alla (non ricordo il termine scientifico) gemma del dente permanente. Purtroppo, da ignoranti in materia, abbiamo gettato al vento l'opportunita' di reinserire il dentino subito dopo l'accaduto, anche grazie alla ahimè' complicita' dei primi due medici che avrebbero dovuto (a mio modesto parere) saperne un po' di piu'... Dato che abitiamo a Londra e siamo in Italia di passaggio ci e' stato consigliato dal Dentista di contattare un Ortodonzista a Londra e farla seguire in loco dato che a suo parere i casi sono due: 1) Tra 12/18 mesi la bambina iniziera' a cambiare i dentini, quindi lasciare il tutto com'e'. 2) C'e' la possibilita' che lo spazio si chiuda e che provochi problemi all'uscita dei denti permanenti. Nel secondo caso allora lui interverrebbe nei seguenti modi: A) Utilizzare la corona del dentino da latte per fabbricare una specie di apparecchio mobile da utilizzare la notte per tenere lo spazio "aperto". B) Per lo stesso motivo, utilizzare sempre la corona del dentino da latte per montare un supporto a mo' di apparecchio ortodontico fisso, su tre denti. Il dente rotto sarebbe quello centrale. Voi che cosa ne pensate? La bambina ci stara' a farsi fare un'impronta per il caso A o anche solo a farsi incollare i "chiodini" per il caso B? Economicamente ne varra' la pena dato che tra poco tempo spunteranno i denti permanenti? Qual'e' l'effettivo rischio e/o il tempo necessario perche' il buco tra l'incisivo centrale e il laterale si chiuda o comunque si restringa in modo tale da pregiudicare la corretta nascita e crescita dell' incisivo permanente? Con infinita stima, ringrazio e saluto cordialmente. Fausto S.
Gentile Fausto, l'eruzione del corrispondente dente permanente avverrà all'età di 7 anni circa e, pertanto, sarebbe opportuno mantenere lo spazio con una metodica che il dentista competente in pedodonzia le suggerirà. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Dico che applicare i principi che si usano per i traumi sui denti permanenti anche sui decidui, è una vera stupidaggine: il tentativo di reimpianto sarebbe stato dannoso e andava evitato nel modo più assoluto. Meglio che non ci sia stato! Avrebbe potuto fare danni al permanente. Quanto al mantenere lo spazio è una buona idea, ma non è semplice mantenere lo spazio per un incisivo perso. Infatti alcune soluzioni proposte, creerebbero più danni che beneficio perchè bloccherebbero la crescita del mascellare. In ogni caso non è una età estremamente precoce per aver perso il dentino. Se avesse avuto 2 anni sarebbe stato molto più problematico. A 4 anni manca del tempo per il nuovo, ma non molto poi..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Tabella ella permuta dei denti. Dr. Gustavo Petti di Cagliari
Cara Signor Fausto, l'incisivo permanente erompe tra i 6 ed 7-8 anni, quindi bisogna mantenere lo spazio per il permanente per non avere problemi di disgnazie! Come farlo lo decide l'Ortodontista o il Pedodontista. Per non bloccare la crescita ossea, il mantenitore di spazio va cambiato e rinnovato in tempi precisi e sempre dopo accurata valutazione pedodontica e ortodontica! Certo che al momento del trauma sarebbe stato logico pensare che trattandosi di un "dente" il medico giusto era un Dentista! In ogni caso anche in ospedale c'è il reparto di Chirurgia Maxillo facciale e odontostomatologia e non capisco perchè non vi abbiano indirizzati li! Ormai che vuol fare, lasci fare come detto ad un bravo Pedodontista od Ortodontista od anche ad un semplice bravo Dentista generico! Ma si deve fare quanto spiegato!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile fausto ricordi che la natura è prodiga, non si crucci più del dovuto, fra un pò sarà possibile vedere cosa accadrà, in genere il dente definitivo tenderà a sentire anzi tempo in questi casi, stia tranquillo ed a bocce ferme si prenderanno le decisioni del caso. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia

Faccia decidere il proprio dentista sul da farsi

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Gentmo Signor Fausto, l'incisivo permanente eromperà tra i 6 e i 7-8 anni, nel frattempo è molto importante mantenere lo spazio con opportuni dispositivi che verranno consigliati dall'ortodontista. Cordialmente.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Gentile Sig. Fausto, molto dipende anche dalla maturazione del dente permanente. Sa la radice è formata per almeno la metà è probabile che erompa in breve tempo (cioè prima del tempo), se invece la radice non è formata per almeno la metà è probabile che l'eruzione sarà ritardata. In questo caso un mantenitore di spazio va assolutamente fatto. Come vede sono valutazioni che si possono prendere solo dopo una visita e Rx endoraloe. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

La perdita traumatica di un incisivo da latte non è così tragica come quella di un incisivo permanente. Non c'è neanche un grande pericolo di perdita di spazio, perché questa si determina maggiormente nei settori laterali (per la perdita dei molari da latte) che non nel settore frontale dove l'osso si accresce. In ogni modo la consiglio di recarsi a Londra all'ospedale Eastman dove c'è un reparto specializzato di Pedodonzia che seguirà correttamente l'evoluzione della situazione prof.Giuliano Falcolini, già docente ordinario di Pedodonzia presso l'Università di Sassari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)

Gentile sig. Fausto, sono in tutto e per tutto daccordo su quello che ha scritto il dott. Passaretti tant'è che non mi sento di aggiungere niente di più . Cordiali saluti

Scritto da Dott. Antimo Perfetto
Sant'Antimo (NA)

Mancano circa 3 anni all'eruzione del permanente e considerato che nella regione anteriore la crescita è di tipo espansivo non vi è in condizioni di crescita normale il rischio di chiusura dello spazio come avviene per i posteriori. Pertanto è opportuno che venga tenuto sotto controllo dal suo dentista. Tenga presente che il trauma subito avrà sicuramente delle ripercussioni sulla posizione del dente che dovrà erompere e sarà necessaria una terapia ortodontica. Il mantenitore di spazio con un dentino finto va messo solo eventualmente per prevenire problemi estetici psicologici del bambino, Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Cerbone
Afragola (NA)

Sullo stesso argomento