Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 6

La carie continua a crescere e noi non sappiamo come fare

Scritto da Orso / Pubblicato il
Salve, sono il papà di una splendida bimba di due anni e tre mesi che non ha mai preso ciuccio o biberon, solo latte materno, che continua a prendere tutt'oggi, da quando le sono spuntati i primi dentini intorno ai 6 mesi gleli laviamo regolarmente, tuttavia circa ai 22 mesi le è comparso un buchetto su un premolare superiore, a una prima visita la pediatra ha escluso che poteva essere una carie ma non convinti la abbiamo portata dalla nostra dentista che ha confermato i nostri sospetti, ma non essendo in grado di curare una bimba così piccola ci ha indirizzato al Gaslini di Genova. Esperienza veramente negativa: ci hanno fatto entrare in una grande sala con molte poltrone "dentistiche", una volta seduta in una di esse abbiamo aspettato un quarto d'ora con ai fianchi altri bimbi che venivano curati e si lamentavano, finalmente arriva il dottore, che non ha provato alcun tipo di approccio cercando di mettere le mani in bocca e lei naturalmente non ha collaborato, così ha deciso che secondo lui di carie non ce ne erano, lo abbiamo invitato a controllare meglio visto che avevamo la certezza che ci fosse, così ha fatto un altro breve tentativo terminato con l ammissione della presenza di una piccola carie che non si sarebbe potuta curare perché la bimba è troppo piccola e non collaborativa. Lascio a voi le considerazioni. Ora, la carie continua a crescere e noi non sappiamo come fare, nella nostra città, la Spezia, non ci sono pedodonzisti e tutti gli specialisti a cui ci siamo rivolti ci hanno detto che è impossibile curare una carie a una bimba così piccola. Noi siamo disposti anche a spostarci, ma vorremo a tutti i costi risolvere, curare il problema anche e soprattutto perché la bambina avverte dolore. Grazie mille. Orso
All'etá di sua figlia la collaborazione è praticamente impossibile da ottenere ad esclusione di casi rarissimi e solo con la sedazione profonda endovenosa si possono ottenere ottimi risultati. E sistono strutture pubbliche e private attrezzate x questi trattamenti. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Orso, buongiorno. Mah, mi sembra impossibile che non ci sia un Pedodontista in Liguria, nelle sue vicinanze! Chieda al Dottor Attilio Venerucci, dentista di Finale Ligure, molto Colto e Preparato e non è poi così distante e i cui dati e recapiti può trovare su questo portale essendo anche Egli Consulente Scientifico di Dentisti Italia! E' comunque, in senso specifico, sempre meglio, a qualsiasi età ma ancora di più nei primi anni di vita come è il caso della sua bimba, rivolgersi ad uno Studio Monoprofessionale per il semplice fatto che può essere così realizzato un approccio Psicologico che richiede spesso più visite prima di iniziare la terapia vera e propria. Per fare l'Odontoiatra occorre "polso" (polso che dipende dall'autorevolezza ed autorevolezza che dipende dalla Cultura, Preparazione, Professionalità). "Polso" e "Dolcezza"!Personalmente useremmo, mia figlia che esercita anche la Pedodonzia ed io, solo un approccio giusto, calmo, affabile con lei e riusciremmo a curarle il dente in modo tradizionale. In 36 anni di Onorata Professione non ho mai avuto bisogno di sedare un paziente anche il più "difficile", Fobico e con attacchi di panico o anche molto piccolo! Basta saperlo "prendere, per così dire"! Poi affrontata la sua eventuale "Patologia Psicogena", niente e nulla le vieta di avere la Sedazione Cosciente con Protossido d'Azoto se lo desiderasse, che può indubbiamente esserle di aiuto collaterale o magari anche solo con una blanda sedazione con benzodiazepine ma solo dopo accurata visita Clinica ed Anamnestica Locale e Generale Sistemica! Restando fermo quanto detto! Le dico però che col giusto approccio del Dentista, che deve avere pazienza, rispetto, "dolcezza" ma anche "polso" ed autorevolezza, si superano queste paure! In 36 anni, come le ho già detto, non "è fuggito" mai nessun paziente da me semplicemente con le "doti" su descritte! Ben venga comunque la Sedazione Cosciente che la seda tranquillamente e in questo il Dottor Paolo Passaretti può dirle molto di più essendo un validissimo e Colto esperto in questo tipo di Sedazione. Contatti il Dottor Paolo Passaretti di Civitanova Marche Alta in Provincia di Macerata, che è un esperto di notevole e rara capacità nell'uso della sedazione Cosciente, saprà affrontare la cosa con "Maestria". Troverà i suoi dati in questo portale, perché anche Egli è Consulente di Dentisti Italia! Cari saluti e stia sereno. Mi lasci aggiungere che chi pratica la sedazione cosciente ed Il Team intero deve essere formato ed abile in tutte le procedure mediche e di rianimazione d'urgenza! In particolare, deve essere esperto in protezione delle vie aeree, apporto di ossigeno e farmaci per uso d'emergenza. La Sedazione Cosciente ha il pregio di poter affrontare la cura in una sola seduta e non in molte sedute come avviene con l'approccio Psicologico, cosa per Lei molto scomoda se non addirittura irrealizzabile nel caso il Dentista fosse molto lontano e scomodo da raggiungere. Ancora cari saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Orso, so per certo che a Genova ma anche in toscana (forse più comodo per Lei) diversi colleghi usano la sedazione cosciente con protossido d'azoto per curare i bambini. A Genova è la D.ssa Maria Maiolino, presso il centro LCO. In Toscana posso darle questo riferimento, so per certo che è una collega molto appassionata al proprio lavoro. Dr.ssa Francesca Romana Nardelli Studio dentistico p.zza della Resistenza Antifascista 1 331.31.48.931 Troghi-Rignano sull'Arno cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Attilio Venerucci
Finale Ligure (SV)
Consulente di Dentisti Italia

Ringrazio moltissimo il Dr. Petti per gli apprezzamenti. Io ho avuto modo e necessita di curare bambini di questa età senza stress e paura per il piccino. C'è tutta una serie di forme di approccio fra cui spicca come arma vincente la sedazione inalatoria che è una pratica del tutto innocua e ripetibile. Il gas non viene metabolizzato dall'organismo. Legga se vuole i miei articoli in proposito su questo sito o nel mio. Voi siete lontani. Forse posso riuscire a trovare un Dr. adatto più vicino a voi. Scrivetemi in privato. La carie va curata perché il dente lo cambia a dieci anni ovvero fra tantissimo tempo. La sedazione endovenosa è stressante ed invasiva. Il grande consiglio è di cercare le cause di questa carie. Leggete i miei articoli sulle cause e mettetevi seriamente al lavoro per evitare altre varie vista l'età della piccina. Cambiando profondamente le abitudini alimentari in un soggetto così predisposto
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Salve Sig Orso. Capisco la sua preoccupazione ma vorrei rincuorarla dicendole alcune cose.. Prima di tutto ì, bisogna valutare realmente lo stadio della carie molto diffuse tra i bambini di questa eta'. Spesso queste lesioni sono superficiali e non portano dolore,ma certo vanno tenute sott'occhio. Se poi si decidesse di intervenire, al di la' della sedazione, che io pratico solo ed esclusivamente su bimbi non collaboranti al cento per cento, si può lo stesso approcciare, ma bisogna perdere almeno tre o quattro sedute solamente chiacchierando, facendo finta che sia un gioco, e come si usa nel mio studio, facendo realmente giocare il bimbo con i miei strumenti. Solo in questo modo lui, toccando con mano acquistera' fiducia e si fara' fare ogni trattamento che poi, parliamoci chiaro, si fa in tre minuti....Quindi la domanda è:vale la pena addormentare un bimbo per un trattamento cosi breve?. SE il bimbo prende fiducia, lei sig Orso non avrà più problemi ad andare dal dentista, ma se verra' traumatizzato, non riuscirà' piu' a portarcelo con serenita'. pedodontista si o pedodontista no...Signore io dico sempre...i denti dei bimbi sono come quelli degli adulti, è il modo di porsi che cambia.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Giglio
Roma (RM)

Sig. Orso, perchè torturare questa piccola bimba e sottoporla a dei rischi, in fondo non ha un tumore, ma ha una semplicissima e comunissima patologia che oggi si può prevenire con grande facilità. Le consiglio a lei e sua sua moglie di prendere appuntamento con un igienista dentale che vi spiegherà come non far avanzare la carie e come evitare che vostra figlia la possa incontrare in futuro.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento