Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 9

Da un pò di tempo soffro di alitosi

Scritto da Danilo / Pubblicato il
Salve, da un pò di tempo soffro di alitosi. Lavo i denti 3 volte al giorno, pulisco spesso la lingua (nel fondo rimane comunque una patina bianca che non riesco a rimuovere, quindi magari l'operazione di pulizia della lingua non la eseguo correttamente) e uso il colluttorio. Nonostante ciò dopo circa un'ora che ho lavato i denti il problema ricompare. Nel senso che mi sento un gusto strano in bocca e in gola. Ho fatto dunque dal dentista la detartrasi, che mi ha detto che ho due carie nei molari inferiori che curerò la settimana prossima. Potrebbe essere questo il problema, cioè le due carie?
Gentile Danilo, l'alitosi può avere diverse origini e cause che possono essere orali ( come ad esempio carie, parodontiti, infiammazioni tonsillari etc.) ed extraorali come problemi gastroenterici. Come vede l'approccio al suo problema può essere multidisciplinare. Intanto curi i problemi della bocca come le carie diagnosticate e successivamente se nota la persistenza si rivolga al suo medico di base che sicuramente saprà prescrivere le indagini o le visite specialistiche adatte. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Gengivite. Poster dei Dottori Gustavo e Claudia Petti di Cagliari
Caro signor Danilo, dipende dalle dimensione ed ubicazione delle carie e dalla quantità di placca batterica che raccolgono. È giovane, quindi non penso che abbia patologie parodontali, ma magari gengivali potrebbe averle. Ma se è stata fatta una buona visita parodontale col rilievo delle tasche parodontali eventuali su sei punti su tutti i denti ed è stata visitata bene la gengiva, le cause potrebbero essere proprio le carie o altre cause orali che sarebbe troppo lungo enumerare e di cui il Dentista si sarebbe accorto. Escluse tutte le cause orali, che sono le più frequenti, le altre cause vanno ricercate nell'apparato gastroenterico, epatico, sistemico ed allora un buon Clinico Medico saprebbe fare diagnosi. Anche il Dentista odorando il suo alito potrebbe ricavare tante informazioni sulla sua qualità e quantità di alitosi e quindi, se esperto nel riconoscere tutte le sfumature fare anche una sospetta diagnosi da confermare poi strumentalmente, cllinicamente e con analisi. Per esempio c'è il "Foetor Hepaticus" è proprio di malattie specifiche del fegato e l'alitosi è talmente specifica da poter sospettare la diagnosi. Questo solo come esempio. Ma le situazioni patologiche sono tante. Ne parli col suo Dentista! O vada da un Clinico Medico (specialista in Medicina interna), se il Dentista non trovasse cause orali.Le lascio un poster fatto da me e da mia figlia Claudia che le spiega cosa sia una Gengivite, una delle più comuni cause di Alitosi, insieme alla carie ed al tartaro, alla sua età!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Danilo, attendi ancora qualche giorno e sarà il tuo dentista che dovrà curare la carie ai tuoi molari che ti darà la risposta. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentilissimo Sig.Danilo, come han detto correttamente i colleghi, le cause primarie di alitosi sono le patologie gengivali/parodontali. Infatti il cattivo odore deriva dalla produzione da parte di alcuni batteri chiamati "produttori di VSC", ossia di sostanze che hanno proprio l'odore cattivo come la putrescina, il mercaptano... Questi batteri sono spesso gli stessi implicati nelle infezioni parodontali. Le consiglio quindi la visita da un parodontologo per la verifica di questo problema in primis. Le carie, per dare un senso così generale di cattivo odore devono essere grandi. Una prova può essere passare molto bene il filo interdentale non cerato nello spazio tra i denti cariati...poi toglierlo ed annusarlo. Se l'odore non è il migliore...la causa potrebbe essere anche la carie. Per pulire la lingua utilizzi un nettalingua specifico o quello da montare sullo spazzolino elettrico, che è molto efficace. Come collutorio contro l'alitosi consiglio il DentOral. Auguri! Dr.Simone Stori
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Simone Stori
Bologna (BO)

Gentile Danilo, non credo che le due carie siano il problema, a meno che queste due carie non siano molto importanti, cosa che tu non riporti. E se invece, considerando la tua età, tu soffrissi di gastrite? Controlla se ti ricordi di avvertire languore all'epigastrio, cioé appena sotto lo sterno, oppure hai una storia di frequenti nausee o altro che possa rimandare ad una gastrite, che potrebbe anche avere sintomi subdoli. Per quanto riguarda la bocca invece, l'uso del filo interdentale deve essere una prassi che ti accompagni ogni giorno, specialmente la sera, a cui unire il colluttorio adatto. Tanti auguri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Danilo, dipende da quanto grandi sono le sue carie. Ma se lei è così accorto da fare l'igiene che dice, non mi è facile immaginare la sua bocca sede di grave gengivite o parodontite che potrebbero sostenere l'alitosi. Dopo aver accertato da solo e con il suo dentista l'ottimo stato di salute delle gengive, si rivolga ad un internista. Attenzione: nel pulire la lingua eviti di arrivare al gag-reflex cioè ai conati. Infatti questo le procura una risalita dei succhi gastrici dallo stomaco all'esofago con possibile danno della mucosa di quest'ultimo e rischio nel tempo di formazione di varici esofagee che sono ben peggio cosa dell'alitosi. Cordialità.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

Egr. Danilo, le riporto in toto la risposta che ho postato tempo per un caso simile: Gentile signora, il Collega Petti ha ragione su tutti i punti: il dentista è il primo soggetto che deve intervenire, ma ci sono anche altri organi cui rivolgere la propria attenzione. Comunque la detartrasi che è il primo passo che lei deve compiere non è così economicamente pesante. Le allego una piccola disamina sulle possibili cause di alitosi. Il problema dell’ alitosi ( cattivo odore emesso dalla bocca ) non è solo appannaggio dei problemi degli organi contenuti nella bocca ( denti e gengive ) e quindi di esclusiva pertinenza odontoiatrica, quindi denti cariati, tartaro, piorrea , cattiva igiene, protesi obsolete, ma, a volte, rappresenta un segnale di ben altre patologie: - infezioni fungine orali (candida) specie in soggetti defedati, soggetti sottoposti a chemioterapia, alcolisti, sesso orale. - tonsille croniche cribrose albergano una melma biancastra fetida segno di forme infettive di vecchia data. - sinusiti, raccolte purulente nei seni - malattie della mucosa nasale con croste maleodoranti ( ozena ) - bronchiti croniche con escreato purulento, tbc - diabete - acetonemia - malattie di origine epatica o renale - uso prolungato di antidepressivi che diminuiscono la quantità di saliva e permettono pertanto l' aumento della popolazione batterica del cavo orale. Concludendo: detartrasi profonda con scaling e root planning, sterilizzazione delle tasche piorroiche con terapia fotodinamica e trattamento con Lb. Reuteri. Se il problema non è solo localizzato nel cavo orale far intervenire un internista. C’ è poi tutta la gamma di alimenti come aglio, cipolla ecc. l’ abuso di alcol e il fumo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

Sig.Danilo, una debole alitosi a distanza di 2 ore dal pasto è fisiologica, ora non le resta che seguire i corretti consigli del sua odontoiatra.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Sig. Danilo, dipende dalle dimensioni delle carie. Generalmente però una alitosi è data da una causa parodontale. Ci sono poi molte cause extra-orali, che andrebbero comunque indagate. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento