Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 13

E' possibile che quella caduta abbia potuto 'spazzare' via la gemma dentaria che si stava formando?

Scritto da carla / Pubblicato il
Gentili dottori, la mia bambina di 7 anni, all'eta' di 18/24 mesi cadde con la bocca a terra la quale caduta le procuro' il rientramento dell'incisivo centrale superiore. La portai dal dentista che le fece una radiografia e fortunatamente il dente permanente ancora non era presente, quindi il trauma non avrebbe causato danni futuri. Quel dentino scese (storto) in arcata, e' caduto circa 7/8 mesi fa, ma una visita dal dentista e una OPT hanno confermato che c'e' una agenesia dell'incisivo centrale. Mi sono documentata e il mio dentista me lo ha confermato, che una agenesia dell'incisivo centrale e' cosa rara. E' possibile che quella caduta abbia potuto "spazzare" via la gemma dentaria che si stava formando? Come soluzione esiste solo un eventuale futuro impianto dopo terapia ortodontica? Ringrazio anticipatamente per le vostre eventuali risposte
Gentile Sig.ra Carla, effettivamente l'agenesia dell'incisivo centrale superiore in letteratura è molto ma molto rara mentre è frequente per quello laterale e, comunque, pur tuttavia nutro parecchie perplessità che sia stato il trauma pregresso che abbia "spazzato" via il germe corrispondente. In futuro, l'unica soluzione è quella d'inserire un impianto mentre attualmente è importante mantenere lo spazio corrispondente con un apparecchietto mobile. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Signora Carla, lo chieda al suo Dentista, non potendo vedere clinicamente la sua bambina!Queste domande tipo quiz a premi, non le gradisco e sono inutili!Se non avesse un Dentista o avesse urgenze particolari sarebbe diverso, ma il DEntista lo ha, chieda a lui o non si fida e se non si fida cosa ci va a fare?Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cosa "rara" non vuole dire impossibile. Senza la visione della rx, non posso esprimermi, ma ritengo che una gemma dentale possa assolutamente essere compromessa da fatti traumatici, specialmente quando il trauma ha portato ad una intrusione di un deciduo fino a danneggiare la gemma del permanente. Come che sia, che sia stato il trauma, che sia stata una agenesia, sarebbe preferibile che ci si soffermasse di più non sulla causa ipotetica del fatto quanto sul fatto stesso. Mi dispiace essere così drastico, ma vostra figlia dovrà essere probabilmente una "sorvegliata speciale". Prima di tutto, curare in maniera maniacale l'igiene, anche se può sembrare banale, tutto quello che la bimba dovrà fare, dovrà essere deciso anche e soprattutto in base alle condizioni di igiene. Controllarla dal punto di vista ortodontico, regolarmente nel tempo, e poi, quando la crescita ossea sarà terminata, allora andrà cercata la soluzione migliore per dare la simmetria al sorriso. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara signora il danno ormai è presente e penso che l'unica possibilità sia quella di posizionare un impianto ad un'età consona e nel frattempo intervenire con altre soluzioni temporaranee. E' meglio che sia il suo dentista a gestire tutta la situazione clinica .

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Gentile Carla, la sua domanda può trovare risposta esauriente solo presso il suo dentista che sicuramente con analisi delle radiografie di controllo e confronto a distanza periodica può rispondere se la gemma embrionale era presente o meno e se danneggiata dall'evento traumatico. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Gentma signora, l'agenesia degli incisivi centrali è certamente molto rara. Qualunque ne sia la causa è importante mantenere lo spazio per poter successivamente eseguire un impianto. Cordialmente.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Gentile Sig. Carla, l'agenesia dell'incisivo centrale è una condizione rara così come lei ha trovato nelle sue ricerche, ma questo non esclude che non possa manifestarsi. Il trauma subito sul dente da latte di contro potrebbe anche avere creato la mancata formazione del dente definitivo. Possiamo solo fare delle supposizioni purtroppo. In ogni caso il trattamento terapeutico è lo stesso indipendentemente dalla motivazione che ha creato l'agenzia. Si rivolga con fiducia al suo specialista.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Antonino Ruggirello
Palermo (PA)

Gentile Signora Carla, la diagnosi è stata già fatta dal suo dentista. Sul fatto che il trauma abbia causato danni al germe dentale, tutto è possibile, in quanto gli effetti di un evento traumatico possono essere diversi, o magari è una rara agenesia. Il consiglio è di non pensare al passato ma fare monitorare con molta attenzione la dentatura della sua bimba per creare nel tempo le condizioni più favorevoli alla sostituzione dell'incisivo senza dubbio con un impianto. Signora stia tranquilla, ci sono cose peggiori e l'Odontoiatria è estremamente all'avanguardia anche per casi così delicati....in mani capaci...Buon pomeriggio
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

Secondo me il trauma del deciduo proprio in quella fascia di età, con lussazione intrusiva, potrebbe benissimo aver danneggiato la gemma del dente permanente. Ma quello che accade è la dilacerazione della gemma con conseguente malformazione del dente definitivo. Non la scomparsa. Quindi, ammesso che davvero questo dente non stia da nessuna parte (forse bene fare rx locali 3per4 o addirittura dental scan) , potrebbe essere una rarissima agenesia del centrale. Ma certo, l'ipotesi che sia una conseguenza del trauma, sembra davvero verosimile. Per ora la cosa veramente importante da fare è tramite ortodonzia, mettere bene a porto tutti gli spazi. Per il futuro, un impianto (anche se l'osso si sviluppa poco, in assenza del dente) o un Maryland Bridge, o quello che andrà per la maggiora all'epoca..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Agenesia congenita o da trauma, ormai poco importa. L'importante adesso è gestire al meglio l'assenza di un dente fondamentale per l'estetica, anche pensando al lato psicologico di una bambina di 7 anni che, fino a 17 - 18 anni non potrà effettuare una sostituzione definitiva. Bisognerà gestire al meglio lo spazio in modo che non si riduca e, nel contempo confezionare un provvisorio che non interferisca con le funzioni della bocca e che sia accettabile esteticamente, aggiornandolo periodicamente con la crescita della bambina. Quando poi sarà cresciuta, vi dovrete rivolgere ad un implantologo con la I maiuscola, che sappia trattare in maniera adeguata i tessuti osseo e gengivale che sicuramente, dopo 10 anni, risulteranno carenti in quella sede. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Sullo stesso argomento