Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 6

Ho un bambino di 6 anni, al quale sta nascendo il secondo dentino incisivo inferiore con una grande macchia netta, gialla

Scritto da massimo / Pubblicato il
Ho un bambino di 6 anni,al quale sta nascendo il secondo dentino incisivo inferiore con una grande macchia netta, gialla (il primo invece e' bianco normale). Ho subito chiesto spiegazioni al suo pediatra, il quale mi ha detto che e'di natura congenita. La sua dentista la definisce una importante decalcificazione (e' stato gia' curato per 2 piccole carie) HO mille dubbi e preoccupazioni.Che significa in un bambino in fase di crescita? Soprattutto qual'e'la cosa migliore da fare per la salute dei dentini di mio figlio? GRAZIE
Sig. Massimo, la cosa più bella da fare potrebbe essere quella di attendere ancora qualche anno tenendo sempre controllata l’evoluzione e trattando l’eventuale carie immediatamente, eventualmente anche con l'ozono. Importantissimo, che suo figlio venga istruito da un igienista dentale sulle corrette manovre d’igiene domiciliare con un controllo della dieta, perché questi denti sono meno protetti verso la carie. Non conosco il quadro clinico di suo figlio, queste mancanze di smalto possono essere congenite (displasia dello smalto), oppure successive alla somministrazione di antibiotici durante il periodo di formazione degli elementi compromessi. I denti compromessi tra qualche anno potranno essere trattati e riabilitati esteticamente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

C'è anche un'altra possibilità, oltre a quello che risponde giustamente il dr. Ruffoni, che il corrispondente dente la latte abbia subito anni fa un trauma. Questa potrebbe essere la conseguenze del trauma sul permanente. Gli incisivi inferiori sono coinvolti molto più di rado dai traumi (più facile ovviamente sui superiori) ma mi è capitato di vederle. Da controllare e vedere nel tempo. Potrebbe quindi esserci un difetto dello smalto e lì potrebbero crearsi piccoli problemi. Perchè non ci manda una foto ravvicinata così saremo più precisi??
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Massimo... entrambe le risposte dei miei colleghi ed amici Dr.Ruffoni e Dr. Passaretti sono validissime...aggiungo che le cause possono essere molteplici…banali o serie…le descrivo le principali…ma solo una visita clinica può stabilirlo…L'Ipoplasia parziale e totale dello smalto, di cui sembra, come ipotesi, soffra , possono trovare causa in fattori congeniti ( disvitaminosi, endocrinopatie etc.) sia in fattori neonatali (nascite premature anche lievi, sindromi emolitiche) ed in fattori neonatali (ittero, antibiotici "potenti", malattie sistemiche). Tutto ciò può modificare l'evoluzione e lo sviluppo della sintesi dello smalto e della struttura della dentina sottostante. Questo solo a livello di ipotesi...non potendo vederla clinicamente...in ogni caso esistono terapie estetiche...le più varie...e poi il fluoro…BISOGNA ASSUMERLO A DOSI DECISE DAL Dentista in base alla sua alimentazione e al fluoro assunto in particolare con l’acqua specie se minerale da lei prima e dal bimbo poi, il fluoro crea un legame con lo smalto, dovuto alla fluoro apatite 1000 volte più resistenze della idrossiapatite e quindi rende lo smalto molto più resistente all’aggressività della carie… gli somministri fluoro ora anche localmente con la ionoforesi…si rivolga al suo dentista, meglio se pedodontista = odontoiatra infantile)…tenga presente che ci possono essere altre cause quali Fluorosi ( se sua moglie lo ha assunto in gravidanza fluoro in eccesso) .......miceti...antibiotici… …. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Lo smalto cresce fino a 11-12 anni circa. Attualmente è molto sottile e quindi più vulnerabile, sia naturalmente che per le cause cosi' ben illustrate dai colleghi che mi hanno preceduto. Per ora consiglio la massima igiene orale, fluoro, visite periodiche, cibi dolci solo a fine pasto a casa, dove può lavarsi i denti: gli zuccheri per un processo di acidificazione della saliva, decalcificano lo smalto. Solo il suo dentista valuterà quando e cosa fare se necessario. Cordialmente, Dr Angelo Beghini Cassano D'Adda MI e Comazzo LO
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo Beghini
Cassano d'Adda (MI)

Il mio consiglio è seguire l' evoluzione nel tempo, la macchia da lei descritta non arrecherà quasi sicuramente alcun danno al dente e solo da adulto potrà l' interessato decidere sul da farsi e , visto il tempo che passerà, probabilmente ci sarà qualcosa di nuovo rispetto a tutto quello che c'è oggi.

Scritto da Dott. Gino Perna
Roma (RM)

Gentile Massimo, la macchia sul dentino del suo bambino può essere dovuta principalmente a due cause: o è la conseguenza di un vecchio trauma, subìto sugli incisivi da latte quando il bimbo era più piccolo, oppure si tratta di un’ipomineralizzazione, cosa un pò più complessa, che può essere accompagnata da altre macchie su altri incisivi e sui molari definitivi, che crescono intorno ai 6/7 anni. Se porta suo figlio da un bravo pedodontista, questi saprà adottare, in funzione della superficie di dente colpita, il trattamento più adatto affinché il dente non si fragilizzi ed il bambino non abbia sensibilità. Allo stesso tempo il pedodontista le dirà se questo è l’unico dente toccato, o se anche altri denti sono coinvolti. Le spiegherà inoltre come comportarsi a casa con l’igiene e l’alimentazione, per minimizzare il rischio che questo/i dente/i si carino. Cordialmente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Annelyse Garret Bernardin
Roma (RM)

Sullo stesso argomento