Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 18

Come si puo' fare un'estrazione ad una bimba così piccola??

Scritto da Chiara / Pubblicato il
Buongiorno, vi chiedo un aiuto e un consiglio perchè sono disperata. Mia figlia ha 8 anni e all'età di 5 anni ebbe una violenta caduta di viso e un dente le si devitalizzo'. Da due anni quindi siamo in visita da un dentista di fiducia che segue l'evoluzione di tale dente "morto". Ora che ha 8 anni la bambina ha perso tutti e tre i denti sani davanti e sta cominciando a perdere anche quelli laterali. Tranne proprio quel dentino davanti devitalizzato a seguito della caduta. Il nostro dentista dice che forse in seguito al trauma il dente si è ormai ancorato alla gengiva e dunque non cade da solo e andrà estratto. Io sono terrorizzata. Come si puo' fare un'estrazione ad una bimba così piccola?? Non sarà dolorosa? Non sarà un trauma per lei ( che già è molto paurosa e timida di carattere). Come avverrà tale estrazione? ma è proprio davvero necessaria secondo voi? Vi ringrazio dei consigli che potete darmi. Grazie e buon lavoro
Sig. Chiara, si tranquillizzi i bambini in molti casi si comportano meglio degli adulti. Se la bimba è trattata da un buon odontoiatra, le assicuro che non sentirà nessun dolore e tutto finirà come un bel gioco, capisco le sue ansie di genitore, ma le consiglio di nasconderle per evitare di trasferirle alla piccola.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Chiara, non conoscendo il caso di sua figlia e non avendo alcun elemento oggettivo risulta difficile darle qualsiasi risposta. E' certo comunque che con opportuni accorgimenti è possibile effettuare estrazioni anche a questa età senza creare traumi. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Chiara, con i dovuti approcci psicologici ad otto anni un'estrazione è un'operazione di routine. Ovviamente si deve raggiungere una buona anestesia della zona e procedere nel modo più sereno possibile. Le suggerisco però di approfondire meglio il motivo per cui non cambia proprio quel dente. Il termine ancorato alla gengiva non è una diagnosi. Il motivo è sicuramente un altro. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Chiara, la sua bimba non è poi così piccola! Ma soprattutto oggi esistono metodiche di anestesia e preanestesia locali talmente indolori ed efficaci che la bimba non si accorgerà neanche dell'avulsione dentaria! Stia tranquilla signora cara, il suo Dentista sa quello che fa e lei non deve trasmettere paure e le sue ansie alla bimba! Anzi deve tranquillizzarla senza esagerare per farle capire che è normalissimo quello che le deve essere fatto. Sarebbe meglio che lei rimanesse in sala d'attesa, ma questo lo deciderà il suo Dentista secondo le sue abitudini ed esperienza!Perfetta la giusta osservazione del caro Dr. Tabasso sui motivi della mancata caduta del dente in questione, osservazione a cui mi associo!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

C'è una tecnica per abolire stress e dolore anche su bambini molto più piccoli della sua. Si tratta della sedazione con protossido. Tecnica totalmente innocua, risolve curando o prevenendo lo stress nella quasi totalità dei casi. Legga se vuole i miei articoli qui nel sito. P.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Vi sono svariate tecniche di comportamento per le cure nei bimbi, e anche se un pedodonzista le conosce tutte meglio degli altri, qualsiasi buon odontoiatra sa come comportarsi. Imperativo non traumatizare il piccolo paziente, o si creerà un paziente adulto fobico. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Il caso della bambina non è così raro, perché a seguito di un trauma in età infantile il denti perde la sua vitalità e non risponde più alla normale cronologia di permuta. La prima cosa da fare è una radiografia endorale (meglio che una panoramica) per verificare lo stato di riassorbimento della radice che precede la sua caduta fisiologica. Se tale riassorbimento sia troppo ritardato è senz'altro consigliabile l'estrazione per permettere al dente permanente di erompere senza ostacoli. L'estrazione a 8 anni è abbastanza facile anche se è necessario fare prime una iniezione di anestetico se la radice non è riassorbita (se invece è riassorbita si può fare l'estrazione con una irrorazione di anestetico più superficiale e senza iniezione professor Giuliano Falcolini, già docente ordinario di Pedodonzia presso l'Università di Sassari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)

Cara Chiara, per poter rispondere alla tua domanda è necessario fare una visita ed eventualmente una radiografia che puoi fare in modo del tutto gratuito e senza impegno presso il mio studio di Roma. Cordiali saluti. Dott. Gentile Alessandro tel. 3384169353 e-mail: alexgentile@supereva.it.

Scritto da Dott. Alessandro Gentile
Tivoli (RM)

Prima di togliere il dente farei una radiografia endorale alla bambina per capire perché il dente deciduo non è caduto fino ad ora (ad 8 anni dovrebbe essere già caduto da un po') e per vedere come sta il permanente sottostante. Cari saluti e soprattutto, come le hanno già detto, non trasmetta le sue ansie a sua figlia. Dr. Arnaldo Castellucci

Scritto da Prof. Arnaldo Castellucci
Firenze (FI)
Consulente di Dentisti Italia

 Gentma Sigra Chiara, ci sono tante metodiche che consentono di fare estrazioni in maniera totalmente indolore e poi la bambina non è proprio piccola. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Sullo stesso argomento