Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 6

SEGUITO ALLA DOMANDA: Mio figlio nel 2007 fu operato con anestesia totale per togliere tutti i dentini da latte

Scritto da sara / Pubblicato il

Rispondo per anestesia totale, intendo totale cioè è  entrato in sala operatoria 3 ore dunque una operazione vera e propria, non ci sta nessuno motivo solo che il bimbo provando anche dal dentista privato non riesce stare con la bocca aperta, non sopporta nulla in bocca e loro non sanno come otturare i dentini. In fondo dunque mi richiedono anestesia in sala operatoria questo volevo io, ma a me sinceramente fa molta paura l'anestesia per la seconda volta, per questo chiedevo un consiglio vostro .........ma sono andata da piu' di un dentista lui non si fa curare nulla..

 

Precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/pedodonzia/4029_anestesia-totale-bambino.html

Gentile Sara, resto senza parole! Il suo bimbo deve essere preparato psicologicamente soprattutto nell'ambiente familiare e vedrà che qualche pedodontista troverà la strada spianata per approntare le cure senza necessità di ricorrere all'anestesia totale. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Signora Sara, allora rilegga la mia risposta di ieri 03.05.2011. Confermo che è semplicemente ed icontrovertibilmente assurdo, pazzesco che sia accaduto ciò che ci dice e che si apprestino a farlo riaccadere!. Le consiglio di portare suo figlio da uno psicoterapeuta infantile perchè evidentemente questa paura di suo figlio possono nascondere patologie traumatiche intimistiche ed introspettive più serie che devono essere sviscerate dallo Psichiatra. Consiglierei che tutta la famiglia chiedesse un colloquio con lo Psicoterapeuta perchè potrebbe esserci un vostro atteggiamento errato nell'approccio con vostro figlio che così diventa lui il capofamiglia e comanda lui o vuole esprimere col suo comportamento carenze di cui voi non vi rendete conto! Parlatene ripeto con uno Psichiatra infantile bravo! Se no questo povero bimbo non uscirà mai dai suoi problemi e quando dovrà affrontare la "durezza" della vita vera, potrebbe soccombere! So che queste parole ad un genitore danno fastidio ma è mio dovere di Medico esprimere un parere o un sospetto diagnostico per aiutare lei ed il bimbo e tutta la famiglia, al meglio!Per il resto rilegga la mia precedente risposta!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Signora, ha ragione ad essere preoccupata...è indubbio che necessita un approccio diverso anche con l'ausilio di uno psicologo, ad 8 anni si collabora al più si può impiegare la sedoanalgesia per facilitare le cure ma l'anestesia totale proprio no!

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Porti suo figlio in un reparto universitario di pedodonzia, dove troverà un ambiente creato su misura per i piccoli pazienti, con locali che poco ricordano le sale degli studi odontoiatrici, nelle quali incontrerà altri bambini che come lui si sottopongono tranquillamente a cure. Questo lo stimolerà per omologazione ad un atteggiamento meno pauroso. Negli stessi reparti troverà personale specializzato che, magari con l'aiuto dello psicologo, la aiuterà a risolvere il problema, che forse anche lei con un atteggiamento che appare ansioso e nello stesso tempo iperprotettivo, contribuisce a creare in suo figlio. Lasci l'anestesia generale per quegli interventi, di cui, se lo auguri, suo figlio non abbia mai bisogno. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Bruno Cirotti
Roma (RM)

Sig. Sara, se suo figlio non è collaborante come tutti gli altri bambini, forse potrebbe essere trattato in sedazione cosciente.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Sara esistono centri per pazienti scarsamente collaboranti come quelli affetti dalla sindrome di down e gli autistici ma anche a questi pazienti spesso non si fa l'anestesia totale, in un bambino sano mi sembra un abuso. Comunque consulti il sito della sioh per vedere il centro più vicino a lei, distinti saluti

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)

Sullo stesso argomento