Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 13

Morso crociato in una bambina di 7 anni

Scritto da franca / Pubblicato il
Buongiorno, ho una bambina di 7 anni. I primi dentini gli sono spuntati a 12 mesi e ancora oggi ha i denti da latte. In un controllo dal pediatra mi ha consigliato una visita dal dentista perche' ha diagnosticato un morso crociato. Sono andata, il dentista ha detto che era un morso crociato di 2° grado un pò complesso e che mi aspetta un lungo periodo di cure tra apparecchietti vari, radiografie e ha parlato anche di mettere una maschera che ora non ricordo il nome. Vorrei sapere se è un problema serio e se è prematuro intervenire visto che mia figlia ha ancora i denti da latte. Vi ringrazio anticipatamente, una mamma un pò preoccupata.
La maschera di Delajere. Si, il dentista credo che abbia detto tutte cose esattissime. C'è da intervenire al più presto possibile, perchè si tratta di palato stretto e se serve la maschera di D. anche di tendenza alla III classe. Quindi non si tratta di problemi dentali ma ossei. E lei capisce che, come se fosse ad esempio una scoliosi (mi scusi per il brutto e banale esempio), prima si prende e meglio è. Ma bisogna controllare altri due fattori fondamentali, o tre.. Visita dalla logopedista per vedere se la postura linguale è corretta in questo caso (questa è una delle CAUSE principali di questo tipo di malocclusioni, oltre la genetica, e quindi se si interviene sulla CAUSA tutto va meglio e più veloce. Visita dall'otorino per la respirazione orale (identico discorso della logop). Visita dal fisiatra per vedere le conseguenze sulla postura della colonna vertebrale e seguirne l'andamento man mano che la correzione occlusale procede..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Concordo con i colleghi prima si interviene più possibilità di successo ci sono. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sicuramente la bambina va trattata dal punto di vista della funzione linguale con una terapia miofunzionale adeguata, eventualmente va fatta una espanzione trasversale del palato per correggere il morso crociato, Non sono personalmente convinto dell'utilizzo della maschera di Delaire trattandosi di una bambina di 7 anni corregendo la funzione muscolare linguale si possono avere notevoli miglioramenti purtroppo prima di parlare di terza classe scheletrica bisogna valutare il profilo estetico della bambina e fare un esame sulal radiografia laterale del cranio. Sono a disposizione per ulteriori chiarimenti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giovanni Marcello Costa
Palermo (PA)
Sciacca (AG)
Bisacquino (PA)

Cara signora Franca ...in un certo senso è un pò tardi perchè la terapia ortopedica di avanzamento del mascellare è molto più efficace prima che avvenga la "saldatura" delle suture ossee pterigo-mascellari processo che avviene intorno ai 7 anni circa e anche prima... quindi un progenismo va corretto di regola prima dei 5 anni. I bambini bisogna portarli dal Dentista addirittura quando hanno pochi mesi per una visita (gioiosa) che però serve a rilevare malformazioni, la forma del palato e tante altre cose. Intorno ai 3/4 anni è doveroso. Molte terapie ortodontiche si devono iniziare prima dei 5 anni (quando la malformazione è scheletrica) ...poi qualsiasi età ... ma sempre la più precoce possibile va bene ... altre volte bisogna aspettare che sia più grandicello! Che dirle... ha portato suo figlio troppo tardi sia dal pediatra che dal dentista! In ogni caso ... che altro dirle ..che non le abbia già sapientemente detto il caro collega Paolo Passaretti ... segua le sue preziose istruzioni! ...Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara signora, i morsi crociati sono situazioni cliniche che devono essere risolte il piu' precocemente possibile (si figuri che esistono scuole che dicono di intervenire gia' a 4 anni); oltretutto lei parla anche di una maschera (forse a la Delajere?) ne deduco che suo figlio ha una terza classe scheletrica e questo rende la terapia ancora piu' complessa. Soltanto l' ortodontista puo' spiegarle meglio il preblema di suo figlio, ma per quanto riguarda la precocita' di intervento, in questi casi, prima e' meglio e' . Ci contatti ancora se ha bisogno di ulteriori chiarimenti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Cultrone
Calcinaia (PI)

Concordo con i colleghi nel consigliarle una terapia precoce, sopratutto in caso di morso crociato e III classe

Scritto da Dott. Vittorio Cacciafesta
Milano (MI)

In Casi Clinici sovrapponibili a quello di Sua figlia, -per quanto da Lei riferito -, è di elezione l'intervento terapeutico precoce , ma è fondamentale una completa e chiara pianificazione terapeutica preliminare. Auguri.

Scritto da Dott. Sergio Audino
Palermo (PA)

Così come dicono i miei colleghi, anch'io concordo con una ortodonzia intercettiva soprattutto per le terze classi, pertanto inizi subito la terapia ortodontica che siamo già in ritardo. Cordiali Saluti

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

I miei colleghi hanno esposto brillantemente alla sua domanda. Porti sua figlia da uno specialista di ortodonzia perchè il problema così prospettato ha bisogno di una programmazione seria. Saluti

Scritto da Dott. Orazio Maximilian Bennici
Catania (CT)
Consulente di Dentisti Italia

Per effettuare una diagnosi è necessario uno studio cefalometrico che si avvale su un'analisi accurata di esami rx:telecranio e ortopanoramica, dei modelli e delle foto del paziente. Nei casi di III classe la terapia varia a seconda della sua origine. Nei casi di leggera III classe con contrazione trasversale del mascellare in una prima fase la terapia si avvale di un'espansione del mascellare a livello del punto di giunzione delle due ossa che costituiscono il palato. La contrazione del mascellare riduce l'ampiezza delle cavità nasali favorendo una respirazione orale che non è compatibile con lo sviluppo delle arcate dentarie ! Le consiglio pertanto di affidarsi ad uno specialista in ortodonzia che faccia un'accurata diagnosi e che inizi nel breve tempo possibile il trattamento !
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Alessandra Schirripa
Roma (RM)

Sullo stesso argomento