Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 5

Mio figlio ha 5 anni e moltissimi problemi di carie

Scritto da stefania / Pubblicato il
Buongiorno, il minore dei miei figli ha 5 anni e 4 mesi e moltissimi problemi di carie. Non è un bambino particolarmente goloso, stiamo attenti alla pulizia e alla sua alimentazione evitando (nei limiti del possibile) dolci e merendine varie. Nonostante questo abbiamo già dovuto curare, anche devitallizzando, diversi dentini e ultimamente la situazione è peggiorata. Circa 2 mesi fa il suo dentista ha ritenuto opportuno estrarre un dente (penultimo in basso) in quanto, nonostante diversi interventi continuava ad infettarsi e provocare ascessi. Per questo dovrà mettere un mantenitore di spazio. Ora il problema si è riproposto con l'incisivo superiore: hanno provato a curarlo, ma continuava a formarsi una fistola e dalla radiografia si evidenziava una infezione che si riformava di continuo. Risultato... abbiamo tolto anche questo! Prima di farlo però abbiamo voluto sentire altri pareri, ma onestamente ci hanno messo ancora più in crisi. Nessun dentista diceva la stessa cosa: per qualcuno i denti decidui non vanno mai tolti ma curati (!), togliendoli si avranno gravi problemi di spazi ecc..., per altri l'importante è non avere forme batteriche continue in bocca e l'estrazione di un incisivo a questa età non è un problema, il definitivo è già posizionato. Io e mio marito siamo molto confusi. Ci chiediamo se abbiamo fatto bene o male a fargli togliere questi denti.... e se un domani, quando arriveranno quelli definitivi, questo bambino continuerà ad avere il problema della carie. Perchè lui è così conciato e suo fratello maggiore no? Scusate se mi sono dilungata troppo... e anche un pò sfogata. Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione che vorrete dedicarmi. Buon lavoro. Stefania.
Gentile Stefania, per rispondere alle sue domande sarebbe opportuno visitare suo figlio. In linea di massima mi sembra corretto data l'età avere sostituito un molaretto con un mantenitore di spazio, fermo restando che l'estrazione del dente fosse necessaria. Per lo stesso motivo non è necessario sull'incisivo. Migliori l'igiene orale di suo figlio. Parli col suo dentista sul bisogno di somministrare fluoro sia sistemico che locale. Le ripeto, sarebbe necessario visitare il piccolo. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Signora Stefania, cento teste, cento pareri, vale in Medicina, vale in Giurisprudenza, in ingegneria, architettura, idraulica, elettricistica, in qualsiasi campo, scientifico, medico, artigiano, cento pareri sente e cento sono diversi ...in linea di massima ovviamente ... e non è detto che tutti abbiano torto ...possono avere tutti ragione ...dipende dalla prospettiva da cui si "vede e valuta il problema" ...non per niente esistono Dentisti bravi e meno bravi, Avvocati bravi e meno bravi, Magistrati bravi e meno bravi, idraulici bravi e meno bravi etc. Come si trova quindi il Professionista o l'artigiano bravo? ... dalla notorietà ... che ha ...e guardi che notorietà non significa essere famosi ...è tutt'altra cosa! ...come ..per esempio se avesse un sito Web vada a leggere il suo curriculum per vedere se è o no sostanzioso, vada a vedere le sue pubblicazioni per vedere se è uno studioso ...digiti il suo nome sul motore di ricerca ...il più grande e famoso motore ...non lo posso dire per motivi pubblicitari! Ma tutti lo conoscono!...se non ha sito Web non significa che non sia bravo ... o potrebbe essere molto giovane e quindi ancora senza titoli ...ma bravissimo...e allora?...integri le informazioni raccolte con il "PASSA PAROLA DEI PAZIENTI" ...badi interi non segua!!! Per rispondere alla sua domanda con professionalità dovrei vedere suo figlio! Altrimenti darei risposte falsate dal non conoscere la situazione clinica ...Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sono d'accordo con i colleghi. Faccia seguire suo figlio da un bravo specialista e vedrà che la situazione può solo migliorare.

Scritto da Dott. Vittorio Cacciafesta
Milano (MI)

Signora Stefania, entrambe le informazioni ricevute sono adeguate: In primis i denti di prima dentizione vanno mantenuti il più a lungo possibile per evitare fastidiose correzioni di ortodonzia dopo, ma se il dente o i denti sono ormai seriamente compromessi e causano infezione ed infiammazione, questi possono danneggiare le " gemme" o gli ancora immaturi denti della seconda dentizione. Il vostro problema è che l'igiene orale del bimbo non è stata presa con la dovuta serietà, sicuramente non c'è stata la dovuta prevenzione a base di pasticchine di fluoro, e sicuramente è mancata l'immediata detersione dei dentini ogni qualvolta il piccolo consuma pasti e/o dolciumi. Vi raccomando vivamente di correggere l'atteggiamento e soprattutto di cercare di sigillare i solchi di molari e premolari appena spunterà il nr 6 ovvero il primo molare permanente, chieda al suo dentista! Cordialità
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Adolfo Braga
San Giustino (PG)

Bellissima la risposta del Dr. Petti. Esistono architetti bravi e meno bravi... - Quanto all'incisivo, ha fatto bene a toglierlo perchè a 5 anni passati non ha (mediamente a seconda della crescita del bambino) alcuna funzione di mantenimento dello spazio, mentre può anzi, per anchilosi o altro tipo di meccanismo, danneggiare il permanente.. - quanto al mantenitore di spazio per il molaretto, ora è inutile perchè va messo in pochi giorni. Dopo due mesi lo spazio già si è ristretto - quanto al perchè un figlio si e uno no, ci possono essere tanti motivi. Il più semplice è la vera reale frequenza dello "snacking". Cioè se il piccino è stato abituato a fare tanti pasti frequenti zuccherini, la carie è garantita, perchè meglio un chilo di zucchero a colazione che 5 snack di 10 grammi di zuccheri al giorno.. Inoltre è totalmente fallace l'idea che l'igiene sistemi le cose: se la frequenza e la quantità è eccessiva, la carie esce fuori anche in presenza di perfetto spazzolamento. Basta considerare i meccanismi con cui si forma la carie: è la mancata riparazione da parte dell'organismo (ri- mineralizzazione) fra un pasto e l'altro perchè il PH rimane sempre acido etc etc. Inoltre giocano fattori come la presenza di determinati germi che sembra siano associati a maggiore frequenza di carie e maggiore virulenza (Str. Mutans e Lactobacilli) che non albergano nelle bocche di tutti, ma di quelli più predisposti. C'è una apposita analisi.. Poi potrebbe esserci come fattore favorente alla base anche una malocclusione.. Se queste ed altre condizioni permangono, anche con la sigillatura dei sesti, altamente auspicabile, come in TUTTI i bambini, il rischio rimarrà. Quindi bisogna avere atteggiamento attivo e costruttivo verso le abitudini alimentari e correggerle piano piano per tempo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento