Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 6

Ho spesso la lingua bianca e ogni tanto mi vengono le placche in gola

Scritto da debora / Pubblicato il
Salve, ho spesso la lingua bianca e ogni tanto mi viene le placche in gola, ho fatto tutti gli esame e non ho nessun problema allo stomaco, non bevo, non fumo, cosa puoi essere? che cura devo fare? Grazie
Cara Signora Debora, intanto vedo le impronte dei sui denti sul margine laterale dx e sin. della sua lingua ad indicare che ci deve essere una discrepanza tra dimensioni della lingua e larghezza delle arcate dentarie che va comunque valutata attentamente gnatologicamente ed Ortodonticamente. Poi, non so come sia la sua Igiene orale ma sappia che la placca batterica si forma in circa 3-4 ore e l'igiene orale domiciliare serve per controllarne la formazione non certo per eliminarla totalmente. Eccco perchè la pulizia dei denti professionale dal Dentista serve sempre periodicamente. Faccia una prova: compri in farmacia le pasticchette rivelatrici di placca, ne sciolga una in bocca passando la saliva e la lingua su tutti i denti, sulla faccia esterna. interna e sopra masticante e si guardi allo specchio. Se vedrà colore su denti, colletti, gengive, lingua, quella è placca batterica! Solo se non vedesse colore significherebbe che non ci sarebbe placca. allora passi uno scovolino tipo cotonfioc nei solchi gengivali e veda se si colora perchè allora la placca sarebbe lì! Faccia la prova e poi mi dica! Ricordi anche di pulire il dorso della lingua dove si annida la placca con dedicati spazzolini piatti che trova in farmacia! Si ricordi poi che non esistono bocche senza placca batterica.Per l'igiene orale ricordi che non è il dentifricio che pulisce i denti ma l'azione meccanica dello spazzolino e spero di farle cosa gradita spiegandole come si puliscono i danti a casa. Per lo Spazzolamento dei denti non esiste niente di meglio del normalissimo spazzolino manuale, per l'igiene orale,ci sono delle pasticche colorate da sciogliere in bocca che evidenziano col loro colore la placca batterica non rimossa dallo spazzolino,spazzolino che deve essere in setole artificiali, a testa medio piccola, duro, e usato con la cosiddetta tecnica di Bass modificata,ossia orientato verso le gengive a 45° e usato con movimenti di rotazione, vibrazione e verticali che terminano con un movimento circolare deciso.è bene usare degli idropulsori che completano l'opera di igiene domiciliare e il filo interdentale, presentando nello spazio interdentale sempre una nuova parte mai usata ed abbracciando il dente come per lucidarlo! Infine esistono degli scovolini per chi avesse spazi interdentali unpo' più larghi e lo spazzolino piatto per pulire il dorso della lingua che è grande ricettacolo di placca batterica e quindi di microbi. Detto questo se poi uno è "diversamente abile" o affetto da pigrizia immane, va bene anche lo spazzolini elettrico usato però come da istruzioni allegate! Stia tranquilla, non ha niente di eccezionale ma solo normalissima Routine!Ma il suo Dentista non gliele spiega queste cose? Ciò detto e sempre credo importante ripetere più volte come cultura generale di Igiene Personale, i disturbi da lei descritti sono da ricercarsi quasi esclusivamente al di fuori della bocca e dei denti! Malattie del Fegato, dell'apparato Digerente, dell'Intestino e non solo dello stomaco o del suo Jatus, possono essere in causa. Senta un bravo Gastroenterologo! Le placche in gola sono di origine senz'altro infettiva da malattie di raffreddamento per patologie riguardanti le alte vie aeree come faringe, laringe e grossi bronchi, senta un Medico Generico o un Otorino o un Medico Pneumologo, forse il più adatto!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Potrebbe trattarsi anche di una micosi, che spesso viene sottovalutata, ma che dà infezioni esattamente come se si trattasse di un batterio. La cura è decisamente più corretto che venga stabilita dopo una visita orale eseguita da un buon medico. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Quando si pulisce i denti spazzola anche la lingua?

Scritto da Dott. Carlo Battistini
Rapallo (GE)

Sig. Debora, occorre una seria diagnosi che la può dare solo un odontoiatra dedicato alla patologia orale.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

A volte la patina bianca che si sviluppa sulla lingua è data dalla crescita di colonie di miceti. Se di solito non si spazzola la lingua provi a spazzolarla e veda se le si forma ancora. Altre volte è legata a iperplasie delle papille filiformi della lingua a seguito di contatto con sostanze irritanti come fumo ed alcol. Se poi si sviluppa l'ipertrofia delle papille è ancora più facile che ristagnino miceti e batteri, pertanto si può avere un quadro sovrapposto. Se non ne viene a capo faccia una visita dal suo dentista che saprà consigliarle od inviarla a collega di fiducia.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Una Candida (micosi) detta anche mughetto??? Che ha relazione con le placche nella gola.. Ci può stare. Tenga presente che il posto giusto per far fare una diagnosi è un reparto ospedaliero o universitario di odontostomatologia, ove presente ed esistente (di certo a Milano!). Non i dentisti, anche bravissimi, privati o ambulatoriali. Questo per due motivi: sia perchè hanno poca casistica analogamente ad un dermatologo, puoi studiare quanto vuoi, ma se non vedi tantissimi casi, non impari mai a riconoscere l'origine di queste forme. Poi perchè non hanno a disposizione la possibilità di fare analisi da piccoli prelievi microbiologici. Oppure queste caratteristiche le hanno di certo in misura ridotta rispetto ad un ospedaliero che vede e tratta queste forme dalla mattina alla sera.. Una possibile eccezione è se il privato si dedica e si attrezza per la branca cosiddetta della "patologia orale"
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento