Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 4

Seguito domanda: A 21 mesi di età l'avulsione traumatica di un dente deciduo può comportare problemi al futuro dente permanente?

Scritto da SIMONA / Pubblicato il

Salve, ho scritto proprio il giorno 20.05.09 (perchè mia figlia Ambra, 21 mesi, cadendo, aveva picchiato per terra con i denti e, portata al pronto soccorso, ci avevano detto che vi era stata un'avulsione dell'incisivo superiore. Alla bambina era gonfiata tutta la gengiva ed oggi, improvvisamente tutto è tornato a posto. Abbiamo notato però che l''incisivo superiore, che pareva errersi rotto, in realtà si è piantato nella gengiva e sembra che torni fuori poco a poco. La ns. ortodontista dice che bisogna tenere la situazione monitorata nel tempo sperando che i denti permanenti non abbiano subito danni e che era meglio se si era rotto anzichè rientrato. Cosa dobbiamo aspettarci???? Avranno subito danni i denti permanenti??? Cosa dobbiamo fare visto che è impossibile fare adesso una radiografia alla bimba??? Grazie tante anche della Vs. gentile e sollecita risposta.

 

Precedenti:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/pedodonzia/1279_a-21-mesi-di-eta-lavulsione-traumatica-di-un-dente.html

 

Infatti, come le avevo detto, il dente era "dentro" ed ora sta ri-erompendo.. Dobbiamo pensare a due aspetti. Che farà questo dente deciduo? Ci saranno stati danni al permanente? Per l'evoluzione della situazione del dente da latte, bisogna aspettare e vedere se ha perso vitalità e se svilupperà una infezione. Infatti un trauma del genere è difficile che non abbia leso il peduncolo vascolonervoso che alimenta questo dentino, ed è probabile che il dente andrà in necrosi. Se questo accadrà si dovrebbe procedere ad una forma di terapia, ma certo la bimba è piccina tanto.. Per il dente permanente, credo, come già le dicevo, che a questa età il germe del definitivo sia distante e non abbia subito danni. Ma dovete pensare questo: qualsiasi cosa sia successa, è già successa, e il comportamento nei tempi che seguiranno non modificherà la situazione. Cioè non c'è qualcosa che si possa fare per riparare ora questi ipotetici danni. Si valuteranno poi, con le radiografie, appena possibile, etc. Una cosa molto importante è che le terapie che si intraprenderanno, se necessarie, per mantenere il dente da latte, non vadano a danneggiare (ulteriormente? ma ripeto, non credo che abbia subito danni) il permanente. Sono necessari quindi dei dentisti pediatrici. Li troverete facilmente nella vostra città oppure, come vi dicevo, a Firenze, ospedale Meyer o Università di Odontoiatria, via Ponte di Mezzo. Spero tanto di essere stato chiaro in quello che ho scritto, e tenete sempre presente che i discorsi via internet hanno limiti ben precisi. Solo ipotesi e consigli dati con amore.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara signora Simona...non per niente le avevo consigliato a suo tempo di portare subito la sua piccola da un Dentista Pedodontista (odontoiatria infantile) ... ormai "il latte è versato" ...segua i consigli saggi e molto professionali oltre che affettuosi del caro amico e collega Dr. Paolo Passaretti ...Egli non avrebbe potuto "sintonizzarsi con lei e la sua bimba" in modo migliore!...Cordialmente

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.ra Simona, non si può dire se ci saranno dei danni ai denti permanenti, l'importante che la bimba stia bene che giochi e che dimentichi il trauma. Voi come genitori avete fatto il vostro dovere, prima il pronto soccorso poi lo specialista e adesso l'ortodontista. La bimba è piccola poco collaborante ed è trattabile per certi interventi, solo in narcosi, per cui la scelta di attendere mantenendo sotto controllo la bimba è accettabile, soprattutto se è diminuito l'edema spontaneamente, se non c'e sintomatologia e se non sono presenti processi infettivi in corso, lasciando la narcosi per ultimo. qualora si presentasse una delle complicanze esposte e spero non presenti. Meglio sarebbe che l'espulsione del dente avvenga in modo naturale, perché anche la miglior chirurgia risulterebbe più invasiva. Ricordatevi che al momento non c'è nulla di grave, per cui attendere forse è soluzione meno traumatica per la bimba. La radiografia alla bimba è eseguibile, ma ritenuta dai vari medici non necessaria,vista l'entità del trauma.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Buonasera, i colleghi che mi hanno preceduta hanno risposto in maniera più che esaustiva. Aggiungo semplicemente la mia risposta per tranquillizzarla ulteriormente : non c'è assolutamente nulla da fare in più allo stato attuale se non aspettare e valutare l'importante è che la bimba si alimenti correttamente e stia bene, l'eventuale danno al dente permanente si potrà valutare solo al momento opportuno. Cari saluti

Scritto da Dott.ssa Antonella Bacchieri Cortesi
Noceto (PR)

Sullo stesso argomento