Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 7

A 21 mesi di età l'avulsione traumatica di un dente deciduo può comportare problemi al futuro dente permanente?

Scritto da SIMONA / Pubblicato il
Salve, mia figlia 21 mesi, è caduta dal triciclo. Cadendo ha battuto la bocca per terra (premetto che in bocca aveva un succhiotto con il contorno in plastica), ha iniziato a sanguinare tantissimo. Al Pronto Soccorso ci hanno detto che è avvenuta l'avulsione dell''incisivo superiore (da latte)(premetto che non abbiamo trovato il dentino). Ora la bimba ha tutto un ematoma sulla gengiva e, sopra il dente, la gengiva sembra un pò sciupata e rigonfiata. Non capiamo se il gonfiore che ha sulla gengiva è il dente che magari è rientrato oppure è stato causato dal trauma. Possono esserci dei danni ai denti permanenti?? Quando sarà possibile intervenire eventualmente e quale tipo di intervento?? Siamo anche stati da un dentista (che la vuole rivedere tra un mese) il quale ci ha detto che per ora non si può fare nulla (senza nemmeno guardare in bocca la bimba per paura che si traumatizzasse). Dovrà curarsi il dente per tutta la vita qualora ci fossero dei danni a quelli permanenti??? Grazie
Cara Simona mi spiace tanto per quello che è successo alla sua bimba...ma, avendola vista in pronto soccorso e avendo constatato l'avulsione (che significa estrazione in questo caso traumatica) del dente, perchè non l'hanno inviata nel reparto di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo facciale dove sono senz'altro attrezzati e competenti per valutare meglio gli esiti del trauma anche sull'osso e fare ricerche radiografiche e terapie anche in sedazione? La porti in Ospedale. IL dentista che non vuole traumatizzare la bimba... che dire...quando invece va vista!... con le attrezzature idonee e un approccio adeguato ...si rivolga o in Ospedale o ad un dentista pedodontista attrezzato per la sedazione dei bimbi!...Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Concordo col collega Dr. Petti.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig.ra Simona, non conosciamo sua figlia e non conosciamo l'entità del trauma. Ritengo adeguato l'approccio del suo odontoiatra, di non trascurare la cosa ma di mantenerla sotto controllo. Con guarigione avvenuta, dopo un mese, si potranno valutare gli eventuali danni senza grandi traumi. L'edema presente permette una guarigione spontanea del trauma, controlli il gonfiore che non deve aumentare e deve diminuire nell'arco di una settimana. Al momento, senza accertamenti diagnostici, non è possibile stabilire se ci saranno problemi ai denti permanenti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Simona, al momento non serve fare nulla specie se vi è già stata una diagnosi al PS di avulsione. Tra un poco di tempo la faccia rivedere ad un pedodontista e non ad un dentista generico. Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

Signora carissima. Con i limiti del parere a distanza-web, le dico alcune cose. Secondo me è abbastanza probabile che il dentino abbia subito una intrusione completa e che nei prossimi giorni erompa un po' fuori, cioè "spunti" di nuovo e torni ad essere visibile. Quanto al danno sulla gemma del permanente, sono purtroppo queste lussazioni intrusive (ammesso che sia questa la diagnosi) il tipo di trauma più pericoloso.. Però a questa età la gemma è ancora lontana ed è molto probabile che non ne abbia risentito. In ogni caso c'è da dire che se c'è stato un contatto e quindi un possibile danno, questo è già avvenuto. Quindi quello che è successo è successo. Inutile pensarci ora. Quanto alle terapie, in questo momento, in attesa di una vera diagnosi (da fare al Meyer di Firenze, dove troverà medici adatti di sicuro, non so se più vicino ce ne sono) l'unica cosa da fare è una terapia di sostegno, ovvero antibiotici (sono necessari!), ghiaccio, dieta liquida, tachipirina se serve, igiene al massimo, meglio possibile etc etc. Ci faccia sapere gli sviluppi della situazione.. Nell'immediato periodo successivo c'è da vedere dove sta il deciduo e più in là tutte le strategia necessarie. Ma non conosciamo la verità.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora, stia tranquilla. I colleghi le hanno già dato ampie rassicurazioni in merito. Concordo con loro. Cordialità

Scritto da Dott. Vittorio Cacciafesta
Milano (MI)

Signora Simona, la bambina deve essere visitata assolutamente. Gli eventi traumatici non possono prescindere da accertamenti clinici e radiografici. Scusi ma se avesse subito un trauma a un arto cosa avrebbe fatto...trovi un centro specializzato con medici preparati ad affrontare anche queste evenienze perchè è necessario CAPIRE!!!Buona giornata

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

Sullo stesso argomento