Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 10

Mia figlia 7anni e mezzo ha una carie abbastanza profonda che è stata curata circa 20 giorni fa

Scritto da Elena / Pubblicato il
Buonasera mia figlia 7anni e mezzo ha una carie abbastanza profonda che è stata curata circa 20 giorni fa nel fine settimana è iniziato il mal di denti - tachipirina- lunedì ho chiamato il dentista mi ha fissato la visita per giovedì mattina. Ho contattato un altro studio e portato la bimba lunedì pomeriggio. Il dente è stato riaperto, pulito i canali e messa medicazione. Mercoledì ritornano fitte il dentista visita la bimba e dice che è la medicazione che agisce. Cosa posso fare? è il caso di devitalizzare il dente o lasciare la medicazione e aspettare che migliori? Grazie
Gentile Elena, la sua domanda è molto confusa in quanto prima dice che sono stati puliti i canali e dopo se è il caso di devitalizzare il dente e non specifica se si tratta di un molare permanente dei sei anni o più verosimilmente di un molare deciduo. Le consiglio di affidarsi ad un odontoiatra con esperienza in pedodonzia che è la branca dell'odontoiatria rivolta in particolare ai bambini. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Elena, senza alcun elemento di valutazione è impossibile risponderle con chiarezza. Sicuramente non è normale che un dente curato recentemente sia causa di dolori intensi come lei asserisce. Inoltre appare poco chiara la sua descrizione; se i canali, a suo dire, sono stati puliti significa che il dente è stato devitalizzato ed in questo caso non dovrebbe creare dei grandi fastidi. Le consiglio di far presente il problema di sua figlia al dentista che ha eseguito l'intervento che potrà dare giuste risposte. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Lei però non ci dice se è un dente da latte o è il permanente. Se è il deciduo, a sette anni e mezzo potrebbero esserci già dei fenomeni di riassorbimento radicolare, tali da rendere molto difficile o impossibile la terapia canalare e quindi il recupero del dente. Quindi se le cose stanno come immagino io (una rx lo potrebbe dire subito), estrazione e mantenitore di spazio (legga c'è un articolo su questo nel sito, scritto da me). Se il dente è permanente invece ovviamente la strada è quella del recupero ad ogni costo. Ma anche qui, vista l'età, ci possono essere delle difficoltà tecniche come forse ancora l'immaturità dell'apice etc. In ogni caso da quanto descritto mi sembra proprio che sia il caso di dare antibiotici perchè sembra che ci sia una infezione in corso. Solo questo forse ora può togliere il dolore
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Elena, Buongiorno a Lei, che può fare? Affidarsi ad un solo Dentista è la cosa più saggia. Fidarsi del professionista che prende in cura sua figlia e si prodiga per curarla è un'altra cosa molto saggia. Sua figlia aveva una pulpite. Ora è in via di cura. Dire che il dente è stato aperto e sono stati puliti i canali significa dire che è già stato devitalizzato, ora vanno solo chiusi in tempi che deciderà il Dentista e non certo Lei. Ne parli con lui e si faccia spiegare bene tutto. Il male dei nostri giorni è che non si parla più tra Medico e Paziente come deve essere!Per non aver dolore basta chiudere provvisoriamente il dente con medicazioni osmotiche che fanno uscire il gas del metabolismo batterico fuori, che creando pressione crea dolore, e non fanno entrare nuovi microbi dentro. Evidentemente è stato chiuso all'antica! Ne parli col suo Dentista!Sono solo le "basi" dell'Odontoiatria che si devono applicare! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig.ra Elena, c'è un pò di confusione nella descrizione del caso e mancano troppi elementi, secondo me è il caso che lei contatti nuovamente il collega che ha visto per ultimo la bimba: si faccia spiegare chiaramente se è stato eseguito un incappucciamento indiretto (in parole povere se è stata applicata una medicazione sul fondo della cavità preparata per proteggere la polpa) o una pulpotomia (cioè se la polpa della camera è stata già asportata). Con le informazioni che ha ora è impossibile darle qualsiasi indicazione: non sappiamo quale sia il dente, mancano rx e non si conosce com'è stata fin qui gestita l'urgenza... il protocollo corretto è quello che le è stato indicato dal Dr. Passaretti, ma come capisce anche lei sono necessari ulteriori accertamenti. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Balocco
Paruzzaro (NO)

Gentile Sig.ra Elena, difficile darle un suggerimento senza sapere qual'è il dente che fa male. Posso solo dirle che una medicazione non agisce facendo male. Il dolore pare sia dato da una infezione in atto e in questo caso bisognerebbe darle degli antibiotici. Poi la terapia corretta, visto l'età di sua figlia, cambia in base al dente in questione (se è permanente o da latte e com'è la maturazione o il riassorbimento della radice). Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Elena, di norma un odontoiatra, che cura una paziente in dentizione mista, spiega al genitore quali sono i denti permanenti e quelli decidui. Sono stati ritrattati i canali di un dente deciduo o permanente? Difficilmente si accede ai canali radicolari mantenendo la vitalità del dente, per cui ritorni dal curante e si faccia mettere per iscritto diagnosi e gli eventuali trattamenti eseguiti o proposti, poi ci riscriva.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Elena è difficile darti una risposta senza conoscere bene il caso bisogna vedere qualè il dente in questione

Scritto da Dott. Angelo Di Mauro
Sant'Agata li Battiati (CT)

Cara Elena, sua figlia ha avuto sicuramente una carie profonda che ha provocato un'infiammazione seria della polpa e si è resa necessaria una terapia canalare per dare un sollievo a sua figlia. Bisogna vedere se si tratta di un dente definitivo o di un deciduo se era presente o meno un ascesso insomma almeno vedere una radiografia endorale per poter continuare con la cura correttamente. Se il dolore non passa si faccia vedere da qualche altro dentista più preparato

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Ascolti il dentista che ha visitato e curato la piccola . E cerchi di farsi spiegare bene la problematica in modo da poter essere lei più partecipe e non avere dubbi . Cordialmente. Dott. Vuolo

Scritto da Dott. Gianfranco Vuolo
Salerno (SA)

Sullo stesso argomento