Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 10

SEGUITO ALLA DOMANDA: Sono stato da due dentisti diversi con due soluzioni diverse al problema

Scritto da Paolo / Pubblicato il

Vi scrivo nuovamente, sperando che adesso le Rx Vi arrivi, per un consiglio, mia figlia di quattordici anni ha un problema con due premolari superiori come si vede da RX allegata. Da un’anno il dente del lato sinistro gli è stato messo in tiro, dopo l’asportazione di un dente da latte, ancora presente al lato destro, ma senza alcun risultato. Ora ci propongono di asportare sia il dente di latte sia i due ancora sotto e di chiudere lo spazio facendo avanzare i molari da dietro. Abbiamo chiesto un secondo parere e ci è stata proposta un’altra soluzione, limare l’osso, lato sinistro, in modo da dare spazio al dente e provare a farlo scendere. Entrambi hanno dubbi sulla qualità dei denti, perché potrebbero essere poveri di radici e quindi non ancorarsi, ma addirittura se tirati troppo potrebbero cadere. A questo punto non so decidere cosa fare. Mi aiutate? Vi ringrazio anticipatamente della V/s attenzione e porgo distinti saluti. Paolo

 

Domanda precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/odontoiatria/3760_soluzione-problema-dentale.html

Ortodonzia come esempio della Dr.ssa Claudia Petti di Cagliari
Caro Signor Paolo, non è così che funziona la diagnosi ortodontica. Bisogna fare un Ceck up ortodontico ed un esame cefalometrico di semirette ed angoli disegnati sul profilo del suo viso sovrapposto ad una teleradiografia prendendo come riferimento parti dure dello scheletro e parti molli del viso stesso, pèoi foto del profilo, frontale, modelli di studio, radiografie, e non ultima ma prima, visita clinica ortodontica, gnatologica ed odontoiatrica generale completa. In ogni caso le posso esprimere la mia perplessità per il fatto che sempbrerebbe che non sia stata fatta una diagnosi del tutto appropriata e completa (vedere anchilosi molarino deciduo, almeno così sembrerebbe, ma sa, da una OPT, non si può essere certi)!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Paolo, se un Rx non è chiara, si ripete o si fanno altri accertamenti che possono anche arrivare anche a una cone beam. Ottenuti i corretti accertamenti, si ottiene una diagnosi da cui scaturiscono le possibili cure. Nel suo caso sono partiti dalle cure di una sola arcata, senza diagnosi e senza accertamenti diagnostici che riportano le condizioni dei denti ritenuti. Ora è difficile darle via Web delle soluzioni concrete, senza un corretto studio del caso, alla mia scuola insegnano che la masticazione è data da un ingranaggio che deve corrispondere tra arcata superiore e inferiore.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile signora, la radiografia non è molto chiara proprio nei punti che interessano maggiormente, per cui ritengo opportuno l'esecuzione di una cone beam della zona. Se con l'esame si arriverà a diagnosi di anchilosi, allora le confesso che "tirare giu" quei due premolari sarà cosa ardua. Potrebbe sentire il parere di un maxillo faciale della sua città cosa ne pensa. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

A mio parere dall'ortopanoramica non è possibile una diagnosi di certezza sulla conformazione radicolare degli elementi dentari inclusi personalmente consiglierei una TC DENTASCAN per la valutazione della posizione esatta tridimensionale della profondità di inclusione per una previsione del successo del trattamento ortodontico in alternativa, sempre previa tc, le moderne tecniche chirurgiche ultrasoniche (piezo-elettriche) rendono meno traumatico l'intervento per l'asportazione dei denti inclusi Giuseppe Sepe, Fondi LT
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Sepe
Fondi (LT)

Concordo con la risposta del collega Petti, la preparazione al trattamento ortodontico non è adeguata. Noto dalla panoramica la non pervietà delle coane: - sua figlia respira a bocca aperta? E' anche questo un problema da tener presente quando si mette mano ad un riposizionamento degli elementi dentari che coinvolgono forzatamente il massiccio facciale. La faccia visitare da un otorinolaringoiatra e se necessario si faccia il ripristino della normale respirazione nasale. Auguri dott. Emma Castagnari Torino
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

Gentile sig. Paolo, è evidente che l'intera faccenda è stata trattata in maniera, a dir poco, dilettantesca, manca una lunga serie di accertamenti già impeccabilmente sottolineati dall'Amico dott. Gustavo Petti, tutta la vicenda trasuda di carenza diagnostica ed appare lampante la procedura del tentativo. Se vuole, se le fa piacere, senza alcun impegno ed a titolo gratuito posso offrirle una visita a Terracina a fine mese, può trovare la mia e-mail su questo portale. Ci tengo a sottolineare che io non lavoro nella sua zona, sono a parecchi km di distanza, pertanto nessuna dietrologia nella mia offerta, lei non sarà mai mio paziente, io non sarò mai il suo dentista. Mi troverò a Terracina perchè mia moglie è di lì. Cordialmente gustavo de felice sapri sa.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Gentile Sig. Paolo, il caso clinico non è di semplice soluzione ed è facile esprimere giudizi che non ci vedano coinvolti come operatori in prima persona. Le consiglio di consultare un ortodontista di provata esperienza che senz'altro saprà con un accurato studio valutare se il caso è risolvibile o meno e senza continuare a perdere tempo ed eventualmente decidere altre strategie al fine di chiudere quegli spazi. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Paolo, bisogna a questo punto effettuare una TC Dentascan per valutare la forma e la posizione delle radici incluse. Da qui si riparte, dopo accurata diagnosi, e si prendono le decisioni del caso, che via web lei capirà non possono essere prese. Cordialmente

Scritto da Dott. Gabriele Stirpe
Priverno (LT)

Gentile sig. paolo, le suggerisco di non toccare i denti di sua figlia e rivolgersi presso una unità di ortodonzia presso una clinica odontoiatrica, es. Eastman di Roma, cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora una tc sarebbe indicata per valutare la posizione esatta e la forma dei denti distinti saluti

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)

Sullo stesso argomento