Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 12

SEGUITO ALLA DOMANDA: A mio figlio, di 10 anni, ancora non gli nasce l'incisivo centrale dx.

Scritto da Monica / Pubblicato il

Buongiorno Dottori, intanto ringrazio tutti voi per avermi risposto, siete sempre tutti disponibili e gentili. Vi allego ortopanoramica, eseguita ieri, nell'attesa di andare dal pedodonzista. Cmq sia, il dentista prima di estrarre il dentino incisivo da latte, fece la sua diagnosi, e fu che il dente da latte era andato in anchilosi, per questo lo tolse, per dare la possibilità al definitivo di scendere, dicendomi sempre di aspettare che sarebbe sceso. Ho letto l'articolo consigliatomi dal Dott.Ruffoni e devo dire che mi è stato utile, inquanto pensavo che i molaretti da latte, fossero premolari da latte invece mi sbagliavo, ora ho capito meglio. Però, da come si può notare dall'ortopanoramica, mio figlio ancora devono spuntare i premolari definitivi, per ora c'è solo il quinto. Non so se si può notare bene, ma sotto l'incisivo centrale che deve scendere, sembra che ci si qualcosa (ha una forma tipo a goccia) potrebbe essere questo che ostacoli l'ascesa del dente? Grazie, e saluti.

 

Precedente:

 

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/pedodonzia/4068_nascita-denti.html

 

Tabella permute.
Cara signora Monica, non si vede quasi niente. Da quel che si può intuire più che vedere, sembrerebbe che il laterale permanente sia ostacolato dal canino nella sua eruzione e ci sia uno spessore osseo e di gengiva fibrosa molto dura e spessa in altezza. La soluzione dovrebbe essere di piccola chirurgia con trazione eventuale ortodontica. Non rimane che aspettare che suo figlio lo veda il suo Pedodontista ed Ortodontista. Per gli altri denti, per non fare un discorso troppo lungo e mal comprensibile le lascio una tabella delle eruzioni, rinviandola a quanto le ho già scritto sulla età scheletrica ed anagrafica nella prima mia risposta!Le ricordo solo che basta fare una Rx della mano e del polso e studiarne i nuclei di ossificazione per conoscere l'età scheletrica!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora l'incisivo centrale superiore destro è ancora un pò alto, per quanto riguarda la discesa in arcata probabilmente sarà necessario ricorrere alla terapia ortodontica. Gli altri incisivi sono presenti in arcata, dall'ortopanoramica non chiarissima, sembrerebbe regolare sia la permuta dei denti sia la loro posizione. Solo il suo ortodonzista può stabilire il da farsi

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Rocchi
Roma (RM)

Cara signora, da ciò che si riesce a capire, c'è qualcosa che ostacola l'eruzione. Potrebbe essere un elemento sovrannumerario, un'anomalia di forma dell'incisivo centrale, un "addensamento osseo" (sembra in realtà tessuto dentale). La terapia sarà sicuramente chirurgica e ortodontica. Cordialmente

Scritto da Dott. Gabriele Stirpe
Priverno (LT)

Gentile Sig.ra Monica, purtroppo la panoramica non è molto chiara ma si capisce che l'incisivo centrale Dx è ancora molto alto. Probabilmente si dovrà effettuare una terapia ortodontica con trazione dell' incisivo. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Monica, come avevo ipotizzato c'è un odontoma da estrarre. Prima dell'intervento saranno fatte altre indagini per localizzare meglio il da farsi. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Gertile signora Monica ha visto proprio bene suo figlio ha un dentino sovrannumerario che si chiama mesiodens in quanto molto spesso si trova in mezzo ai due incisivi centrali. Nel caso di suo figlio è addossato all'incisivo di destra e ne ha impedito l'eruzione. A questo punto il mesiodens andrebbe estratto dopo aver valutato la sua precisa posizione con una dentanscan o meglio 3D cone beam (basso dosaggio di radiazioni)e nello stesso tempo agganciato l'incisivo per aiutare l'eruzione in arcata. Comunque per qualsiasi delucidazione non esiti a contattarmi allo 062416686. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Chiazzolla
Roma (RM)

Come riferito dai colleghi, c'è un dente in più che impedisce l'eruzione dell'incisivo. Una volta tolto (è un interventino molto semplice di cui non aver timore), il centrale scenderà. C'è da vedere in che posizione scenderà. Probabimente non proprio al posto giusto, ed allora ci vorrà l'apparecchio ortodontico. Infatti, come riferiva molto opportunamente il Collega Chiazzolla, la TAC dentalscan o meglio il cone beam non solo guiderà il chirurgo per l'estrazione, ma ci svelerà l'esatta posizione del centrale e quindi si potrà forse prevedere se scenderà dritto o no. Ma dalla OPT si intravedono anche problemi di inclusione dei canini per carenza di spazio e quindi l'apparecchio è quasi certo che si renderà necessario per sistemare il tutto..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Per quanto molto alto rispetto al controlaterale, il dente appare in posizione ortograda (non storto rispetto all'asse di eruzione) per cui se non scende da solo, probabilmente "bisognerà aiutarlo", ma almeno non si dovranno fare spostamenti molto marcati. Temo che l'unica cosa da fare sia convenire col curante una "dead line" temporale, entro la quale se il dente ancora non si è mosso, sarà opportuno intentare una disinclusione ortodontica. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Monica, dall'esame dell'ortopanoramica è evidente che c'è un dente in più che ostacola l'eruzione dell'incisivo centrale. Se suo figlio ha già 10 anni bisogna intervenire al più presto. Cordiali saluti. Dott. Gentile Alessandro tel. 3384169353.

Scritto da Dott. Alessandro Gentile
Tivoli (RM)

Sig. Monica, leggo il suo intervento con estremo piacere e mi scuso per la ritardata risposta, tutti dovrebbero conoscere il proprio cavo orale e quello dei propri figli, sicuramente si eviterebbero molte mutilanti perdite di elementi dentari. Nel visionare l’OPT non rilevo patologie gravi, ci sono delle chiare problematiche ortodontiche che hanno ben definito i colleghi che mi hanno preceduto. Questi casi possono essere risolti facilmente all’età di suo figlio, per cui non sia preoccupata, ma faccia seguire al più presto suo figlio da un odontoiatra che si occupi di ortodonzia.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento