Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 9

Problemi agli incisivi superiori di una bimba di 4 anni, a seguito di una caduta

Scritto da Francesca / Pubblicato il
Buongiorno, la mia bambina di 4 anni ha i due incisivi superiori che si muovono a seguito di una caduta avvenuta nel mese di giugno. Non c'è stata infezione e il giorno dopo non aveva più dolore. L'ortodonzista mi ha consigliato un apparecchio mobile per mantenere i denti il più fermi possibile per qualche mese in modo da vedere se potevano riattaccarsi da soli. Lei è bravissima poichè lo toglie e mette da sola anche all'asilo quando deve mangiare. Due giorni fa però una seconda caduta ha traumatizzato ulteriormente uno dei due dentini che ancora dondolavano, ho avuto occasione di farla vedere ad un altro ortodonzista che invece mi avrebbe consigliato di non farle portare l'apparecchio anche perchè se i denti dovessero cadere non sarebbe poi tanto grave tanto poi dovrà  fare comunque ortodonzia. La lastra non sembra evidenziare danni ai permanenti che non sembra tocchino i denti decidui. A questo punto non so cosa fare, se i denti cadono è bene mettere un mantenitore di spazio? I denti che si muovono possono essere fissati in altro modo? Premetto che l'eruzione dei decidui è avvenuta precocemente, intorno ai 5 mesi. Ringrazio anticipatamente per la risposta.
Cara Signora Francesca....il mantenitore di spazio direi che è indispensabile, se li perdessi questi denti, perchè gli incisivi centrali li cambierà a 6-8 anni, e si chiuderebbe o diminuirebbe lo spazio per i centrali permanenti. Il discorso che intanto deve fare ortodonzia, mi lascia perplesso, perchè non è un buon motivo per fare aggravare la situazione. Un'altra cosa che mi lascia perplesso è, visto che dice che sua figlia è molto brava e tranquilla, perchè a suo tempo non siano stati bloccati i dentini lussati con una "legatura" fissa, da tenere pochi mesi e rimuovere per ritrovare i dentini ben fermi....e perchè non venga fatto almeno ora anche se in ritardo!...sempre che sia possibile ora, dopo tanto tempo!.................................................. Cordialmente suo Gustavo Petti Gnatologo e Parodontologo, Implantologo e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Francesca, al momento gli spazi sono mantenuti dai dentini traumatizzati, quando li perderà, si potrà anche inserire un eventuale mantenitore, la zona colpita non è critica per la perdita di spazio. Madre natura, a volte sistema tutto e a 4 anni un apparecchio che blocca un corretto sviluppo, per stabilizzare dei denti decidui non sempre è consigliato.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Le teorie riguardo alla stabilizzazione dei denti decidui traumatizzati sono varie e spesso in antitesi una con l'altra. In mancanza di fatti acuti o infettivi in genere quindi giudico l'operato del collega corretto. Interpretare questi dati per fare pronostici sul futuro è però azzardato. La crescita armonica dei mascellari dipende in larga misura anche dalla presenza dei decidui, e quindi un mantenitore di spazio potrebbe essere una buona idea. Ma stabilire modi e tecniche lo lascerei al professionista che sarà da voi incaricato. Conservate sempre copia di lastre, referti, modelli, foto. Potrebbero servire. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Prima risposta per la situazione attuale: se all'esame radiografico non si evidenzia alcuna lesione alle radici dei denti da latte, la cosa migliore è di consolidare la loro posizione con una apparecchiatura FISSA, cioè un filo appoggiato con attacchi su 6 denti anteriori da canino a canino. L'apparecchiatura mobile è meno indicata perché ad ogni estrazione dell'apparecchio dal cavo orale ed al suo successivo riposizionamento si creano ulteriori microtraumi. Un successivo controllo radiografico a 5 anni consiglierà la rimozione del filo immobilizzante per permettere la normale permuta dei denti decidui Seconda risposta nella eventualità della caduta degli incisivi decidui prima del tempo baturale di permuta:occorrerà valutare al momento con un esame radiografico la maturazione degli incisivi permanenti, perché potrebbe non essere necessario alcun intervento prof.Giuliano Falcolini già ordinario di Pedodonzia all'Università di Sassari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)

Posto che un apparecchio, mobile o fisso che sia, a 4 anni può alterare il normale sviluppo dell'arcata, mantenendola "bloccata" ed impedendone la crescita, ma siamo proprio sicuri che sia necessario fare qualcosa a tutti i costi? Se dalla radiografia si evidenziano le corone dei permanenti in posizione, esse stesse faranno da mantenitore di spazio impedendo la migrazione dei denti vicini, anche in caso di caduta dei denti traumatizzati. Al massimo i laterali potranno inclinarsi un po', ma difficilmente potrebbero ostruire l'uscita dei due centrali permanenti. Nella maggior parte dei traumi dentari degli incisivi superiori decidui la miglior terapia è non fare niente ed aspettare. Ovviamente non bisogna sovraccaricare i denti traumatizzati stando attenti a ciò che si mangia per un po' di tempo. La maggior parte delle volte si riconsolidano, qualche volta mantengono un po' di mobilità, altre volte diventano discromici, ma l'importante è che si controlli semplicemente che non determinino danni ai permanenti. Andreasen, che possiamo considerare come il più grande riferimento internazionale sulla traumatologia dentale, ci conforta insegnandoci che i rapporti anatomici tra denti decidui e permanenti è tale da far sì che raramente si possano danneggiare i denti definitivi. Ci insegna anche che in caso di perdita precoce degli incisivi superiori decidui, o di loro estrazione per necessità terapeutica, non accade nulla di tragico e soprattutto... non serve nessun mantenitore. A disposizione. Luca.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Mi associo a quanto detto dai colleghi, ed in particolare dal Prof. Falcolini. Infatti utilizzare un apparecchio mobile per stabilizzare denti traumatizzati è una vera anomalia nel mondo della odontoiatria infantile. Ed un forte controsenso. E soprattutto c'è da chiedersi se davvero è indicato a mantenere questi dentini, perchè modernamente l'imperativo in questi casi è evitare danni al dente permanente. Danni che potrebbero essere causati dalle patologie dei denti decidui traumatizzati o dalle maldestre manovre atte a mantenerli oltre il necessario. La contropartita è l'ipotesi di spostamenti delle arcate per la perdita del mantenimento dello spazio. Ma a 4 anni (e a maggior ragione se l'età indicata non è precisa, ma magari ne ha 4 e mezzo) mettendo sui due piatti della bilancia le due esigenze, secondo me può prevalere quella di evitare danni al permanente che ormai è già abbastanza sceso nel suo percorso di eruzione. Invece lo spazio non si modificherà. Se poi è vero quello che dice il secondo ortodontista, cioè che la bambina è destinata a trattamento ortodontico, tutto sommato si rimedierà poi a tutto.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Buon giorno signora Francesca, un trattamento che applico ai bimbi quando dopo un traumatismo presentano gli incisivi decidui mobilizzati è stabilizzarli mediante una contenzione ottenuta unendo i sei denti frontali incisivi centrali, lateral e canini con un filo di naylon di circa 1 mm di spessore (tipo filo da pesca). Questo è consigliato farlo in sedazione per facilitare l'applicazione della contenzione in caso di bimbi non collaboranti. Se si stabilizzano dopo 2 mesi circa rimuoviamo il filo, nel caso in cui il bimbo/bimba perda uno o entrambi i denti decidui lasciamo che alla natura il compito di far crescere la mascella fino all'età di 7 anni dove con un indagine radiologica rivaluteremo il caso. Dott. Alberto Pitino
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alberto Pitino
Torino (TO)

Gentile Francesca, per la sua bambina allo stato attuale non consiglierei uso di apparecchi mobili. Quello esistente mobile si può sospendere, come le consiglia anche il secondo dentista. Occorre però, visto che la bimba è collaborante, valutare uno "splintaggio" dei due decidui, cioè legarli con della pasta composita e un filo metallico. Quando si avvicinerà alla permuta dei decidui (dai 5,5 anni in poi) si potrà rimuovere lo splintaggio per far perdere naturalmente o con l'aiuto del dentista i due incisivi da latte. Se dovessero essere persi prima del tempo, niente paura perchè la zona degli incisivi superiori non è così a rischio per lo spazio come altre zone del cavo orale e quindi si potrebbe anche non fare nulla, ma questo lo valuterà con il dentista che seguirà sua figlia. Cordialità.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Francesca non so come faccia il secondo ortodontista a dire che " tanto poi dovrà fare ortodonzia comunque" forse prevede il futuro perchè ancora non può sapere se ci sono problemi di basi ossee e di eruzione dei denti permanenti. Comunque, io al massimo farei uno splintaggio per stabilizzarli un paio di mesi tanto poi alla permuta non ci saranno problemi anche perchè sicuramente sarà iniziato il processo di riassorbimento della radice del deciduo. Infine dovrebbe fare un po' più di attenzione a sua figlia perchè una volta può capitare ma 2 di seguito è difficile. infine non deve rivolgersi ad un ortodontista ma un pedodontista che è sicuramente più indicato per i traumatismi dei denti decidui.. distinti saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)

Sullo stesso argomento