Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 12

A mia figlia sono comparse delle striature nere sugli incisivi e vicino alle gengive

Scritto da Alice / Pubblicato il
Buongiorno, sono la mamma di una bambina di 14 mesi. Da un mese sono comparse delle striature nere sugli incisivi laterali superiori e delle striature nere vicino alle gengive e tra i denti inferiori. Sono comparse da un giorno all'altro dopo la somministrazione di un antibiotico Zymox per curare il catarro e dopo vari aerosol con soluzione fisiologica e clenil. Non so se possano aver influito queste cure. Da quando ha 6 mesi ogni giorno le do 4 gocce di fluoro, ammetto però di essermelo scordato qualche volta. Abitualmente beve il latte la sera prima di addormentarsi. Da quando ha 9 mesi ogni tanto beve anche il the deteinato zuccherato (abitudine quotidiana all'asilo) io a casa cerco di darle poche volte il the preferendo l'acqua e i succhi di frutta senza zuccheri aggiunti. Non mangia nessun tipo di dolce. La pediatra sostiene che sia un fungo e che non si possa fare nulla al riguardo perchè pur eliminando queste macchie comparirebbero dopo poco. Ho fatto fare una visita da un altro pediatra e lui sostiene invece che sia una caratteristica propria del dente che può anche essere stata ereditata da noi genitori e che quindi non ci si possa fare nulla. Consigliano entrambi il fluoro e di iniziare con l'uso dello spazzolino con pochissimo dentifricio. Non so alla fine cosa in realtà sia se fungo o caratteristica dentale e portarla dal dentista pediatrico a 14 mesi per un ulteriore parere. Cosa mi consigliate? Grazie mille. Cordiali saluti
Gentile Sig.ra, il pediatra non può sostituirsi al dentista e viceversa e, poichè, il problema di sua figlia riguarda i dentini da latte le consiglio una visita specialistica da un dentista pedodontista. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Signora Alice, scusi sa, ma non le sembra sia più ovvio portare la sua bimba dal Dentista Pedodontista che tra l'altro avrebbe già dovuto portare per una prima visita di controllo e prevenzione di malformazioni, respirazione, posizionamento, lingua, istruzioni igieniche orali e generali, fluoro, biberon, ciccio e tanto altro? Stia tranquilla può essere placca, residui alimentari, discromie (più probabilmente) da miceti o da batteri cromogeni che nei piccini sono comuni e non pericolosi, ma vanno tolti e diagnosticati e tenuti sotto controllo. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Gnatologia, Implantologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Alice, premesso che i denti vanno spazzolati sin dalla comparsa in bocca anche aiutandosi col solo piccolo spazzolino senza dentifricio i primi mesi e via via aumentando col tempo ,la colorazione dei denti non è preoccupante e si può eliminare con metodi che il pedodontista le consiglierà e poi cominci a effettuare una più efficace igiene orale. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Signora Alice, il pediatra forse non ha le competenze adeguate in Odontoiatria...si rechi da uno specialista in pedodonzia che indubbiamente le darà una risposta più confortante. Buon pomeriggio e si diverta insieme alla sua bimba a lavare bene i denti...come un gioco....

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

Probabilmente le colorazioni che descrive sono l’azione di bacterioides melaninogenicus, batteri cromofori. I funghi orali si curano con l’antimicotico, porti sua figlia da un odontoiatra per una visita di controllo e segua i suoi consigli.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Concordo con il Collega Dr. Del Deo, le colorazioni da lei descritte dipendono molto probabilmente non da un fungo ma da alcuni batteri cromofori, le consiglio una visita da un pedodonzista. Cordialmente Dr. Paolo Formenti

Scritto da Dott. Paolo Formenti
Senago (MI)

Dovrebbe trattarsi di pigmentazione superficiale ad opera di un tipo di batteri, ma non ne posso avere la certezza. Porti la bimba da uno specialista in pedodonzia per avere la certezza e una cura. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile signora penso che le macchie scure insorte recentemente e rapidamente sui denti della sua bimba siano dovute al depositarsi di pigmenti di produzione batterica. Tali batteri spesso colonizzano le bocche di tutta la famiglia ma si manifestano solo in alcune condizioni. Nel caso della sua bimba l'infreddatura ed il catarro sicuramente hanno determinato un respirazione di tipo orale e questa situazione porta spesso e soprattutto nei bimbi piccoli che non si lavano i denti al depositarsi e al rinsecchirsi della placca batterica sulle superfici vestibolari degli incisivi. Sicuramente tali depositi hanno favorito il depositarsi dei pigmenti di colorazione scura. Non si preoccupi provi a rimuoverli con una garzetta inumidita e se queste inestetiche macchie si ridurranno avrà la conferma della loro origine. Le consiglio comunque di rivolgersi al suo dentista di fiducia per un controllo e per eventuali ulteriori interventi di igiene. Cordialmente Roberto Pietro Stefani Trieste
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Roberto Pietro Stefani
Trieste (TS)

Signora, sono daccordo che il pediatra rappresenti la figura medica di riferimento per ogni problema sanitario per la sua piccola figliola. Tuttavia è importante per lei cominciare ad avere rapporti anche con un pedodontista (dentista pediatrico), per poter affrontare i frequenti problemi della bocca e dei denti di sua figlia. Dal suo racconto non mi è chiaro se queste striature nerastre siano pigmentazioni estrinseche (superficiali ed "asportabili") o intrinseche (profonde negli strati dei denti). Si faccia consigliare un bravo pedodontista e si rivolga a lui con fiducia. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.Alice, tutti gli odontoiatri hanno studiato la pedodonzia e sicuramente sapranno eseguire una corretta diagnosi delle discromie presenti.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento